Ventunesima giornata Playoff Dunkest, torna in campo l’Ovest

Playoff Dunkest-Dunkest NBA-Fantabasket

La ventunesima giornata dei Playoff Dunkest sarà cruciale per capire e delineare il cammino delle 4 squadre rimaste in lotta per le Finals della Western Conference. La Lousiana riabbraccia i suo eroi, i Pelicans, reduci da una buona prestazione in gara-2 ma che non è servita ad arginare lo strapotere Warriors. Anche Davis non sta vivendo il suo momento migliore (anche su Dunkest), vista la marcatura asfissiante di Green e Looney. GSW che ha riaccolto a braccia aperte il “figliol prodigo” Steph Curry, tornato col botto e con 28 punti a referto (29,5 pdk). Quasi sicuramente, il “30” di Golden State partirà titolare stanotte, senza restrizioni. In caso di 3-0 Golden State, la serie aspetterebbe solo la fine matematica dei giochi.

Molto più equilibrio, invece, tra Houston e Utah. Primo vero momento di difficoltà per i Rockets, messi alle corde in gara-2 dalla grande compattezza dei Jazz. Mitchell e Ingles sugli scudi, con Snyder che gongola al pensiero di passare avanti nella serie, già stanotte. Non sarà facile uscire indenni da Salt Lake City per Harden e compagni, che stanno pagando soprattutto l’assenza completa dal campo di Gordon e Ariza, veri e propri oggetti misteriosi di HOU.

I presupposti per una grande serata di Playoff e di PO Dunkest ci sono tutti. Andiamo a vedere i consigli di giornata, numero 21 di post-season.

 

Infortunati: McCaw, Luwawu-Cabarrot, Rubio;

In Dubbio: Brown;

VENTUNESIMA GIORNATA PLAYOFF DUNKEST: GUARDIE

Steph Curry (GSW, crediti: 15,9): il suo esordio è stato favoloso, partendo dalla panchina. Stanotte ci sarà il suo ritorno da titolare e, credo, non sarà una partita qualsiasi. Se mantiene le sue percentuali, il suo acquisto potrebbe essere il più redditizio di giornata. (Guardia titolare Ventunesima Giornata Playoff Dunkest)

Dante Exum (Utah Jazz, crediti: 4,4 ): la panchina dei Jazz sta facendo la differenza in questi playoff. Anche le guardie, come Exum e Burks stanno avendo un grande impatto in fase difensiva. Con Rubio ancora out, il loro ruolo e i minuti a disposizione per far bene aumentano. (Panchinaro Ventunesima Giornata Playoff Dunkest)

ALI

Draymond Green (GSW, crediti: 18,4): non possiamo non confermarlo, dopo un’altra prestazione in cui ha sfiorato la seconda tripla-doppia consecutiva. E’ una sicurezza in questa fase della stagione, soprattutto su Dunkest. Quasi 120 punti in due giornate: pronti per il tris? (Ala titolare Ventunesima Giornata Playoff Dunkest)

Jae Crowder (Utah Jazz, crediti: 7,3): dopo il suo arrivo a Utah, la squadra è cresciuta tantissimo. Crowder si è dimostrato il tipico “giocatore da sistema” e sta rendendo al meglio delle sue possibilità. Anche su Dunkest, ottimo score per lui con 13 pdk di media. Potrebbe essere il sesto uomo perfetto per chi non ha a disposizione tanti crediti. (Sesto uomo Ventunesima Giornata Playoff Dunkest)

CENTRO

Javale McGee (GSW, crediti: 6,8) : andamento in calo per Javalone, che non ha disputato l’ultima gara contro i Pelicans. Nonostante questo, il suo rendimento ai playoff è abbastanza positivo. Approfittare del buon prezzo può essere la scelta giusta per un sesto uomo o per un titolare low-cost (Sesto uomo Ventunesima Giornata Playoff Dunkest)

CAPITANO

Anthony Davis (New Orleans Pelicans, crediti: 20) :  difficile esprimere il miglior basket contro una difesa così organizzata come quella dei Warriors. Si torna a NOLA per game-3 e sicuramente Unibrow vorrà imporre la sua legge. Ci aspettiamo una doppia-doppia da 50 pdk, per riscattare le ultime prestazioni sotto la media.(Capitano Ventunesima Giornata Playoff Dunkest)

COACH

Quin Snyder (Utah Jazz, crediti: 6,6) : coach meno costoso del panorama, ma esito non così scontato e rischioso come direbbe la valutazione. Utah può fare lo sgambetto a Houston, soprattutto dopo la forza dimostrata in gara-2.

Diciottesima-Diciannovesima giornata Playoff Dunkest, ritorni annunciati e scoperte inaspettate

Le gare 1 delle Semifinals hanno tutte rispettato il fattore casa e, soprattutto le aspettative Dunkest sulla maggior parte dei protagonisti. Con GSW e un Draymond Green scatenato e un James Harden ritornato ai suoi massimi stagionali, le scelte per il capitano di formazione diventano sempre più difficili.

Tuttavia, due possibili ritorni eccellenti potrebbero orientare molti fanta-allenatori verso cambi di strategie inconsueti: ritorna Steph Curry, dopo quasi un mese di stop per una distorsione al ginocchio (potrebbe anche partire in quintetto) e rinasce, per una notte (vediamo se il suo rendimento sarà continuo) il buon Tristan Thompson, protagonista di un ottima prestazione in gara 7 contro Indiana, dopo una stagione passata in sordina tra gossip e scandali vari.

I nomi su cui puntare diminuiscono sempre più e l’importanza di alcune scelte risulta vitale per il punteggio: ecco, di seguito, i consigli per le due prossime giornate Dunkest.

Infortunati: Brown, Luwawu-Cabarrot, Rubio;

In Dubbio: Curry (80% sarà della gara)

DICIOTTESIMA GIORNATA PLAYOFF DUNKEST: GUARDIE

Steph Curry (GSW, crediti: 15,9): nonostante sia in dubbio, le possibilità che il 2 volte MVP ritorni subito in campo sono molto alte, senza restrizioni di minutaggio. Il suo prezzo e la possibilità di far subito un gran punteggio potrebbero essere premesse giuste per un investimento a buon fine, visto anche il prezzo abbordabile. (Guardia titolare Diciottesima Giornata Playoff Dunkest)

Fred VanVleet (Toronto Raptors, crediti: 5,3): ha giocato solo le ultime due gare della serie contro Washington ed ha totalizzato la miseria di 12 pdk in 2 turni. Nonostante questo, VV rimane il sesto uomo di fiducia di Casey e, contro i Cavs, il suo contributo può essere fondamentale in uscita dalla panca. Anche qui, prezzo scontato da non lasciarsi sfuggire. (Sesto uomo Diciottesima Giornata Playoff Dunkest)

ALI

Draymond Green (GSW, crediti: 17,9): queste sono le serie in cui Green si esalta di più. Oltre alla tripla-doppia del game 1 (60.5 pdk per lui), ha limitato Anthony Davis nella fase difensiva, giocando una partita meravigliosa sotto tutti gli aspetti. Non dovrebbe ripetere l’exploit di sabato notte, ma se gioca così ci può andare vicino. (Ala titolare Diciottesima Giornata Playoff Dunkest)

Pascal Siakam (Toronto Raptors, crediti: 6,8): altro giro, altro membro della panchina Raptors, uno dei possibili fattori della serie tra i canadesi e la franchigia di LBJ. Siakam, nonostante il limitato minutaggio, sta offrendo un ottimo contributo in fase offensiva. Su Dunkest, il suo andamento è costante su una media di 12/13 pdk a gara, buon gruzzolo per la panchina. (Panchinaro Diciottesima Giornata Playoff Dunkest)

CENTRO

Tristan Thompson (Cleveland Cavaliers, crediti: 8,1) : TT è resuscitato, dopo un’annata nella penombra,proprio nel momento che conta, in gara 7 contro i Pacers. 33.25 pdk e doppia-doppia convincente, con una grande presenza in campo. Se dimostrasse continuità in questa serie, potrebbe diventare la scelta primaria per molti fanta-allenatori, visto l’ottimo prezzo di valutazione. (Centro titolare Diciottesima Giornata Playoff Dunkest)

CAPITANO

Lebron James (Cleveland Cavaliers, crediti: 21,9) :  quasi 350 pdk in 7 gare, con media di 50 a gara. Un ritmo spaventoso, che lo porta ad essere l’unico ed insostituibile capitano anche in questa serie, dove i Cavs non sono certo favoriti. Finchè c’è Lebron, c’è speranza per i tifosi Cavs e anche per i 120 pdk con il capitano. (Capitano Diciottesima Giornata Playoff Dunkest)

