NBA news: JaVale McGee si opera alla tibia, fine stagione per lui

Il colosso dei Denver Nuggets JaVale McGee, dopo aver giocato solo cinque partite dall’inizio della stagione a causa di un infortunio alla tibia, dovrà salutare i suoi compagni di squadra e dire addio alla stagione: si dovrà infatti sottoporre ad una operazione per il recupero della mobilità della gamba con conseguente riabilitazione che porterà via il centro ai Nuggets per parecchio tempo.
Per lui in stagione una media di 7 punti, 3.4 rimbalzi e 0.4 assist per gara.

NBA: Philadelphia 76ers at Denver Nuggets

Alessandro Venezia

NBA news: Russell Westbrook torna in campo stanotte contro i Miami Heat

Dopo 27 gare d’attesa, come da pronostico, il play titolare degli Oklahoma City Thunder tornerà stanotte in campo contro i Miami Heat. E’ stato Sam Presti, General Manager della franchigia di Oklahoma City, ad annunciare il ritorno di Russell Westbrook dopo il problema al menisco:

Siamo tutti molti contenti per il ritorno di Westbrook in campo. Ha lavorato sodo durante la riabilitazione e il suo ritorno non può che essere una cosa positiva per noi”.

westbrook

 

@sanfi_fm

Mercato NBA, le ufficialità: Blake ai Warriors, i Nets prendono Thornton, Hawes a Cleveland, Andre Miller ai Wizards e Jordan Hamilton ai Rockets

Ecco tutte le trattative concluse a poco meno di mezzora dalla deadline:

Rockets-Hamilton:
Arriva Jordan Hamilton per Aaron Brooks dai Denver Nuggets.

Wizards-Nuggets-76ers:
Preso Andre Miller, il veterano dei Denver Nuggets, per Jan Vesely mentre i Philadelphia 76ers ottengono Eric Maynor e due seconde scelte al prossimo draft.

Bobcats-Neal:
I Milwaukee Bucks cedono la guardia Gary Neal ai Charlotte Bobcats, insieme a Luke Ridnour: in cambio ritorna Ramon Session e Jeff Adrien.

Kings-Nets-Heat: 
I Sacramento Kings dopo aver scambiato Thornton per Jason Terry e Reggie Evans, hanno preso oggi dai Miami Heat la guardia Roger Mason Jr e dei soldi per una “higly-protecet” seconda scelta al draft.

Marcus Thornton

Warriors-Blake:
I Golden State Warriors migliorano la loro panchina inserendo Steve Blake nel proprio roster, come prima riserva di Stephen Curry in cambio di Kent Bazemore e MarShon Brooks.

Cavaliers-Hawes: 
I Cleveland Cavaliers hanno preso dai Philadelphia 76ers il centro Spencer Hawes in cambio di Earl Clark, Herny Sims e due seconde scelte al draft.

@MarkTarantino89

Gli ultimi movimenti prima della deadline: Miller si accasa a Washington, Neal a Charlotte, Nets forti su Hill e Clippers su Zeller

Tutte le ultime news Live prima della deadline delle 21:

Cavs-Deng:
Alcune fonti dicono che i Cavs, dopo aver scelto Luol Deng, adesso sarebbero intenzionati a prendere un altro veterano, inserendo l’ala in un’altra trattativa. Trattativa aperta con i Wizards per un possibile scambio Deng – Trevor, come riporta Jason Llyoyd dell’Akron-Beacon Journal .

Bobcats-Neal:
“I Bobcats hanno chiuso l’affare con Milwaukee per Gary Neal“: questo è quanto riporta Ken Berger dell’ CBS Sports. La pazienza viene sempre ripagata.
Con un twitt di Rick Bonnell del Charlotte Observe, si fa maggior chiarezza sulla scambio Neal. Oltre a lui i Bobcats hanno acquistato Luke Ridnour in cambio di Ramon Sessions e Jeff Adrien.

