NBA Salary, Power Forward: Stoudemire il più pagato. Bosh e Griffin sul podio

La lista delle 50 giocatori più pagati nel ruolo di ala grande: in testa a tutti c’è una vecchia gloria dei New York Knicks come Amar’e Stoudemire, seguito dai giocatori chiave di Miami Heat, Chris Bosh, e Los Angeles Clippers, Blake Griffin.

Ecco la classifica:

  1. Amar’e Stoudemire (Knicks) $23,410,988
  2. Chris Bosh (Heat) $20,644,400
  3. Blake Griffin (Clippers) $17,674,613
  4. Zach Randolph (Grizzlies) $16.5MM
  5. LaMarcus Aldridge (Blazers) $16,256,000
  6. Kevin Love (Cavs) $15,719,062
  7. David Lee (Warriors) $15,012,000
  8. Nene (Wizards) $13MM
  9. Derrick Favors (Jazz) $12,950,000
  10. Serge Ibaka (Thunder) $12,350,000
  11. Kevin Garnett (Nets) $12MM
  12. David West (Pacers) $12MM
  13. Andrea Bargnani (Knicks) $11,500,000
  14. Tim Duncan (Spurs) $10,361,446
  15. Paul Millsap (Hawks) $9.5MM
  16. Thaddeus Young (Wolves) $9,410,869
  17. Tiago Splitter (Spurs) $9.25MM
  18. Channing Frye (Magic) $8,579,088
  19. Ryan Anderson (Pelicans) $8,491,500
  20. Boris Diaw (Spurs) $8MM
  21. Taj Gibson (Bulls) $8MM
  22. Dirk Nowitzki (Mavs) $7,974,482
  23. Ersan Ilyasova (Bucks) $7.9MM
  24. Pau Gasol (Bulls) $7,128,000
  25. Amir Johnson (Raptors) $7MM
  26. Marvin Williams (Hornets) $7MM
  27. Brandon Bass (Celtics) $6.9MM
  28. Glen Davis (Waived by Magic) $6.6MM
  29. Carl Landry (Kings) $6.5MM
  30. Derrick Williams (Kings) $6,331,404
  31. Jason Thompson (Kings) $6,037,500
  32. Patrick Patterson (Raptors) $5,831,326
  33. Anthony Davis (Pelicans) $5,607,240
  34. Anthony Bennett (Wolves) $5,563,920
  35. Greg Monroe (Pistons) $5,479,935
  36. Josh McRoberts (Heat) $5,305,000
  37. Nikola Mirotic (Bulls) $5,305,000
  38. Tristan Thompson (Cavs) $5,138,430
  39. Trevor Booker (Jazz) $5MM
  40. Brandan Wright (Mavs) $5MM
  41. Luis Scola (Pacers) $4,868,499
  42. Jonas Jerebko (Pistons) $4.5MM
  43. Luc Mbah a Moute (Sixers) $4,382,575
  44. Kris Humphries (Wizards) $4,250,000
  45. Aaron Gordon (Magic) $3,992,040
  46. Al Harrington (Waived by Magic) $3,804,900
  47. Thomas Robinson (Blazers) $3,678,360
  48. Marreese Speights (Warriors) $3,657,500
  49. Darrell Arthur (Nuggets) $3,457,149
  50. Mike Scott (Hawks) $3,333,33

Fonte dati Hoops Rumors

NBA Results: sfida stellare a New Orleans, dominio Thunder contro i Suns. Vincono Bulls, Wizards e Raptors.

Nella notte NBA si parte da New Orleans, dove i Warriors provano ad allungare la striscia vincente contro i Pelicans senza Anthony Davis, fino ad arrivare in Colorado, a Denver, dove i San Antonio Spurs privi di Parker, affrontano i Nuggets.

Molto interessanti le sfide di Miami, tra Bulls e Heat, e quelle di Oklahoma City con Thunder che cercano di avvicinarci ancora di più ai playoffs con lo scontro diretto con i Suns privi di Dragic per problemi alla schiena. A Minneapolis infine, Kobe Bryant entra nella leggenda, superando MJ ed arrivando al terzo posto dei giocatori più prolifici della storia della NBA!