COACH

Dwane Casey (Toronto Raptors, crediti: 9,2) : scelta soggetiva, ormai, per il ruolo di allenatore. Personalmente, per questo turno, mi concentrerei sulla sfida ad Est, vista la probabile vittoria netta di GSW anche in gara 2. Casey vs Lue: per il coach di Toronto l’occasione è ghiotta, per riscattare la cocente sconfitta dello scorso anno.  (Head Coach Diciottesima Giornata Playoff Dunkest)

 

DICIANNOVESIMA GIORNATA PLAYOFF DUNKEST: GUARDIE

Donovan Mitchell (Utah Jazz, crediti: 11,6): grande rendimento quello espresso dalla guardia di Utah, in questi playoff. Con l’infortunio di Rubio, ancora più responsabilità per Mitchell in fase di costruzione e realizzazione. Potrebbe andare a caccia di una doppia-doppia, anche con gli assist. (Guardia titolare Diciannovesima Giornata Playoff Dunkest)

Alec Burks (Utah Jazz, crediti: 4,5 ): l’infortunio di Ricky Rubio può aprire la strada a Burks e Exum, per importanti minuti in campo. Prezzo basso per un sesto uomo, ideale per un panchinaro. Per cercare il colpo di giornata! (Panchinaro Diciannovesima Giornata Playoff Dunkest)

Grande attesa anche per Eric Gordon (Houston Rockets, crediti: 8,8), dopo un primo turno molto deludente per Dunkest. Può essere un buon sesto uomo per le partite di semifinale.

ALI

PJ Tucker  (Houston Rockets, crediti: 6,6): PJ sta giocando degli ottimi playoff, in crescendo nelle ultime quattro partite. Il perfetto sesto uomo, in vista di un’altra vittoria Rockets nelle mura amiche. Ultima gara da max stagionale ai PO (25 pdk). (Sesto uomo Diciannovesima Giornata Playoff Dunkest)

Joe Ingles (Utah Jazz, crediti: 9,5): l’uomo che non ti aspetti ai playoff. Ingles sta dimostrando le ottime prestazioni della stagione regolare e viaggia costantemente sui 18 pdk di media. Nessun acuto, ancora, per Joe: chissà che non possa arrivare proprio in gara 2.  (Ala titolare Diciannovesima Giornata Playoff Dunkest)

CENTRO

Clint Capela (Houston Rockets, crediti: 15,1) :  difficile trovare altri aggettivi con cui descrivere la sua crescita e la stagione che sta realizzando. Il centro di Houston, originario della Svizzera, è il valore aggiunto della franchigia texana. Oltre 200 pdk per lui, nelle prime 6 gare, e miglior centro PO. Senza dubbio, la miglior scelta possibile in questo ruolo.(Centro titolare Diciannovesima Giornata Playoff Dunkest)

CAPITANO

James Harden (Houston Rockets, crediti: 19,5) : l’uomo-simbolo dei Rockets, l’anima e il motore della “macchina D’Antoniana” . In gara 1, ha dato spettacolo e ci ha regalato una prestazione da 45.75 punti. Credo che Harden si stia iniziando a preparare per le possibili Finals ad Ovest contro Curry, Durant e compagnia.  (Capitano Diciannovesima Giornata Playoff Dunkest)

COACH

Mike D’Antoni (Houston Rockets, crediti: 11) : sicuramente Utah non è una vittima sacrificale, ma lo strapotere dei Rockets al tiro, visto in gara 1, è spaventoso. Dovrebbe rispettarsi il pronostico al Toyota Center. (Head Coach Diciannovesima Giornata Playoff Dunkest)

Quattordicesima giornata Playoff Dunkest, allerta gara 7?

Playoff Dunkest

Con Houston, Golden State, Philadelphia e New Orleans già qualificate alle Semifinals di Conference, si accende la lotta per gli ultimi posti disponibili.

Dopo la superba prestazione di ieri, Giannis Antetoukounmpo e i suoi Milwaukee Bucks forzano gara 7 in quel di Boston. Questa notte, di scena altre 3 serie con alta possibilità di arrivare al “game decisivo”: Utah ospita OKC nel secondo “win or go home” consecutivo per Russell Westbrook, Paul George e Carmelo Anthony. In caso di eliminazione, la “BIG 3” risulterebbe la più grande delusione di questa stagione. Toronto e Cavaliers a caccia della semifinale, impegnate entrambe in gare complicatissime contro Washington e Indiana. Alla fine, potremmo ritrovarci con quattro gare 7 già al primo turno (se non è record, poco ci manca).

Notizie positive dall’infermeria in vista delle Semifinals: Steph Curry sarà a disposizione in gara 1, nella serie contro NOLA. In ottica Dunkest, ecco i consigli di giornata per le gare 6 di questa notte.

Infortunati: Luwawu-Cabarrot, Mbah a Moute;

In Dubbio: Otto Porter, VanVleet, Hill, Curry

QUATTORDICESIMA GIORNATA PLAYOFF DUNKEST: GUARDIE

Victor Oladipo (Indiana Pacers, crediti:11,1): dopo lo scottante esito di gara 5, con la stoppata irregolare di Lebron su di lui, Oladipo si vorrà certamente rifare. Ovviamente, per Dunkest, la guardia di Indiana non è un “top player”, ma può essere la giusta scelta qualità/prezzo per risparmiare crediti in vista degli altri ruoli. (Guardia titolare Quattordicesima Giornata Playoff Dunkest)

Delon Wright (Toronto Raptors, crediti: 7,1): il sesto uomo dei Raptors, in assenza di VanVleet, sta giocando dei playoff straordinari. Nonostante per Dunkest non sia il più preposto, Wright sta realizzando quasi 17 pdk di media, buono score per un sesto uomo low-cost.  (Sesto uomo Quattordicesima Giornata Playoff Dunkest)

ALI

Paul George (OKC, crediti: 12,7): per OKC, gara 6 significa ancora “dentro o fuori”. Per evitare una stagione fallimentare, PG e Russ devono elevarsi oltre il loro normale livello di gioco. Se ripetesse le prestazioni di gara 1 o gara 5 (entrambe intorno ai 35 pdk), Paul George sarebbe devastante anche su Dunkest. (Ala titolare Quattordicesima Giornata Playoff Dunkest)

Larry Nance Jr. (Cleveland Cavaliers, crediti: 8,5): l’ala grande ex Lakers non ha ancora trovato un collocamento fisso nello scacchiere Cavs, neanche in questi playoff. Tuttavia, proprio la sua duttilità può tornare utile a Lue in partite del genere, complicate e tirate fino all’ultimo. Con un buon minutaggio, Nance Jr. potrebbe toccare quota 20 pdk. (Sesto uomo Quattordicesima Giornata Playoff Dunkest)

CENTRO

Rudy Gobert (Utah Jazz, crediti: 15,4) :  ad oggi, il miglior centro dei playoff Dunkest con Capela dei Rockets. Sta giocando una grande serie, è in condizione e risulta essere molto costante (solo gara 1 sotto quota 20 pdk). Viene da un’ultima prestazione discreta (21 pdk). Nella sua casa, a Salt Lake City, Gobert può tornare a dominare nel pitturato. (Centro titolare Quattordicesima Giornata Playoff Dunkest)

CAPITANO

Russell Westbrook (OKC, crediti: 19,5) : il rintocco della campana sancisce l’ora della verità. Questa deve essere la sua notte, la notte dell’MVP 2017. Russell Westbrook, già protagonista due giorni fa della rimonta OKC da -25 punti, potrebbe far registrare la sua prima tripla-doppia dei playoff 2018, magari aggiungendoci un biglietto per gara 7 come contorno. Oltre a Broodie, il discorso “capitano Dunkest” comprende sempre lui, Lebron James, da Akron (Ohio).

61,25 pdk per il Re in gara 5, culminata con il buzzer-beater finale da fantascienza pura. Di gran lunga, il migliore giocatore per Dunkest in questo momento.

COACH

Scott Brooks (Washington Wizards, crediti: 6) : Washington ha dimostrato di saper mettere alle corde i campioni di Eastern Conference, anche nell’ultima gara giocata in Canada. Si torna nel distretto, con Wall in spolvero e Bradley Beal pronto ad accendersi dalla lunga distanza. La sorpresa è dietro l’angolo, ottimo tentare l’azzardo a 6 crd.

 

 

Undicesima-Dodicesima Giornata Playoff Dunkest: i consigli per le gare 5 del 1° turno

Playoff Dunkest-Boston Celtics

Playoff Dunkest, è il momento delle gare 5 del primo turno Playoff. Dopo il sorprendente switch di Davis e compagni sui Portland Trail Blazers, Houston e Warriors hanno il match-point in casa contro Minnesota e San Antonio. Sarà partita da dentro o fuori per OKC contro Utah, alla Chasepeake Arena di Oklahoma City. Per quanto riguarda la situazione ad Est, l’equilibrio regna sovrano: l’unica serie che si può chiudere in gara 5 è Philadelphia-Miami. Indiana-Cleveland, Boston-Milwaukee e Toronto-Washington andranno tutte, nel peggiore dei casi, almeno a gara 6.

