Irving dedica le nuove Nike Kyrie 5 alla sua fiction preferita: “Friends”

Kyrie Irving-Nike Kyrie 5

Tre giorni fa sono state mostrate sull’account Instagram di Sneaker Speculation, le nuove scarpe della Nike targate Kyrie Irving. Come scritto nella descrizione del post, per la colorazione delle scarpe, l’azienda di abbigliamento si è ispirata alla tanto famosa fiction “Friends“.

Ecco le nuove Nike Kyrie 5

La richiesta è arrivata direttamente del plymaker dei Boston Celtics, che è un grande fan della serie TV. Infatti i colori delle sue nuove Nike Kyrie 5 sono stati scelti in onore di serie cult e di grandissimo successo negli anni passati, aggiungendo il titolo sotto al logo della Nike.

E’ risaputo che Irving sia un accanito fan della fiction “Friends”, come ben dimostra anche il fatto che ha tatuato sull’avambraccio il logo della serie TV. Tatuaggio, che lo stesso Kyrie, ha dichiarato di aver fatto in giovane età con un amico, anche appassionato della fiction. Per lui questa serie TV ha un significato speciale.

Per me, Friends, è stato uno di quelle fiction televisive che mi ha segnato ha dichiarato il numero 11 dei Celtics in un’intervista rilasciata a Jack Moore, giornalista di GQ, nel 2015. “Considerate che quando ho iniziato a vedere Friends ero molto piccolo. Un giorno mi sono seduto sul divano ho acceso la TV e ho visto un’intera stagione, o quasi. Proprio quel giorno mi sono innamorato dello show. Ovviamente, quando ero un ragazzino, molte cose non avevano senso per me, e non capivo molte battute per via della mia giovane età. Ma ora le riesco a comprendere tutte e mi piace lo stesso come allora“.

Per chi fosse interessato alle scarpe, non è ancora stato reso pubblico il giorno dell’uscita, ma hanno detto che presto ci saranno aggiornamenti.

One shoe, one icon: Air Jordan XI “Win Like ’82”

Air Jordan XI "Win Like '82"

E’ arrivata la Air Jordan XI “Win Like ’82”

Un omaggio agli anni di MJ al college e alla vittoria in campionato nel 1982. Air Jordan XI “Win Like ’82” è realizzata in pelle premium, con dettagli blu che simboleggiano la svolta da stella emergente a vera leggenda.

Alcuni dei più grandi cestisti del campionato hanno intrattenuto il loro primo pubblico nazionale durante il torneo dei college nel 1982. Tra di loro c’era Michael Jordan, una matricola di 19 anni che mise a segno un tiro in sospensione quando mancavano solo 17 secondi per risollevare le sorti della squadra. Da quel momento, la sua ascesa nell’Olimpo delle stelle del basket non ha conosciuto sosta. La nuovissima colorway di Air Jordan XI, con dettagli University Blue, rende omaggio al suo college e alla vittoria del 1982 che segnò la nascita di una leggenda.

Costo scarpa? 202 euro.
Potete trovarla sullo store online del sito NIKE

Air Jordan XI "Win Like '82"
Air Jordan XI “Win Like ’82”

 

One Shoe, One Icon: adidas Dame 4

adidas Dame 4

One Shoe, One Icon: adidas Dame 4 pronta all’uscita pochi giorni dopo l’inizio della stagione regolare in NBA. 

Come gli scorsi anni, l’inizio della stagione cestistica negli USA coincide anche con il lancio di alcune tra le sneakers più cool del mercato delle calzature sportive. In particolare stiamo parlando delle Dame 4, la quarta edizione delle sneakers create da adidas in collaborazione con il playmaker dei Portland Trail Blazers Damian Lillard.