NBA Results:

Warriors-Pelicans 128-122 (OT)
Bulls-Heat 93-75
Jazz-Wizards 84-93
Lakers-Wolves 100-94
Suns-Thunder 88-112
Raptors-Knicks 95-90 (OT)
Spurs-Nuggets 99-91

NBA Results: Warriors indomabili, ad Est vittorie per Bulls, Hawks e Wizards. Bene San Antonio e Dallas

Nella notte NBA molte le gare che suscitano interesse: si parte per forza di cose dai Warriors, in un momento di forma a dir poco spettacolare, contro i Rockets che recuperano il Barba Harden ma non Howard, fino ai Bulls che ospitano i Nets per tornare in alto ad est.

NBA Results:
Celtics-Hornets 87-96
Clippers-Pacers 103-96
Wizards-Magic 91-89
Sixers-Hawks 79-95
Nets-Bulls 80-105
Trail Blazers-Wolves 82-90
NOLA-Mavericks 107-112
Knicks-Spurs 95-109
Rockets-Warriors 93-105
Heat-Nuggets 82-102

NBA Results: Blake Griffin fa esplodere LA, bene Cavaliers e Warriors. Vittorie per Atlanta, Washington, Toronto e Sacramento

Nella notte NBA molte le gare interessanti in programma: si comincia da Indianapolis dove i Pacers cadono ancora, per arrivare allo Straples Center dove i Clippers ospitano nella gara di cartello, i Phoenix Suns, che cominciano a temere la risalita di Oklahoma City e non vogliono sbagliare.

NBA Results:
Hawks-Pacers 108-92
Celtics-Wizards 132-133 (2OT)
Cavaliers-Nets 110-88
Nuggets-Raptors 107-112 (OT)
Warriors-Wolves 102-86
Jazz-Kings 92-101
Suns-Clippers 120-121 (OT)

Denver Nuggets @ Atlanta Hawks: per Atlanta sono sei, male Gallinari

Paul Millsap a canestro
Paul Millsap a canestro

Sfida interessante ad Atlanta, dove gli Hawks, in grande forma, ospitano Danilo Gallianari e i suoi Nuggets. Padroni di casa con una striscia aperta di cinque vittorie e 8-2 nelle ultime dieci, mentre Denver è reduce da due sconfitte, successive ad un buon periodo con 7 vittorie e una sola sconfitta.

Sul parquet si vedono Teague, Korver, Horford, Carrol e Millsap per i padroni di casa; Hickson, Chandler, Mozgov, Lawson e Afflalo per gli ospiti.

Partita subito equilibrata ed interessante: Afflalo e Chandler sono gli unici realizzatori per la franchigia del Colorado, ma Atlanta piazza subito un parziale di 8-0 grazie alle triple di Korver. Denver si rifà sotto, ma è ancora Korver a sentenziare gli uomini di con un jumper che chiude la prima frazione sul 32-21. Per Kyle fanno 10 punti con 4/6 al tiro e 2/3 da tre punti. Denver prova con Lawson ed Afflalo a tornare a galla, ma Atlanta saldamente si porta sul 38-22. I Nuggets però non mollano e con Mozgov aprono un parziale di 10-4, al quale segue un 6-0 degli Hawks, che pone fine al secondo quarto su un confortante vantaggio di 57-36. Solo 9 gli assist all’intervallo contro i 15 di Atlanta. Primo tempo in assoluto controllo di Atlanta: i padroni di casa fanno circolare bene la palla e lavorano discretamente a rimbalzo. Al contrario Denver tira malissimo e concede troppo in difesa, uscendo in ritardo sui tiri da fuori. Le spaziature in attacco non sono efficenti e così i tiri forzati diventano troppi. Rilevanti all’intervallo i 9 assist a 15, così come la bassissima percentuale dall’arco dei Nuggets (3/16, 18.8).

La ripresa dell’incontro ricalca la falsa riga della prima metà: Denver prova a rientrare diverse volte in partita, come quando arriva sino al 69-56, costringendo Budenholzer a chiamare timeout. All’uscita da esso, la gara continua in equilibrio: i Nuggets tentano di riavvicinarsi, ma è Millsap con 6 punti a tenere Denver a distanza di sicurezza. Gli Hawks peccano in sufficienza e trovano qualche persa di troppo: il tiro finale di Antic si ferma sul ferro e il terzo periodo si conclude 77-66 (30-20 DEN), che proietta Denver ancora in partita.