In ottica Dunkest, la scelta prioritaria deve considerare il fattore campo, molto importante nelle partite finali delle serie. Rientra Marcus Smart tra i convocati, anche se potrebbe essere risparmiato in vista di gara 6. Incognita OKC a parte, dovrebbero essere rispettati i pronostici, soprattutto al TD Garden. Meglio puntare sui Boston Celtics che non sui Toronto Raptors, viste le due brutte sconfitte di DeRozan e compagni incassate nel Distretto.

Infortunati: Curry, Luwawu-Cabarrot, Mbah a Moute;

In Dubbio: Otto Porter, VanVleet, Anderson (HOU), Smart, Richardson, Hill

UNDICESIMA GIORNATA PLAYOFF DUNKEST: GUARDIE

Andrè Iguodala (GSW, crediti: 8,3): in caso di vittoria e fine della serie, questa dovrebbe essere l’ultima sua partita da titolare. Una media molto buona, vista la valutazione, intorno ai 18 pdk a gara. Ultima occasione per sfruttarlo da titolare. (Guardia titolare Undicesima Giornata Playoff Dunkest)

Manu Ginobili (San Antonio Spurs, crediti: 6,3): sarà, quasi sicuramente, la sua ultima apparizione ai playoff. Un giocatore immenso, che ancora riesce a fare la differenza, come in gara 4. Manu non vorrà lasciare il palcoscenico più importante senza la sua firma. (Sesto uomo Undicesima Giornata Playoff Dunkest)

ALI

Jayson Tatum (Boston Celtics, crediti: 9,7): si ritorna al TD, dove i Boston Celtics si trasformano. Il rookie Celts viene da due partite mediocri per Dunkest, sotto i suoi livelli. Per portare Boston alle semifinali serve molto di più. Oltre a Tatum, anche Brown è un ottima scelta per questa giornata.(Ala titolare Undicesima Giornata Playoff Dunkest)

Dario Saric (Philadelphia 76ers, crediti: 10,4): molto probabilmente Phila chiuderà senza molti patemi la serie in casa. Saric viene dal minimo playoff della scorsa gara, non può che fare meglio, anche su livelli da doppia-doppia.(Ala titolare Undicesima Giornata Playoff Dunkest)

CENTRO

Al Horford (Boston Celtics, crediti: 13,4) : sicuramente la marcia in più di questi Celtics. Nonostante le due sconfitte e le due mediocri prestazioni in quel di Milwaukee, Al Horford è il trascinatore dei Celtics, vista anche la sua esperienza. E’ il terzo miglior centro per rendimento, in questi Playoff Dunkest. Quindi, può tornare su livelli molto alti di punteggio. (Centro titolare Undicesima Giornata Playoff Dunkest)

CAPITANO

Kevin Durant (GSW, crediti: 17,9) : sta giocando quasi in surplasse e si aggira attorno ai 30 punti di media a gara. Su Dunkest, può tranquillamente sfondare i 50 quando vuole, anche se finora è accaduto poche volte. E’ una grande scommessa come capitano, ma vale la posta in gioco: stiamo parlando di uno dei giocatori più forti della lega.  (Capitano Undicesima Giornata Playoff Dunkest)

COACH

Brad Stevens (Boston Celtics, crediti: 8,4) : all-in Boston, in questa giornata. Dopo due cocenti sconfitte, si ritorna nella “fossa dei leoni”, dove al solito i Celtics non lasciano scampo agli avversari. Con il recupero di Smart, la serie potrebbe svoltare dalle parti di Boston, vista l’importanza del “33” in fase difensiva. (Head Coach Undicesima Giornata Playoff Dunkest)

 

DODICESIMA GIORNATA PLAYOFF DUNKEST: GUARDIE

John Wall (Washington Wizards, crediti: 16): è tornato il “fulmine del Distretto”, dominando gara 3 e 4 della serie in DC. Con un Wall così, i Washington Wizards possono sognare il colpaccio. Ultima giornata per prenderlo: se farà ancora bene, il prezzo inizierà a diventare molto alto. (Guardia titolare Dodicesima Giornata Playoff Dunkest)

Derrick Rose (Minnesota Twolves, crediti: 5,1): dopo una stagione travagliata, questi playoff stanno dimostrando che DRose è ancora un grande giocatore. Grande apporto dala panca, anche nei momenti cruciali di gara. Può essere un buon sesto uomo per questo turno.  (Sesto uomo Dodicesima Giornata Playoff Dunkest)

ALI

Thaddeus Young  (Indiana Pacers, crediti: 10): sta giocando dei playoff straordinari, sopra i suoi livelli. Su Dunkest, sta rispettando le aspettative e i numeri della RS. Sicuramente, una scelta low-cost e controtendenza, visto il buon prezzo di base. (Ala titolare Dodicesima Giornata Playoff Dunkest)

Unici consigliabili dei Toronto Raptors sono i panchinari: OG Anunoby (6,3 crd) su tutti, ma anche Delon Wright (6,6 crd) per il ruolo di guardia.

Markieff Morris (Washington Wizards, crediti: 8,4): il sesto uomo ideale per questa giornata. Prezzo alto, ma rendimento assicurato. In casa, nella capitale, è risultato decisivo per la doppietta dei Wizards. Il precedente della gara 1 (quasi 40 pdk), a Toronto, ci dice che Markieff sa fare molto bene, anche su Dunkest. (Sesto uomo Dodicesima Giornata Playoff Dunkest)

CENTRO

 Clint Capela (Houston Rockets, crediti: 13,9) : ormai una certezza dello scacchiere dei Rockets. E’ il miglior centro di questi Playoff Dunkest. Nonostante il minutaggio ridotto, rispetto agli altri centri, Capela riesce ad essere devastante anche in termini di punteggio. Il prezzo è ottimo per puntare tutto su di lui.  (Centro titolare Dodicesima Giornata Playoff Dunkest)

CAPITANO

Lebron James (Cleveland Cavaliers, crediti: 21,3) : è, sicuramente, il momento più complicato dopo il suo ritorno a Cleveland. in queste circostanze, James ha tirato sempre fuori il 130% delle sue immense potenzialità. Rendimento spaziale fino ad ora, potrebbe superare quota 50 pdk anche in questa giornata, con possibilità di tripla-doppia.(Capitano Dodicesima Giornata Playoff Dunkest)

COACH

Tyronn Lue  (Cleveland Cavaliers, crediti: 8,8) : Cleveland deve rispettare il fattore campo. Una sconfitta nel match di domani di notte potrebbe essere fatale. Lue può contare sul miglior giocatore della NBA e su molti tiratori che, se in giornata, possono essere devastanti (Smith, Korver) .(Head Coach Dodicesima Giornata Playoff Dunkest)

Settima-Ottava Giornata Playoff Dunkest, tasselli importanti e primi verdetti

Playoff Dunkest

Playoff Dunkest, la rincorsa alle Semifinals di Conference riprende nel weekend, con 7 partite comprendenti, anche, due gare 4 di domenica. Inizio di Playoff Dunkest nel segno di Lebron James, unico giocatore ad essersi confermato dopo le prime due giornate. Rientra Joel Embiid per Philadelphia, ottima notizia anche per i fanta-allenatori alla ricerca di un centro di garanzia.

A sorpresa, i New Orleans Pelicans si riconfermano grazie ad un Rajon Rondo ed un Anthony Davis straordinari. 2-0 anche per Boston, GSW e Toronto, ad un passo dal passaggio del turno. Andiamo a vedere, quindi, i consigli relativi alle due prossime giornate del fantabasket più completo d’Italia.