Le Dame 4 sono senza alcun dubbio tra le signature shoes più forti sul mercato per quanto

Ecco le adidas Dame 4 nella versione bianconera

riguarda il brand tedesco, nonostante il colpo grosso lo abbiano già fatto con le Harden vol. 1. Lillard si presenta come il secondo volto adidas, dopo il numero 13 dei Rockets, e da lui, in termini di vendite, l’azienda bavarese si aspetta molto.

adidas Dame 4: Design e materiali

adidas DLillard 4 cambia molto il design rispetto alla terza ‘creatura’ indossata da Dame: il taglio rimane lo stesso, una via di mezzo tra l’high cut e il low cut, proprio come la linea di Kyrie, forse il maggior rivale tra le signature shoes non di punta dei brand. I materiali sono invariati, ma cambia, come già detto, l’aspetto della scarpa. Scomparsi la linguetta che arrivava fino alla parte finale della tibia e il logo di Lillard, quella D proprio sulla linguetta. Al loro posto le tre strisce caratteristiche di adidas e un design che valorizza molto i colori e le differenze cromatiche.

Qui invece le Dame nella versione total white

Prezzo e data di lancio dell’adidas Dame 4

Il lancio delle adidas Dame 4 è previsto per venerdì 20 ottobre, appena dopo l’inizio della regular season 2017/18, in cui si spera il numero 0 sia uno tra i protagonisti assoluti. Fino ad ora, dalle immagini postate su Instagram da Lillard o rubate sul web, si può notare come le colorways disponibile dovrebbero essere inizialmente due, una completamente bianca con la suola mdi un beige chiaro e l’altra con la tomaia sempre bianca e gli inserti e i particolari in nero. Il prezzo iniziale sarà $115, forse un po’ alto, ma in poco più di un mese, a partire dal Black Friday, il prezzo inizierà a calare molto.

One Shoe, One Icon: KD 10

Nike KD 10

Come è già successo per MJ, per Kobe Bryant e per “The King” LeBron James, è l’ora che la serie di calzature sportive con il nome di Kevin Durant vada in doppia cifra: infatti, dopo l’uscita, lo scorso anno, delle Nike KD 9, ora sono state svelate le Nike KD 10. Sembra essere passata una vita da quel 1 gennaio 2009, quando Kevin Durant si unì a Kobe e LeBron per formare la triade delle signature shoes made in Nike. Nike KD 10 dalle quali ci si aspetta molto, soprattutto a causa dell’importanza che il brand dell’Oregon dà alle scarpe che rappresentano un numero tondo, basti pensare alle Kobe X, uno dei maggiori successi di casa Nike.

Data di uscita

La data in cui saranno disponibili le Nike KD 10 non era all’inizio certa ma si è rivelata essere il 5 giugno, come affermato da diverse testate a stelle e strisce. Dunque Durant le ha provate per la prima volta durante le Finals NBA, che hanno preso il via contro i Cleveland Cavaliers

Nike KD 10

Qui il logo KD con la Nike, sempre presente sulle sue scarpeC’è anche da dire, però, che prima di indossarle in un evento di tale importanza il numero 35 di Golden State le ha provate innumerevoli volte in allenamento per trovarsi a suo agio.

Look e design

Il design delle Nike KD 10 non è ancora stato svelato al grande pubblico, ma i punti cardine della linea KD dovrebbero essere rispettati in ogni caso: leggerezza e protezione. Infatti, nonostante il look delle sneakers sia cambiato molto durante questi anni, questi elementi sono rimasti in tutte le calzature, a partire dalle KD Trey 5, di taglio alto, ma anche nella sesta edizione, low cut. Si presume che sia impiantata una tomaia in flyknit, materiale sempre più utilizzato da Nike e come sistema di ammortizzamento Zoom Air lungo tutta la suola, ma si può essere smentiti da un momento all’altro anche solo pensando alle Nike PG1, decisamente controcorrente per look e materiali rispetto alla strada che Nike aveva intrapreso fino a quel momento.

Prezzo delle Nike KD 10

Il prezzo dovrebbe essere il punto dolente della scarpa. 150$ per un paio di sneaker è troppo, soprattutto in confronto ai minacciosi rivali, che stanno abbassando sempre di più i prezzi e riducendo il gap con Nike, che fino a poco fa sembrava sempre più pronta per monopolizzare il mercato calzaturiero sportivo.

Non ci resta che aspettare il 5 giugno, per vedere le KD 10, il decimo gioiello firmato Kevin Durant, quarto giocatore nella storia ad arrivarci con Nike. Stay tuned!

Adidas J Wall 2

Adidas J Wall 2

Dopo la prima sorprendente edizione, Adidas ripropone le J Wall come uno dei prodotti di punta perla stagione 2016/17, nella sua seconda versione, attendendo la terza edizione di cui non si conosce la data di lancio, ma di presunta imminente uscita.