Clippers-Zeller:
Brian Windhorst dell’ESPN.com riporta che tra i Clippers ed i Cavaliers ci sia in corso una trattativa sia sul centro Tyler Zeller che sull’ala Reggie Bullock.


Wizards-Andre Miller:
André Miller sembra non riuscir a trovare una collocazione. Dopo il litigio con coach Shaw ed essere fuori rosa dal 30 dicembre, ancora nessuna franchigia sembra essersi fatta avanti per il trentasettenne dei Nuggets che comunque dovrebbe partire in tutti i casi.
News: Sembra quasi concluso il trasferimento di Andre Miller ai Wizards e di Eric Maynor ai Nuggets. Questo quanto riporta Marc J. Spears. Di Yahoo Sport.

Nets-Hill:
Nella trattativa tra i Lakers e i Nets per Jordan Hill, di sicuro di mezzo ci andrà anche, come contropartita una scelta al prossimo draft. E questo potrebbe essere un ostacolo per la conclusione dello scambio secondo Stein dell’ESPN.com
aldridge, Hill

Pistons-Josh Smith:
Sembra esserci più mercato su Josh Smith, con i Pistons che preferiscono avviare una trattativa per cedere lui piuttosto che Greg Monroe. E tutto ciò per salvere uno dei peggior contratti mai fatto dalla franchigia californiana.

Pacers-Granger:
I Pacers stanno sondando il terreno per un eventuale cessione di Danny Granger, ma fino ad ora nessuno sembra interessato ad intraprendere tale trattativa. Il contratto in scadenza di Granger è di 14 milioni di dollari e a trent’anni e con un grave infortunio alle spalle, nessuno sembra davvero interessato al giocatore.

 

 

Mario Romagida

Mercato NBA: Clippers niente da fare per Shumpert, Blake vola ad Oakland, i Kings soffiano Jack ai Nets

Vediamo le ultime news del mercato NBA dopo le gare della notte:

Clippers-Shumpert:
Dopo una lunga trattativa i Los Angeles Clipper e i New York Knicks hanno interrotto i negoziati per portare ad LA Iman Shumpert dopo l’infortunio di ieri sera. Ha contribuito alla fumata nera anche l’insistenza della franchigia della Grande Mela per inserire anche Raymon Felton nello scambio. A questo punto è difficile che si arrivi ad una conclusione e  sia Reggie Bullock che Darren Collison dovrebbero restare nella città degli angeli.

Warriors-Blake:
I Golden State Warriors hanno chiuso per Steve Blake dei Lakers: il play si è detto molto emozionato di lasciare Los Angeles. “L’acquisizione di Steve Blake ci darà molta esperienza nel ruolo di playmaker ora che entriamo nella fase principale della stagione– ha dichiarato il general manager dei Warriors Bob Myers-lui ha avuto una carriera molto produttiva ed è un giocatore che può dare molto alla squadra in attacco. Ringraziamo Kent e MarShon per il loro contributo che hanno dato al team e gli auguro molti successi.”

162128.SP.1109.LakersWolves.003.LS

Kings-Jack:
I Sacramento Kings sono sulle tracce di Jarrett Jack e sono disposti a dare in cambio ai Cleveland Cavaliers Jason Thompson: la franchigia dell’Ohio sta prendendo però tempo perché vuole trovare una terza squadra dove mandare il giocatore in questa stagione. Il contratto del giocatore dei Kings è infatti di 6 milioni di dollari ed ha un contratto di 3 anni rimanenti: i Cavs vorrebbero scambiarlo con un altro team prima della dealine. Per adesso la trattativa rischia di saltare.

@MarkTarantino89

Mercato NBA: Clippers scatenati in entrata, Lakers in uscita, Nets e Kings vicino ad uno scambio

Le più attive sul mercato sono le due franchigie di Los Angeles, con i Clippers intenzionati a rinforzarsi per i playoff ed i Lakers invece pronti a vendere per abbassare il tetto salariale per la prossima stagione. Attenzione anche sull’asse Nets-Kings.