Infortunati: Curry Smart, Luwawu-Cabarrot, Lauvergne, Turner (POR), Mbah a Moute

In Dubbio: Otto Porter, VanVleet, Anderson (HOU), Love;

SETTIMA GIORNATA PLAYOFF DUNKEST: GUARDIE

 Bradley Beal (Washington Wizards, crediti: 12,3): il risveglio della franchigia del distretto dipende anche dall’approccio della shooting-guard. Insieme a John Wall, Beal deve essere il trascinatore della squadra delle due partite di casa. Dopo aver deluso nelle prime due apparizioni, l’inversione di marcia potrebbe essere molto remunerativa. (Guardia titolare Settima Giornata Playoff Dunkest)

 JR Smith (Cleveland Cavaliers , crediti: 7,2): se riesce a mantenere delle buone percentuali dal campo, come è suo solito ai playoff, Smith potrebbe diventare un vero e proprio valore aggiunto per i Cavaliers, soprattutto in una serie non molto facile come ci si aspettava contro i Pacers. (Sesto uomo Settima Giornata Playoff Dunkest)

ALI

Giannis Antetokounmpo (Milwaukee Bucks, crediti: 18,4): ottimo inizio di Giannis in questi playoff. Nonostante le due sconfitte rimediate, il greco e tutta la sua squadra hanno dimostrato di potersela giocare apertamente contro Boston. La prima possibilità di mettere in difficoltà i Celtics è stasera, nella prima partita in casa. Giannis sarà carico e potrebbe regalarci grandi prestazioni. (Ala titolare Settima Giornata Playoff Dunkest)

CJ Miles (Toronto Raptors, crediti: 7,2): La sorpresa di Toronto è arrivata proprio dal reparto ali. Ibaka straordinario ed un CJ Miles altrettanto fondamentale per le vittorie dei suoi. Viaggia ad una media di 17 pdk, ottimo punteggio per un sesto uomo di lusso in questo momento, .(Sesto uomo Settima Giornata Playoff Dunkest)

CENTRO

Domantas Sabonis (Indiana Pacers, crediti: 8,6) : dopo il pareggio di Cleveland, la serie si sposta ad Indiana per le prossima due gare. Uno dei fattori della sfida è sicuramente la lotta sotto canestro, che i Pacers stanno interpretando nel migliore dei modi. Con Sabonis e Turner in forma smagliante,i Cavs avranno serie difficoltà in fase offensiva. Possibile anche rischiare Sabonis, o confermare Turner. Mi aspetto una grande prestazione del lituano. (Centro titolare Settima Giornata Playoff Dunkest)

CAPITANO

Lebron James (Cleveland Cavaliers, crediti: 20,9) : dopo la prestazione di mercoledi notte non c’è più nulla da dire. E’ l’anima di questi Cavs, sta giocando con un’intensità spaventosa ed è inarrestabile. L’unico che può far saltare veramente il banco, anche su Dunkest. (Capitano Settima Giornata Playoff Dunkest)

COACH

Joe Prunty (Milwaukee Bucks, crediti: 4,9) : se amate il rischio, la scelta di Prunty non è male! i Bucks sono al capolinea e devono cercare la vittoria per riaprire la serie. E poi si sa, Boston quando va in trasferta è più vulnerabile che in casa, al TD Garden. (Head Coach  Settima Giornata Playoff Dunkest)

 

OTTAVA GIORNATA PLAYOFF DUNKEST: GUARDIE

Jrue Holiday (New Orleans Pelicans, crediti: 12,3): sta giocando quasi come James Harden, a livello Dunkest. Holiday è una forza della natura in questi playoff. Sta mantenendo un ritmo interessante di quasi 32 pdk a gara. Per chiudere la serie sul 4-0, serve l’ultima grande prova della giovane guardia dei Pelicans. (Guardia titolare Ottava Giornata Playoff Dunkest)

Occhio anche ai due fari dei Jazz, Donovan Mitchell (11 crd) e Ricky Rubio (10,3 crd), che potrebbero far saltare in banco in Gara 3 a Salt Lake City.

Marco Belinelli (Philadelphia 76ers, crediti: 7,2): come gioca il Beli! Lezioni di sesto uomo per Marco, mai cosi importante anche su Dunkest. Il suo rendimento è salito di tanto, nonostante la sua mancata propensione a rimbalzo o in altre statistiche. Se mantiene queste percentuali, può essere una buona presa per il posto da 6th. (Sesto uomo Ottava Giornata Playoff Dunkest)

ALI

Paul George (OKC, crediti: 12,3): dopo un grande Game 1, OKC ha fatto netti passi indietro. George è sceso molto, soprattutto nelle percentuali, e la sua prestazione ha nettamente condizionato l’andazzo della gara. Per tornare avanti nella serie, serve il PG dominante da 45 pdk circa su Dunkest. (Ala titolare Ottava Giornata Playoff Dunkest)

Derrick Favors (Utah Jazz, crediti: 9,6): i 43 pdk dello scorso turno certificano quanto questo giocatore sia decisivo per Utah in questa serie. E’ il miglior rimbalzista della squadra, lotta e sa anche segnare in mismatch. Sta rendendo al di sopra delle sue aspettative ed è quindi un affarone su Dunkest, soprattutto a questo prezzo. (Ala titolare Ottava Giornata Playoff Dunkest)

CENTRO

Joel Embiid  (Philadelphia 76ers, crediti: 15,8) : “The Process” è tornato subito con i botti. 30 pdk per assicurare la seconda vittoria e il vantaggio nella serie a Phila. In Gara 4 sarà ancora lui l’ago della bilancia, ne siamo certi. (Centro titolare Ottava Giornata Playoff Dunkest)

CAPITANO

James Harden (Houston Rockets, crediti: 19) : dopo una breve pausa nella scorsa gara, Harden deve ritornare a dominare in attacco. Rappresenta l’ 80% delle soluzioni offensive dei suoi, è vitale per questi Rockets. E poi, dopo le prove di James e Durant, vuole lasciare anche lui l’impronta su questi playoffs.  (Capitano Ottava Giornata Playoff Dunkest)

COACH

Alvin Gentry (New Orleans Pelicans , crediti: 6,9) : NOLA ha dimostrato di essere nettamente superiore rispetto agli uomini di Stotts. Testa, cuore e gambe ed una enorme condizione degli elementi chiave potrebbero portare, già in 4 gare, i Pelicans alle Semifinals.(Head Coach Ottava Giornata Playoff Dunkest)

Terza-Quarta Giornata Playoff Dunkest, i consigli per Gara 2

Playoff Dunkest

Playoff Dunkest, si ritorna subito in campo per la Gara 2 del primo turno dei Playoff. Più equilibrati che mai sembrano essere i giochi qualificazione quest’anno. Fattore campo violato “solo” 2 volte, ma che sorprese! Meno annunciata e veramente indecifrabile la vittoria di Indiana contro James e i Cavs. Un Oladipo stratosferico (37,5 pdk) mette la firma sulla sorpresa di Gara 1. La seconda vittoria in trasferta è stata siglata dal duo Rondo-Davis in quel di Portland: AD si porta a casa anche il pallone con 50,5 pdk, mentre Rondo conferma le sue qualità da uomo decisivo in postseason con uno score da 36 pdk.

Non deludono le attese Harden e Antetokounmpo (penalizzato dall’uscita per falli), con James e Westbrook ancora sugli scudi dopo una grande RS Dunkest. Oklahoma City in grande spolvero, considerando un fenomenale Paul George ed un ritrovato Carmelo Anthony. Sorprendono i rookie Mitchell e Tatum (entrambi in doppia-doppia), ormai due gemme anche per Dunkest, ed anche i redivivi Horford e Ibaka. Andiamo a vedere, in dettaglio, i consigli per la terza e la quarta giornata dei Playoff Dunkest..

Infortunati: Curry, Embiid, Smart, Luwawu-Cabarrot, Lauvergne;

In Dubbio: Otto Porter, Dragic, VanVleet, Anderson (HOU), Iguodala;

TERZA GIORNATA PLAYOFF DUNKEST: GUARDIE

Klay Thompson (GSW, crediti: 12,3): grande inizio per Klay in questi Playoff. Con un 11 su 14 strabiliante al tiro, è stato uno dei trascinatori dei Warriors nella vittoria con SAS. Se continua su queste percentuali, può diventare interessante anche in ottica Dunkest. (Guardia titolare Terza Giornata Playoff Dunkest)

Quinn Cook (GSW, crediti: 6,5): rimaniamo sempre in casa GSW, con il rookie Cook. Con la “game-time decision” che coinvolge Iguodala, la neo guardia Warriors può trovare minuti e palloni importanti, per migliorare il già dignitoso score di 10,5, considerando il suo prezzo e il suo ruolo ottimo. (Sesto uomo Terza Giornata Playoff Dunkest)

ALI

Kelly Olynyk (Miami Heat, crediti: 9,3): è stato il trascinatore dei Miami Heat nella gara 1. Prestazione importante sia al tiro che sotto canestro. Olynyk è il migliore degli Heat ed è, sicuramente, l’unico giocare prendibile per gara 2, auspicando un’altra sconfitta della compagine di Spoelstra. (Ala titolare Terza Giornata Playoff Dunkest)

Rudy Gay (San Antonio Spurs, crediti: 7,5): nonostante sia il sesto uomo degli Spurs, Gay ha guidato i suoi per punti nella gara inaugurale di questi Playoff. Contro GSW è difficile sfoderare ottime prestazioni Dunkest, soprattutto ora, ma Gay potrebbe essere un buon sesto per la vostra squadra.(Sesto uomo Terza Giornata Playoff Dunkest)