Caratteristiche

La tomaia ha diversi materiali in base alle versioni della scarpa: tessuto o materiale sintetico. Nel primo si preferisce la durabilità, nel secondo la comodità. Inoltre sono presenti, a causa del riscontro positivo ricevuto nell’edizione precedente, due fasce che si intersecano direttamente nella linguetta per aumentare la stabilità ed evitare bruschi movimenti da parte della caviglia. Il sistema di ammortizzamento è formato dalla schiuma “Adiprene+”, che offre una buona protezione al piede.

Ecco le adidas J Wall 2

Aspetto

Per quanto riguarda l’estetica, la calzatura è solamente una versione personalizzata di John Wall delle Adidas Crazyquick 3, già uscite in precedenza: infatti il design è pressoché identico ed anche le due strisce laterali sono simili alla scarpa Adidas. Gli unici segni di personalizzazione sono visibile sulla suola, dove c’è la scritta JW, le iniziali dell’atleta, ed altri messaggi personali come “Mama’s Boy”, “Great Wall”, “Raleigh”, “Five Deep” e “919”; sul lato della scarpa invece c’è il simbolo del playmaker numero 2 degli Wizard.

Costo e Colorazioni

Il costo della scarpa è molto variabile, infatti sul web si può trovare a €65, come anche a €145, a seconda delle colorazioni. Le sneakers di John Wall sono inizialmente uscite nelle classiche versioni “Home” e “Away”, ma successivamente ci sono anche state le colorazioni “Year of the Monkey”, per il Capodanno cinese, “DC Blue”, “Christmas”, “Take on Summer” e altre ancora.

Conclusioni

Le Adidas J Wall 2 sono dotate di buona ammortizzazione e da un bell’aspetto, ma il maggior ‘pro’ è il costo molto contenuto. L’unica pecca è l’assenza di novità: non ci resta che aspettare le Wall 3.

Air Jordan VI Black, simbolo di grandezza

Air Jordan VI Black

Nel 1991, il numero 23 ha conquistato il suo primo titolo in assoluto indossando l’iconica Air Jordan VI. Il leggendario design di Tinker Hatfield non aveva pari e traeva ispirazione dalle auto sportive, con una linguetta a forma di alettone sul tallone e altri dettagli esclusivi, come il collo in neoprene e i fori nella linguetta per indossarla e toglierla in modo più veloce.

Dopo 25 anni, la Air Jordan VI è ancora un simbolo di grandezza, con una nuova struttura in pelle nera, una nuova finitura traforata, lacci rifrangenti e sottili rifiniture bianche.

Air Jordan VI Black
Air Jordan VI Black
AIR JORDAN VI

Dopo aver messo a segno il tiro che è valso a North Carolina il titolo nazionale, Michael Jordan è rimasto saldamente sotto i riflettori del mondo del basket. Nel 1985, Jordan è sceso in campo indossando la Air Jordan I originale, sbaragliando gli avversari e cambiando per sempre le regole del gioco. Ha ottenuto così l’ammirazione dei fan di tutto il mondo.

VANTAGGI

  • Tomaia in pelle traforata per traspirabilità e comfort
  • Intersuola in phylon con unità Air-Sole visibile sul tallone per un’ammortizzazione ideale
  • Suola semitrasparente per trazione e resistenza ottimali

Air Jordan XII Low, edizione a taglio basso Max Orange

AIR JORDAN XII LOW MAX ORANGE

La Air Jordan XII 1996-1997 fece il proprio debutto quando il numero 23 stava per conquistare il quinto titolo in carriera. Questo design lussuoso venne riproposto a basso profilo per la prima riedizione in stile retrò del 2004. Oggi, nel 2017, la tradizione della Air Jordan XII prosegue con l’edizione a taglio basso “Max Orange”.

Dopo aver messo a segno il tiro che è valso a North Carolina il titolo nazionale, Michael Jordan è rimasto saldamente sotto i riflettori del mondo del basket. Nel 1985, Jordan è sceso in campo indossando la Air Jordan I originale, sbaragliando gli avversari e cambiando per sempre le regole del gioco. Ha ottenuto così l’ammirazione dei fan di tutto il mondo.