Atlanta non fa nulla per evitarlo, visti i diversi errori, ma gli ospiti non ne approfittano. Mozgov e Chandler attaccano, Mack e Horford rispondono. Poi gli Hawks commettono qualche persa di troppo ma vengono graziati da un Danilo Gallinari non in serata (due errori consecutivi al tiro e una palla persa). Da qui inizia la fiera degli errori, con molti tiri, diverse palle perse e pochi, pochissimi canestri. In campo regna la confusione, Denver non approfitta della superficialità degli Hawks e la bomba di Korver (non segnava dal primo quarto), insieme ai 5 punti di Teague condannano Denver alla terza sconfitta di fila. Finisce 96-84 una gara che non passerà agli annali per spettacolo. Percentuali inguardabili per gli ospiti (36.6 dal campo, 17.1 da tre). Curioso il dato ai liberi: solo un tiro tentato da entrambe le squadre nel quarto periodo, realizzato da Millsap. Quarto periodo che vede pessime percentuali: la squadra del Colorado tira col 28%, quella della Georgia col 40% (ma 2 soli rimbalzi).

 

Gallinari 14.15’ 0 punti, 0/6 dal campo
Chanlder 29 punti, 10 rimbalzi
Mozgov 14 punti, 11 rimbalzi
Gee 14 punti

Millsap 23 punti
Carrol 11 punti, 9 rimbalzi
Korver 15 punti
Horford 11 punti

Chi SALE Chandler, Millsap, Schroder
Chi SCENDE Gallinari, Lawson,

 

Chicago Bulls @ Denver Nuggets 109-114

Chicago Bulls @ Denver Nuggets 109-114

Battuta di arresto per i Chicago Bulls che hanno provato a riaffidarsi di nuovo a Rose. Stavolta gli avversari sono i Denver Nuggets.

Partono bene i padroni di casa che riescono sin da subito a portarsi in vantaggio e gestire il risultato fino alla sirena finale. Ty Lawson è il top-scorer dei suoi: doppia doppia da 20 pt e 12 assist. Ottima anche la prestazione del nostro Danilo Gallinari. Il Gallo infatti, in ventinove minuti giocati, metterà a referto 15 pt, 5 reb e 3 assist. Arron Afflalo ne aggiunge altri 19 e la vittoria non sembra più un miraggio.

A i Bulls invece non bastano i ben 32 pt di un ottimo e propositivo Jimmy Butler. Gasol fa doppia doppia da 22 pt e 11 reb, mentre Rose chiuderà con soli 2 miseri punti e 3 assist, in dieci minuti giocati.

Al Pespsi Center i Bulls cedono solamente nel finale: finisce 114-109 per i Nuggets.

 

http://youtu.be/VG2IfeeiBZw

NBA Results: Cousins sbanca New Orleans, Curry da 40 punti contro gli Heat, vincono i Bucks, crollano Bulls e Nuggets

Nella notte NBA molti risultati inaspettati: nella prima gara i Wizards perdono malamente contro gli Atlanta Hawks di Jeff Teague, da 28 punti, contro Wall da 21. A Miami invece vince la legge del più forte, ed i Warriors fanno la voce grossa, con un Curry in versione MVP da 40 punti, 7 assist e 6 rimbalzi di fronte a Bosh l’ultimo a morire degli Heat, con 26 punti e 9 rimbalzi.
Restando ad est, bella vittoria dei Bucks a Milwaukee sui Detroit Pistons, con 20 di Knight, 14 di Jabari Parker, e 17 di Mayo, mentre per Van Gundy doppia doppia da 23-10 per Drummond e Josh Smith da 11/10/8.

Ad Ovest vittoria non molto aspettate di Nuggets sui Bulls e soprattutto Kings sui Pelicans, nonostante fossero privi della loro bocca di fuoco Rudy Gay, il migliore da inizio stagione dopo Cousins. La differenza la fanno i 22-12 di Boogie, vs 14-9 di Anthony Davis, Casspi anche ne tira fuori 22 come Evans dall’altra parte ma i punti di McLemore 10, Sessions 15, McCallum 12, Stauskas 9 e Landry 9 fanno la differenza dalla panchina, contro i 20 dall’altra parte dell’ormai solito Anderson.

Per i Bulls invece stop non preventivato, ma senza Noah, Gibson quasi atteso, soprattutto se Rose gioca solo 10 minuti e nel ruolo di centro c’è un certo Bairstow. Da rivedere contro i lunghi avversari che vanno a nozza (Faried 12, Mozgov 11) ma soprattutto un Gallinari che va ritrovandosi (15-5-3).

NBA Results:
Hawks-WIzards 107-102
Warriors-Heat 114-97
Pistons-Bucks 86-98
Kings-Pelicans 99-89
Bulls-Nuggets 109-114