CENTRO

Javale McGee (GSW, crediti: 6,8) : non è il centro decisivo, quello che ti fa svoltare il punteggio. Ma, visto il prezzo e il suo esordio, McGee risulta essere al momento la migliore scelta qualità/prezzo in questa categoria di gioco. Solo rischiando si viene ripagati a Dunkest! (Centro titolare Terza Giornata Playoff Dunkest)

CAPITANO

Ben Simmons (Philadelphia 76ers, crediti: 14,9) : la modalità “asfalta tutto” sembra non essere ancora terminata per i Sixers. Ecco allora che, proprio per questo, Ben Simmons deve essere considerato il capitano per eccellenza per questa giornata. Oltre al suo esordio da 42 pdk circa, l’australiano vuole rispondere alla grande prestazione di Mitchell della scorsa notte, anche in ottica ROY. (Capitano Terza Giornata Playoff Dunkest)

COACH

Brett Brown (Houston Rockets, crediti: 7,9) : i 76ers formato Game 1 sono devastanti e possono tranquillamente bissare il risultato ottenuto. Brown, dopo tutto, è già stato considerato come la vera sorpresa in ottica Playoff tra gli allenatori. Terzo generale dopo la prima gara a 7,9 crd, ed ho detto tutto! (Head Coach Terza Giornata Playoff Dunkest)

 

QUARTA GIORNATA PLAYOFF DUNKEST: GUARDIE

Damian Lillard (Portland Trail Blazers, crediti: 14,8): La scoppola della gara inaugurale della serie deve risultare acqua passata dopodomani. Lo sa bene Dame, che non ha nessuna intenzione di sprecare totalmente il fattore campo. La PG si deve riscattare dopo una prima prestazione PO da sotto 20 pdk. (Guardia titolare Quarta Giornata Playoff Dunkest)

Terry Rozier (Boston Celtics, crediti: 10,2): l’uomo della provvidenza nel momento che conta. Non sarà il giocatore ideale per Dunkest, ma Rozier è in un momento di forma psico-fisica quasi paradisiaco. Gara 2 sarà un’altra battaglia ma,con questa qualità, Terry può diventare un fattore anche in ottica Dunkest.  (Sesto uomo Quarta Giornata Playoff Dunkest)

Un altro nome giusto per il ruolo da titolare potrebbe essere quello di Khris Middleton dei Bucks, autore di una straordinaria gara 1 domenica sera.

ALI

Giannis Antetokounmpo (Milwaukee Bucks, crediti: 18,3): Giannis sarà sicuramente infuriato e super motivato dopo il finale di Gara 1 al TD Garden e la sua espulsione per falli. La voglia di rivalsa potrebbe guidare il greco ad un ulteriore prova di forza, dopo il 42.5 pdk di ieri, oltre che i Bucks ad una insperata vittoria.  (Ala titolare Quarta Giornata Playoff Dunkest)

Serge Ibaka (Toronto Raptors, crediti: 9,7): il vero valore aggiunto di Toronto nella prima gara. Ibaka in doppia-doppia ai PO non lo si vedeva da almeno due anni. Sfruttando il periodo di forma dell’ala di origini camerunensi, potremmo accaparrarci anche una grande plusvalenza, in attesa del risveglio di DeRozan. (Ala titolare Quarta Giornata Playoff Dunkest)

CENTRO

Jusuf Nurkic (Portland Trail Blazers, crediti: 11,8) : non proprio male è stato l’impatto di Nurkic per Portland, in gara 1. Un discreto punteggio (intorno ai 25 pdk) per iniziare al meglio questa serie, in cui il bosniaco può approfittare dell’assenza di un vero centro di riferimento avversario. La lotta balcanica con Mirotic, in marcatura su Nurkic, sarà la chiave della sua prestazione. (Centro titolare Quarta Giornata Playoff Dunkest)

CAPITANO

Anthony Davis (New Orleans Pelicans, crediti: 18,9) : l’emblema della franchigia non poteva fallire l’appuntamento più importante. Davis torna su quote importanti, verso i 50 pdk e oltre, e ritorna ad essere il punto di riferimento nel ruolo più importante: il Capitano. In caso di nuovo colpaccio, occhio al punteggio finale del “23” (Capitano Quarta Giornata Playoff Dunkest)

COACH

Terry Stotts (Portland Trail Blazers, crediti: 7,1) : Portland deve rispondere al KO rimediato sabato per non compromettere la serie già dopo i 2 incontri iniziali. Stotts punta forte su Lillard e McCollum per rimediare allo svantaggio iniziale. (Head Coach Quarta Giornata Playoff Dunkest)

 

 

 

 

Playoff Dunkest, nuove regole e consigli per il 1° turno

stats corner

Playoff Dunkest, riprende la marcia dei fanta-allenatori verso il traguardo più ambito: il “mini” Larry O’Bryan Trophy della classifica cumulata Dunkest. La possibilità, quindi, di proseguire il buon percorso iniziato nella Regular Season nei Playoff.

Cambia il format NBA, cambia il regolamento dei Playoff Dunkest. Due novità fondamentali: si riparte da zero, con il rifacimento completo della rosa, con le basi fisse di crediti (95 Account Rookie, 105 Account MVP) e il cambio di penalità per i cambi (solo -2 per i PO). Da questa sera in poi, tutte le giornate saranno giornaliere, ovvero dedicate alle sole partite della serata (oggi 4 che costituiscono la prima giornata, domani altre 4 per la seconda giornata e cosi via..). Sarà possibile avere, nello stesso roster, 6 giocatori della stessa squadra (per Account Rookie, 7 per Account All-Star, 8 per Account MVP). In questo modo, ogni fanta-allenatore potrà decidere tutte le strategie possibili da applicare per le diverse fasi dei Playoff Dunkest, anche cambiando tutti i giocatori+coach in tutte le giornate (con massimo di penalità fissato a -22 pdk).

Da oggi, introduciamo anche la lista dei giocatori infortunati e in dubbio, per facilitare la vostra scelta in fase di mercato. Subito dopo, di seguito alle liste, i consigli per il primo turno dei Playoff Dunkest per tutto il proseguo delle serie.

Infortunati: Irving, Hayward, Curry, Leonard, Embiid, Luwawu-Cabarrot, Meeks (sospeso per 25 giornate).

In Dubbio: Otto Porter, Dragic, VanVleet.

PLAYOFF DUNKEST PRIMO TURNO: GUARDIE

Ben Simmons (Philadelphia 76ers, crediti: 14,5): il papabile al premio ROY 2018 è stato “retrocesso” da ala a guardia dagli admin Dunkest, visto l’effettivo ruolo ricoperto dall’australiano. Sixers che hanno favore del campo e del pronostico con Miami, sono in striscia positiva da 16 gare con altrettante vittorie: due motivi su tutti per puntare sul “must” di Phila, in assenza di Joelone Embiid. (Guardia titolare 1° turno Playoff Dunkest)

Jimmy Butler (Minnesota Timberwolves, crediti: 12): se proprio bisogna scegliere un giocatore dei Twolves, io punterei solo ed esclusivamente sull’ex Chicago. Grande esperienza nei PO, rispetto a Towns; ottimo rientro in spolvero contro Denver e Lakers e tanta voglia di stupire, nonostante il pronostico abbia girato completamente le spalle a lui e la sua franchigia. Prezzo veramente conveniente e da non sottovalutare, vista la grande possibilità che la maggior parte delle gare finiscano in over 210 punti. (Guardia titolare 1° turno Playoff Dunkest)

Rajon Rondo (32), a 10 anni dal titolo NBA, può essere una carta importante per i Pelicans. Molti più possessi per lui, rispetto alla RS, e più responsabilità in clutch-time. In ottica Dunkest, può cercare le doppie-doppie con punti ed assist.

Rajon Rondo (New Orleans Pelicans, crediti: 10): perchè no, l’uomo che non ti aspetti dalla sfida più equilibrata del lotto. Rajon di esperienza ce ne ha eccome per guidare il back-court di una contender alle Semifinals. Ad oggi, la sfida più equilibrata sulla carta e, tralasciando i due assi Davis e Lillard, con i valori medi dei roster più equilibrati. Rondo, quest’anno, ha dimostrato di tornare utile anche alla causa Dunkest, con alcune ottime prestazioni da oltre 30 pdk. Ottimo uomo per i Rookie, che devono fare i conti col poco budget a disposizione. (Guardia titolare/sesto uomo 1° turno Playoff Dunkest)

Altri consigliati, senz’ombra di dubbio, restano due dei protagonisti della stagione regolare: James Harden (Houston Rockets, crediti: 19) e Russell Westbrook (OKC, crediti: 19,5). Oltre a loro, ottime scelte anche Damian Lillard (Portland Trail Blazers, crediti: 15) e, a sorpresa,  Kris Middleton (Milwaukee Bucks, crediti: 10,5).