AIR JORDAN XII LOW MAX ORANGE
AIR JORDAN XII LOW
MAX ORANGE

VANTAGGI

  • Tomaia in pelle per un supporto ottimale
  • Unità Nike Zoom Air a tutta lunghezza per un’ammortizzazione reattiva
  • Suola in gomma per la massima trazione su qualsiasi superficie

Air Jordan XV Retro “OG”

AIR JORDAN XV OG

Air Jordan XV Retro OG

Disponibile da oggi sul sito ufficiale della Nike, l’Air Jordan XV Retro OG, torna a volare, con il suo design futuristico e l’elegante colorazione stealth-black.

Pur portando avanti la linea Air Jordan, la Air Jordan XV non fece parlare molto di sé dopo il lancio avvenuto nel 1999-2000. L’esclusivo look della scarpa era ispirato all’aereo da caccia Stealth, e la Air Jordan XV rappresentò anche il design finale del primo modello della serie iconica firmata da Tinker Hatfield. Oggi il design originale torna in nero, con dettagli ed elementi distintivi del marchio in varsity red.

Dopo aver messo a segno il tiro che è valso a North Carolina il titolo nazionale, Michael Jordan è rimasto saldamente sotto i riflettori del mondo del basket. Nel 1985, Jordan è sceso in campo indossando la Air Jordan I originale, sbaragliando gli avversari e cambiando per sempre le regole del gioco. Ha ottenuto così l’ammirazione dei fan di tutto il mondo.

AIR JORDAN XV OG
IL MODELLO DI AIR JORDAN, XV

 Prezzo scarpa: 192,00 €
Disponibile sul sito ufficiale della Nike: www.nike.com

Nike Kyrie 3

Nike Kyrie 3

kyrie-3-white-blue
Ecco le Kyrie 3 dall’alto

Avvicinandosi le festività natalizie, aumenta anche tra i fanatici delle sneakers l’attesa per la nuova scarpa firmata dal neo campione NBA Kyrie Irving. Nel dicembre del 2015 Nike mise sul mercato le Kyrie 2, dopo il grande successo della prima edizione. Come ci si aspettava l’azienda dell’Oregon ha fatto un successo con queste sneakers, insieme a KD 9, LeBron 13 e Kobe 11, sono state le scarpe più vendute da Nike in questa stagione e nel mercato hanno avuto come unico avversario Under Armour e le sue Curry.

Ormai l’attesa dell’arrivo nei negozi delle nuova Nike Kyrie 3 è minima: infatti, come data di lancio, lo stesso Irving ha dato il 21 gennaio 2017, tredici mesi dopo l’uscita dell’edizione precedente.

La Scarpa

Secondo le prime immagini ‘rubate’ dagli stabilimenti Nike, le Kyrie 3 fanno un salto in avanti dal punto di vista del design, rivoluzionando completamente il look della seconda versione della scarpa. Da questo punto di vista le sneakers sembrano molto simili alla prima edizione: c’è in comune il taglio medio della calzatura e lo swoosh Nike posto in una posizione più classica rispetto a prima. Gli scatti rubati testimoniano anche la scomparsa dello strappo che partiva quasi dalla suola e arrivava dall’altra parte della tomaia, in favore di una parte di tessuto, sopra la linguetta, che rende più stabile la scarpa.

Qui invece da dietro
Qui invece da dietro

Grande attenzione sarà data alla trazione, componente estremamente importante per il gioco di Uncle Drew. Le Nike Kyrie 3 infatti sono le scarpe più adatte per giocatori come Irving: playmaker o guardie che puntano a spezzare le caviglie degli avversari con i propri crossover.

Prezzo e Colorazioni

In queste prime foto la colorazione delle Kyrie 3 è la “Duke”, già presente anche nella precedente edizione. Però sembra che la colorazione per il lancio della scarpa non sarà quest’ultima, ma un’altra ancora segreta. Il prezzo delle sneakers dovrebbe essere tra i $100 e i $120, altro punto a favore di Kyrie a partire dalla prima edizione; si potranno acquistare sia nei negozi fisici Nike e di calzature sportive, sia sul sito Nike.com o altri rivenditori del brand dell’Oregon.