ALI

Lebron James (Cleveland Cavaliers, crediti: 20): non potevamo esimerci dall’inserirlo come prima ala. Lebron è l’emblema dei Playoff, ormai da anni. Questa stagione ha già scaldato anzitempo i motori, dimostrando un’assurda propensione per le triple-doppie alla sua 15esima stagione NBA. Ed è proprio su questo fattore che i fanta-allenatori si affidano per cercare il colpaccio. L’anno scorso, sempre contro Indiana al primo turno, riuscì quasi a far registrare una tripla-doppia di media. Se ripetesse tali numeri, sarebbe devastante in ottica pdk.  (Ala titolare e Capitano 1° turno Playoff Dunkest)

Kevin Durant (GSW, crediti: 17,5): un prezzo molto invitante per l’ultimo MVP delle Finals. Vista l’assenza di Curry, Durant sarà il primo riferimento offensivo della squadra di Kerr. Nonostante si trovi di fronte una difesa rocciosa come quella Spurs, KD deve dimostrare di essere presente e di poter trascinare, anche da solo, i Warriors alla vittoria. Anche lui, come LBJ, si accende ai playoff: si potrebbe accendere anche i nostri computer o telefoni ne vedere il suo punteggio Dunkest! (Ala titolare e Capitano 1° turno Playoff Dunkest)

Carmelo Anthony (OKC, crediti: 9,5) : non posso credere che la stagione di Melo possa terminare nel più assoluto anonimato, anche dopo i playoff. Dopo una RS costituita da prestazioni opache e tante critiche, Anthony può tornare ad essere protagonista nel suo terreno più congeniale. Quando il pallone pesa, Carmelo da il meglio di sè. Sarebbe il rimedio giusto per OKC in alcune situazioni di difficoltà di Westbrook e una buona occasione per i fanta-allenatori, per fare plusvalenza e buoni punteggi da sesto uomo. (Sesto uomo 1° turno Playoff Dunkest)

Carmelo Anthony (33) può essere la rivelazione di questi Playoff Dunkest, dopo una stagione ai minimi storici per il “7”.

Inoltre,non possono mancare all’appello Anthony Davis (New Orleans Pelicans, crediti: 18,5) e Giannis Antetokounmpo (Milwaukee Bucks, crediti: 18). Occasioni molto succulente sia il duo Tatum-Brown dei Celtics (9,5/9 crediti) e Rudy Gay dei San Antonio Spurs, sottotono in stagione ma buonissimo sesto uomo per Dunkest (7,5 crediti).

CENTRI

I due centri di Houston, Clint Capela e Nenè, possono diventare devastanti contro la flebile difesa di Minnesota.

Clint Capela (Houston Rockets, crediti: 13,5) : con l’arrivo di Paul, il gioco di Capela ha avuto dei vantaggi strordinari. Il pick-n-rool “made by” D’Antoni costituisce una delle assi portanti dell’attacco dei Rockets. Contro una difesa molto ballerina come quella di Minnesota, il numero “15” può benissimo collezionare ottime prestazioni, con un’alta percentuale dal campo. Doppia-doppia “alert” per CC. (Centro titolare 1° turno Playoff Dunkest)

Amir Johnson (Philadelphia 76ers, crediti: 7,5) : in assenza di Embiid, il posto da titolare da centro se lo giocheranno lui ed Holmes. Una buona possibilità per Johnson che se la vedrà con il suo omonimo di Miami in un interessante lotta a rimbalzo. Potrebbe essere Amir la vera sorpresa del primo turno per la categoria lunghi di Dunkest. (Sesto uomo 1° turno Playoff Dunkest)

Da evitare, a mio avviso, Towns di Minnesota (17,5 crediti), alla sua prima esperienza ai playoff e con un prezzo molto alto per le sue reali potenzialità. Steven Adams (OKC, crediti: 11,5) è uomo da playoff e può risultare uno dei migliori, Valanciunas dei Raptors è un’incognita (10,5 crediti). Per lo stesso motivo elencato in precedenza, occhio a Nenè (Houston Rockets, crediti: 7) per una buona plusvalenza.

COACH

Billy Donovan (OKC, crediti: 8) : quando si inizia a fare sul serio ad Oklahoma? Sicuramente Donovan si sarà stancato delle critiche sulla sua franchigia e vorrà una prova d’orgoglio da parte dei suoi contro Utah. La squadra per far bene c’è e sarebbe ideale arrivare alle possibili Semifinals con Houston con meno partite sulla gambe. Possibile 4-0, 4-1.

Alvin Gentry ( New Orleans Pelicans, crediti. 6) : in vista di una possibile gara 7 tra Portland e New Orleans, la scelta di Gentry potrebbe rivelarsi ottima anche per riservare una parte del “capitale” per migliori giocatori in quintetto o in panchina. Non è da escludere, tuttavia, anche un passaggio del turno dei Pelicans in meno gare. Serie imprevedibile!

Joe Prunty alla giuda del possibile miracolo del primo turno. Bucks-Celtics non sarà serie scontata, nonostante i precedenti dicano altro.

Oltre a loro, si può provare anche Joe Prunty (Milwaukee Bucks, crediti: 5,5) per gli amanti del rischio. Anche nella serie tra Boston e Milwaukee, non sarebbe totalmente inaspettata una gara 6 o 7, viste le difficoltà dei Celtics.

 

Cinquantunesima giornata Dunkest, ultimo canto di RS

Cinquantunesima giornata Dunkest

Cinquantunesima giornata Dunkest che coincide con l’ultimo giorno di RS 2017-2018. E’ stata una stagione molto entusiasmante sia a livello di fanta-basket che sul parquet di tutti e 30 i palazzetti della NBA. Per quanto riguarda la nostra lega, “NBAPASSION Official”, lotta ancora aperta per l’assegnazione del secondo posto tra Olympians e Sospetto Team, divise rispettivamente da circa 11 pdk. Primo assoluto e primo vincitore della nostra lega (prima volta per noi su Dunkest), Francesco Cusaro con i suoi VilleRegal con 16448.96 pdk in totale.

Tornando alle questioni odierne, dedicate alla giornata numero 51, l’attenzione è puntata sulla Western Conference dove Minnesota Timberwolves e Denver Nuggets si giocano l’ultimo accesso per la griglia playoff. Interessanti per i piazzamenti le sfide tra Utah e Portland e tra San Antonio e New Orleans, per delineare i prossimi accoppiamenti in un arrivo quantomai in volata di gruppo. Concentrandoci in ottica Dunkest, meglio focalizzare la formazione sull’Ovest, visti in maggiori interessi in ballo, per evitare possibili riposi precauzionali a sorpresa (come Antetokounmpo due giornate fa). L’obiettivo minimo è cercare plusvalenze per i playoff: ecco, allora, gli ultimi consigli per questa RS Dunkest.

P.S: i giocatori delle squadre mancanti nella 51esima giornata (Atlanta, Charlotte, Dallas, Golden State, Indiana e Phoenix) prenderanno TUTTI (allenatori e infortunati compresi) il loro punteggio medio.

CINQUANTUNESIMA GIORNATA DUNKEST: GUARDIE

JJ Redick (Philadelphia 76ers, crediti: 11,6) : il tiratore americano sta sfoderando delle ultime giornate Dunkest ottime, pur non essendo giocare molto indicando per il fantabasket in questione. Ha una media di circa 25 pdk nelle ultime 4 e Phila vuole il terzo posto ad Est. Per farlo, Redick e i suoi devono vincere con i Bucks: la guardia numero “17” può ripetere una prestazione da media. (Sesto uomo Cinquantunesima giornata Dunkest)

Jimmy Butler (Minnesota Timberwolves, crediti: 15,9) : il rientrante Jimmy ha subito trascinato i suoi ad una vittoria fondamentale contro i Lakers e si è confermato a buoni livelli contro Memphis. Nonostante non disponga della migliore condizione fisica, l’ex Bulls deve essere un fattore questa sera a Minneapolis. I playoff di Minny dipendono in maggior luogo dalla sua influenza in campo. (Guardia titolare Cinquantunesima giornata Dunkest)

ALI

Julius Randle (Los Angeles Lakers, crediti: 15,5) : con la moria di ali che c’è in casa Lakers, Randle può essere una buona scelta “low cost”, rispetto, ai big da schierare da titolare. Inoltre, motivazioni in più per il derby allo Staples contro i cugini dei Clippers. Sarà sicuramente partita ad alto punteggio e con tanti possessi per Randle. (Ala titolare Cinquantunesima giornata Dunkest)

Jaylen Brown (Boston celtics, crediti: 10,1) : in vista dei playoff senza Hayward e Irving, i due capitani della franchigia, Brown e Tatum stanno provando a fare da trascinatore in queste ultime partite di RS. Meglio Jaylen di Jayson, con il 23enne che sta mettendo a referto 28 punti di media nelle ultime 4 partite. Per Dunkest, una buona presa per il ruolo di sesto. (Sesto uomo Cinquantunesima giornata Dunkest)

CENTRO

Steven Adams (OKC, crediti: 15,2) : il neozelandese deve cercare di ritrovare una nuova dimensione di forma in vista dei playoff. Il suo valore è sceso molto, come la sua media pdk per Dunkest. Contro i Grizzlies ha la possibilità di dominare e ritornare sopra quota 30. OKC deve evitare il settimo posto, che significherebbe Warriors al primo turno. (Centro titolare Cinquantunesima giornata Dunkest)

CINQUANTUNESIMA GIORNATA DUNKEST: CAPITANO

Russell Westbrook ( OKC, crediti: 25,5): oltre ai motivi dapprima elencati, Broodie è a caccia della leggenda vera e propria: deve raccogliere 16 rimbalzi per riuscire a realizzare un’altra stagione da tripla-doppia di media. Per riuscirci, punta forte ad una grande “3-2” come nello scorso turno (53,75 pdk): le condizioni ci sono tutte per fare l’impossibile.