Jordan III Retro

Jordan III Retro

Nel 1988, la Air Jordan III fece scendere il lusso sul parquet con una struttura e materiali esclusivi. Presto diventata un’icona ai piedi del numero 23, la Air Jordan III viene riproposta oggi, a quasi trent’anni di distanza, con calzata premium ideale per la stagione. L’icona è oggi caratterizzata da caldo tessuto e rifinita in una versatile sfumatura grigia sulla classica suola in tonalità sail della Air Jordan III.

Jordan III Retro
Jordan III Retro

Look inconfondibile, colore grigio per le Nike Jordan III Retro che si presentano con un prezzo di mercato di 202 euro sul sito ufficiale della Nike.

Jordan III Retro
Jordan III Retro

 

 

Air Jordan XI Monstar Mash

Air Jordan XI

Un classico intramontabile torna per celebrare i 20 anni di Space Jam: le Air Jordan XI Monstar Mash.

 

Air Jordan XI
Air Jordan XI

 

Nel 1996, la Air Jordan XI cambiò per sempre il mondo delle calzature. L’arrivo di questo design, appariscente ma al tempo stesso elegante, coincise esattamente con il ritorno in campo di MJ. Il modello avrebbe poi visto tutta una serie di release in varie iconiche colorazioni. Questo inconfondibile look, che ha esordito ai piedi di MJ durante i playoff del 1995, fa ora ritorno nella sua veste originale. A due decenni di distanza, la leggendaria Air Jordan XI viene omaggiata con il ritorno della silhouette nella sua forma originale. L’edizione aggiornata è caratterizzata da una struttura premium con un profilo più alto in pelle verniciata, discreti dettagli concord e il numero 45 di MJ cucito sul tallone. Comfort e Supporto anche fuori dal campo, con dettagli in pelle premium.

Come acquistarle?
Accedi al tuo account Nike+ e acquistale su Nike.com/sneakers

Nike HyperAdapt 1.0

Nike HyperAdapt 1.0

Come già annunciato in precedenza, Nike ha fatto una svolta rivoluzionaria per quanto riguarda il mercato delle calzature sportive: una scarpa senza lacci. Ciò che sembrava un’utopia e possibile solo in “Ritorno al Futuro” diventerà presto realtà, con un solo punto a sfavore.

La Scarpa

Dando uno sguardo al futuro, il 1º di dicembre l’azienda dell’Oregon ha lanciato sul mercato le HyperAdapt 1.0, le prime vere sneakers che si allacciano da sole.
Disegnate da Tinker Hatfield e Tiffany Beers, Nike HyperAdapt avrà un sistema di auto-allacciamento della calzatura, composto da un sensore sul tallone che avverte quando il piede è all’interno, un sistema di allaccio automatico, che diminuirà il numero delle distorsioni, un motorino che stringe o allarga il sistema e una batteria ricaricabile per accendere il motore e le luci a LED suola.

Qui le Nike HyperAdapt nelle tre colorazioni
Qui le Nike HyperAdapt nelle tre colorazioni

Il design è molto simile alle scarpe che aveva Marty McFly nel film di Zemeckis. In effetti l’idea di una scarpa senza lacci viene proprio da lì, nella trilogia infatti il personaggio interpretato da Michael J. Fox, oltre ad andare in giro sugli skateboard volanti, aveva un proprio paio di scsrpe che si allacciavano da sole, dal design ripreso poi nelle Nike Air MAG.

Prezzo e Colorazioni

Le Nike HyperAdapt 1.0 sono in vendita dal 1º dicembre 2016 in esclusiva per i membri Nike+. Saranno anche disponibili nei negozi fisici Nike SoHo, 45 Grand e pochi altri punti vendita selezionati. Lo svantaggio più grande di tutti è sicuramente il prezzo, piuttosto proibitivo, di $720, con i quali ci si potrà aggiudicare una versione nera, bianca o grigia della scarpa più innovativa del mercato. Inutile dire che questa calzatura sarà solamente un banco di prova per la tecnologia e come essa si comporterà nei confronti del pubblico, anche perché con quella cifra la maggior parte degli sneakerheads preferirebbe portarsi a casa sei o sette paia di scarpe rispetto ad una sola. Ma la tecnologia è imprevedibile.