COACH

Tyronn Lue (Cleveland Cavaliers, crediti: 8,7): l’investimento che non ti aspetti in vista dei playoff. Vista la difficoltà di interpretazione degli altri match, meglio andare sul sicuro ed accaparrarsi un allenatore sottoprezzato e da tenere d’occhio in vista del primo turno.

 

A breve, sarà pubblicato uno “Speciale Playoff Dunkest”, con tutti i colpi relativi alla post-season del fantabasket più bello d’Italia e con le puntualizzazioni al regolamento. Buon ultima giornata di RS!

 

LEGGI ANCHE: 

Fantabasket i nostri consigli ed il nostro campionato Dunkest

Quarantottesima giornata Dunkest, tre uomini sul piedistallo

Quarantottesima giornata Dunkest

Quarantottesima giornata Dunkest, ultime nottate dedicate alla regular season e dopo sarà spettacolo. Quasi tutto pronto nella Eastern Conference, dove mancano solo due squadre all’appello. Western Conference dove c’è ancora molto da decidere: Portland, a sorpresa, si issa al terzo posto e si qualifica in anticipo per i PO.

Passando a Dunkest, ci sono tre giocatori da tenere d’occhio per queste ultime gare: Lebron James perchè non smette mai di voler dimostrare qualcosa a se stesso e all’intero mondo del basket. Il 33enne di Akron sembra giocare in scioltezza ed è pronto a trascinare i suoi Cavs il più lontano possibile. Russell Westbrook e Ben Simmons stanno dimostrando una buona continuità: Westbrook sta per ripetere la storica stagione della “tripla-doppia” di media, solo per zittire chi diceva che quell’impresa sarebbe stata irripetibile; Simmons, invece, sta trascinando Phila ad una striscia di vittorie che non si vedeva da anni nella città di Rocky, mostrando una maturità unica. Andiamo quindi a vedere i consigli di giornata..

Quarantottesima giornata Dunkest: GUARDIE

David Nwaba (Chicago Bulls, crediti: 5,5) : Chicago è in balia delle onde e sta già pensando al Draft. Nonostante il contesto non positivo, Nwaba sta trovando buono spazio e ottime prestazioni da titolare. Contro Charlotte in casa, la possibilità di fare ancora meglio e raggiungere quota 20 pdk. (Panchinaro Quarantottesima giornata Dunkest)

John Wall (Washington Wizards, crediti: 15,4) : in vista dei playoff un buon colpo in saldo per il primo turno. E’ tornato la scorsa notte e cercherà di ritrovare la forma ideale in vista del grande appuntamento di stagione. Con Houston in totale relax possono arrivare punti importanti.(Guardia titolare Quarantottesima giornata Dunkest)

ALI

Ben Simmons (Philadelphia 76ers, crediti: 20,7) : i 76ers sono in lotta per il terzo posto ad Est con i Cavs. Ben come Lebron, unico trascinatore di una franchigia che però sogna in grande per i PO. Contro Memphis può puntare ad un’altra tripla doppia.(Ala titolare Quarantottesima giornata Dunkest)

Michael Beasley (New York Knicks, crediti: 8,7) : il nostro idolo indiscusso, dopo Felicio, arriva dal quarto “trentello” della stagione. Se gli si accende la lampadina, contro Orlando può fare lo sfacelo al MSG. (Sesto uomo Quarantottesima giornata Dunkest)

CENTRO

Kelly Olynyk (Miami Heat, crediti: 10,6): gli Heat sono ancora in caccia della qualificazione e contro Atlanta deve arrivare la vittoria larga e convincente. Olynyk ha sfiorato la tripla-doppia nell’ultima giornata ed è in costante crescita. Può essere un buon acquisto a basso prezzo.  (Centro titolare Quarantottesima giornata Dunkest)

Quarantottesima giornata Dunkest: CAPITANO

Russell Westbrook (OKC, crediti: 24,6) : il capitano di questa giornata non può che essere Russ, in cerca dell’ennesimo, impossibile record. Non sarebbe nuovo a questo: si tratta di un repeat, un’altra stagione in tripla-doppia di media. Per farlo serve accumulare più 3-2 possibili. 

LEGGI ANCHE: 

Fantabasket i nostri consigli ed il nostro campionato Dunkest

 

Quarantaseiesima giornata Dunkest, meno due settimane al termine

Brooklyn Nets 2018/2019

Quarantaseiesima giornata Dunkest, una guerra serrata per gli ultimi posti playoff. 7 spot su 16 sono già stati assegnati. Interessi che ruotano intorno a queste squadre, in particolare ad Ovest. Per questoo, i consigli di questa giornata saranno incentrati proprio su queste franchigie.

Con Kyrie Irving, Steph Curry out fino al primo turno playoff, sembra opportuno puntare su altri uomini-franchigia come Davis e Westbrook. In calo Harden e Antetokounmpo, già in modalità playoff. Andiamo a vedere i consigli di questa giornata Dunkest…

GUARDIE

Donovan Mitchell  (Utah Jazz, crediti: 12,6) : il rookie dei Jazz sta battendo record su record. Il precoce fenomeno statunitense ha tante motivazioni ancora ad alimentarlo: la possibilità di lottare per il ROY con Ben Simmons e ,soprattutto, la qualificazione ai playoff. Anche Boston deve soccombere sotto i suoi colpi, nonostante gli sfavori del pronostico.  (Guardia titolare Quarantaseiesima giornata Dunkest)

Eric Bledsoe (Milwaukee Bucks, crediti: 13,4) : la guardia dei Bucks sta giocando il suo miglior basket di stagione. Ultimi due turni sul 26 pdk di media, contro Chicago e San Antonio. Per mettere il punto esclamativo sulla qualificazione playoff della sua compagine, serve una grande prestazione contro LAC.  (Guardia titolare Quarantaseiesima giornata Dunkest)

ALI

LaMarcus Aldridge  (San Antonio Spurs, crediti: 16,8) : il trascinatore degli Spurs in questa stagione ha alzato notevolmente il livello nell’ultima settimana. Nominato giocatore della settimana ad Ovest, non vuole fermare la sua corsa verso i PO. Contro Washington, la possibilità di dominare a rimbalzo e di avvicinare le ultime prestazioni. (Ala titolare Quarantaseiesima giornata Dunkest)

Kevon Looney (GSW, crediti: 6) : tutti a riposo in vista della post-season in casa Warriors. Looney può ritagliarsi un buono spazio contro i Pacers e nelle prossime partite. Un buon sesto uomo low-cost per il finale della stagione. (Sesto uomo Quarantaseiesima giornata Dunkest)

 

CENTRO

Nikola Jokic (Denver Nuggets, crediti: 21,6): Toronto sembra aver staccato la spina, visto il rallentamento dei Celtics dietro. Ultima spiaggia, quindi, per i Denver Nuggets di Jokic. Il serbo ha trovato una grande continuità nella seconda parte di stagione, constatemente vicino alla tripla-doppia. Può essere la sorpresa tra i big.  (Centro titolare  Quarantaseiesima giornata Dunkest)

CAPITANO

Karl-Anthony Towns (Minnesota Timberwolves, crediti: 23,3) : i Twolves sono ancora in cerca del pass per i playoff. Partita comoda in casa contro Atlanta, dove il centro originario della Rep. Dominicana può dominare in lungo e largo. 

COACH

Kenny Atkinson (Brooklyn Nets, crediti: 4,1) : molte più motivazioni per i Nets e soprattutto per Atkinson, che deve superare le 23 vittorie stagionali per evitare l’esonero a fine stagione. Contro Orlando la prima di 7 occasioni per raggiungere quota 24.

LEGGI ANCHE: 

Fantabasket i nostri consigli ed il nostro campionato Dunkest

Quarantaquattresima giornata Dunkest, tensione alternata in California

Lowry-Raptors-Raptors-DeRozan-DeMar DeRozan Lowry Quarantaquattresima giornata Dunkest

Quarantaquattresima giornata Dunkest, su chi puntare per ogni reparto? Andiamo a vedere i vari giocatori su cui poter puntare. Le luci della NBA sono sempre puntate su di loro sia perchè sono state le dominatrici delle ultime tre stagioni, sia perchè sono le squadre più seguite al mondo. Ma non sempre tutto può andare liscio: Cleveland sta vivendo una stagione deludente con tanti cambi di giocatori e con gli ultimi problemi legati a Lue; Golden State, causa infortuni, sta perdendo terreno da Houston e vede allontanarsi il primo posto assoluto ad Ovest, dopo quattro anni di dominio.

In questo senso, per le prossime partite Dunkest potrebbe essere una buona mossa evitare giocatori delle due “big”, tranne l’onnipotente LeBron. Giornata numero 44 compressa in due giorni e con un solo scontro diretto tra Boston e i Trail Blazers di uno scatenato Damian Lillard. Dopo questo breve sunto, andiamo a vedere i consigliati per questo turno Dunkest..

Quarantaquattresima giornata Dunkest: GUARDIE

Kyle Lowry  (Toronto Raptors, crediti: 16,6) : nonostante il ritorno a pieno regime di DeRozan dall’infortunio, Lowry è in questo momento il faro dei Raptors. Partita semplice, in casa, contro Brooklyn: nelle ultime gare, Lowry viaggia a 30 pdk di media.  (Guardia titolare Quarantaquattresima giornata Dunkest)

Kemba Walker (Charlotte Hornets, crediti: 16) : Charlotte-Memphis è una partita che non mette niente in palio ai fini della qualificazione playoff. Squadre ormai quasi in vacanza e ritmi che si abbassano notevolmente. Tuttavia, queste partite possono diventare terra fertile per grandi partite: guardate, per esempio, il 32-30 di Howard di questa notte! (Guardia titolare Quarantaquattresima giornata Dunkest)

ALI

Nikola Mirotic (New Orleans Pelicans, crediti: 11) : nella corsa ai playoff, New Orleans non può dipendere esclusivamente da Anthony Davis. L’apporto del serbo, quindi, può essere molto importante dalla panchina. Partita contro i Lakers che potrebbe essere da oltre 22 punti, quindi tanti possessi a disposizione per fare una buona prestazione. (Sesto uomo Quarantaquattresima giornata Dunkest)

Kyle O’Quinn (New York Knicks, crediti: 8,6) : L’ala dei Knicks, dopo l’infortunio di Porzingis, è cresciuta molto a livello di punteggi. Negli ultimi 5 match, O’Quinn viaggia a 20 pdk di media, ottimo punteggio di base per un buon sesto uomo. Nonostante il prezzo tendenzialmente alto, una buona presa per il finale di stagione. (Sesto uomo Quarantaquattresima giornata Dunkest)

 

CENTRO

De Andre Jordan (Los Angeles Clippers, crediti: 18,7): il centro di LAC viene da due partite sottotono, con punteggi inferiori al 30 che di solito è la media stagionale di DAJ. Contro i Pacers, i Clippers devono vincere per contrattaccare Utah in zona “ottavo posto” ad Ovest. Doppia-doppia abbondante non impossibile! (Centro titolare Quarantaquattresima giornata Dunkest)

CAPITANO

Lebron James (Cleveland Cavaliers, crediti: 26,1) : oramai, non ci sono più parole per descrivere lo strapotere di questo giocatore. Possiamo solo dire che è lui che decide le sorti della sua franchigia ed è l’unico giocatore “prendibile” dei Cavs, in questo momento della stagione. Phoenix può diventare carne da macello per il Re. 

COACH

Joe Prunty (Milwaukee Bucks, crediti: 6,4) : Milwaukee deve certificare il passaggio ai playoff con una vittoria a Chicago, per allontanare definitivamente un possibile recupero dei Pistons.

LEGGI ANCHE: 

Fantabasket i nostri consigli ed il nostro campionato Dunkest

Quarantatreesima giornata Dunkest, infervora la lotta playoff ad Ovest

Quarantatreesima giornata Dunkest

La quarantatreesima giornata Dunkest si presenta come una delle più interessanti per la corsa ai playoff 2018. Domenica ricca di match equilibrati e chiave per il proseguo della stagione: oltre a Toronto-OKC, il programma odierno prevede New Orleans Pelicans-Boston Celtics e Minnesota Twolves-Houston Rockets. A completare il tutto, le sfide cruciali del ricchissimo lunedì 19 (con 8 partite Dunkest in programma) tra Cleveland e Bucks e tra GSW e San Antonio Spurs.

Punto focale su cui concentrarsi, purtroppo, sono le assenze e le infortuni. Boston e Golden State praticamente decimate: Durant, Curry e Thompson per i calforniani; Smart, Brown (in dubbio), Irving per i Celtics. Alcuni tra questi sono in fase di recupero, ma meglio evitare “match decisions” incerte. In ottica Dunkest, missione “sicurezza” per tutti i fantallenatori. Puntare sugli uomini-franchigia più in forma sembra la scelta più azzeccata: andiamo a vedere quali tra questi ultimi sono presenti nei consueti consigli di giornata..

GUARDIE

Ricky Rubio (Utah Jazz, crediti: 12,3) : una delle poche point-guard consigliabili in questa giornata. Utah gioca in casa contro Atlanta, prima squadra ad arrivare a quota 50 sconfitte ad Est. Difesa Hawks al limite dell’osceno e Jazz che non possono fermarsi per inseguire il sogno playoff. Rubio non è giocatore costante, ma può certamente toccare punteggi importanti, anche sopra quota 40 pdk. (Guardia titolare Quarantatreesima giornata Dunkest)

Damian Lillard (Portland Trail Blazers, crediti: 18) : è decisamente il momento di Dame e di Portland in generale. 12 vittorie consecutive e terzo posto con distacco ad Ovest. Partita ostica ma ad alto punteggio quella contro i Clippers, ancora in lotta playoff nonostante la trade Griffin. Confermato anche questa settimana: come si fa a non scegliere un giocatore che viaggia a quasi 30 PPG di media da un mese? (Guardia titolare Quarantatreesima giornata Dunkest)

ALI

Draymond Green (GSW, crediti: 18,8) : l’unico superstite della Baia deve traghettare i giovani GSW formato emergenza il più lontano possibile. Houston non sembra fermarsi e il primo posto si allontana inesorabilmente. Il buon Green può sempre portare a casa un buon gruzzolo di punti, con tripla-doppia annessa. (Ala titolare Quarantatreesima giornata Dunkest)

Bam Adebayo  (Miami Heat, crediti: 8,7) : uno dei prescelti di inizio stagione tra i rookie, in ottica Dunkest, torna nella nostra rubrica. Adebayo viene da un buon 20.25 pdk contro i Lakers. Partita in casa contro dei Nuggets in difficoltà: con un minutaggio decente, Bam dovrebbe confermarsi sopra la soglia dei 20 pdk. (Sesto uomo Quarantatreesima giornata Dunkest)

CENTRO

Enes Kanter  (New York Knicks, crediti: 15,4): il turco non è in un periodo splendente ma la sfida contro i Bulls potrebbe significare vittoria e super punteggio. Kanter potrebbe aver vita facile contro i lunghi di Chicago, anche se sarà sfida vera con il “re” brasiliano Felicio. Doppia-doppia probabile e ottimo punteggio assicurato. (Centro titolare Quarantatreesima giornata Dunkest)

CAPITANO

Lebron James (Cleveland Cavaliers, crediti: 25,4) : il King sta giocando il miglior basket della sua carriera. Le 15 triple-doppie lo testimoniano, le medie lo certificano: 27.1 PPG, 8.6 RPG e 9.0 APG. Solo Russell Westbrook ha fatto poco meglio di lui nel totale. Contro Milwaukee e Antetokounmpo, Lebron vuole lasciare ancora il suo graffio letale per l’ennesima volta in stagione.

COACH

Stef Van Gundy (Detroit Pistons, crediti: 4) : non possiamo esimerci dal puntare, per l’ultima volta, sui deludenti Pistons. Ultima spiaggia per gli uomini di Van Gundy contro Sacramento: in caso contrario, a Detroit la post-season la seguiranno dal sofà di casa.

LEGGI ANCHE: 

Fantabasket i nostri consigli ed il nostro campionato Dunkest