Cominciamo dai primi, i Clippers, che sono in contatto con i New York Knicks per la trade che porterebbe Iman Shumpert nella città degli angeli con Raymond Felton, in cambio di Darren Collison. Doc Rivers deve infatti fare a meno per un mese di JJ Redick per infortunio e per questo ha chiesto il 23enne Shumpert al proprio general manager. I Knicks dal canto loro invece vogliono rinforzarsi con un playmaker ed hanno scelto il 26enne ex Nola, Indiana e Dallas, Collison, vista l’impossibilità di arrivare al grande sogno estivo Rondo.

Pacers at Knicks

Il processo di rifondazione dei Lakers passerà sicuramente della cessioni: metà squadra è sul mercato e secondo indiscrezioni da oltre oceano, sono finiti in questa lista soprattutto Steve Blake e Chris Kaman oltre ai soliti noti Jordan Hill, che interessa ai Nets ed a Pau Gasol, ancora cercato dai Phoenix Suns.
La deadline è vicina ed i Lakers devono tagliare il proprio monte ingaggi per arrivare al sogno estivo, il #42 dei Minnesota Timberwolves, Kevin Love.

NBA: Minnesota Timberwolves at Oklahoma City Thunder

Il diretto interessato intanto stoppa le voci che lo vorrebbero in partenza in una intervista a GQ, in cui ha dichiarato che vuole restare a Minneapolis, dove c’è un gran team e lui si diverte molto.
“In giro credono che sia inverosimile che io resti ancora aMinnesota. Noi qui abbiamo un migliori team dei Lakers, ed io mi diverto molto”.
Love con una media punti di 25.8 ed una media rimbalzi di 13.2 farebbe molto comodo nella prossima stagione ai LA Lakers per ripartire subito con delle ambizioni da contender.

I Philadelphia 76ers secondo Keith Pompeo, giornalista del Philadelphia Inquirer, proveranno in tutti i modi a vendere qualche giocatore, vista la stagione deludente, per ricevere in cambio delle buone scelte: “Attenzione ai 76ers che nei prossimi giorni, prima della dealine, proveranno a prendere delle buone scelte al draft, secondo un dirigente della Eastern Conference. La franchigia vuole ottenere delle buone trade in cambio di Evan Turner, Spencer Hawes e Thaddeus Young, ha detto una fonte, che ha parlato a condizione dell’anonimato.”

Brooklyn Nets e Sacramento Kings sono ad un passo dal chiudere lo scambio di cui vi parlavamo ieri sera: secondo Adrian Wojnarowki di YahooNBA, a Brooklyn arriverà Marcus Thornton, mentre a Sacramento finiranno Jason Terry e Reggie Evans

Marcus Thornton

@MarkTarantino89

NBA news: le condizioni di Aldridge e Leonard

I Portland Trail Blazers dovranno fare a meno del loro giocatore chiave LaMarcus Aldridge per uno stiramento all’inguine sinistro e dovrà stare fermo per almeno una settimana: dopo la pausa sarà rivalutato per stimarne esattamente i tempi di recupero, che si aggireranno intorno alle 2 settimane.

aldridgeOltre al #42, i Blazers dovranno fare a meno anche di Meyers Leonard: il #11 sarà invece lontano dai campi per 2-3 settimane a causa di una distorsione alla caviglia sinistra. Il 21enne dell’Illinois è stato selezionato come 11ª scelta assoluta al draft NBA 2012 e sta facendo tirare il fiato al centro titolare della squadra, Robin Lopez, con buoni risultati.

@MarkTarantino89

Kobe su Belinelli: “Ha vinto con 5 airball”

Kobe Bryant non ha partecipato all’All Star Game a causa del suo infortunio, ma era comunque presente a New Orleans e si è reso disponibile per una conferenza stampa .

Paul George vs Kobe
Uno dei temi affrontati è stato il suo infortunio e le sue parole a riguardo sono state: “Tornerò quello di prima? È il quesito che mi pongo spesso. A volte mi dico di no. Ma è proprio quella la grande sfida e allora ce la metto tutta.”

Poi, come recentemente ha fatto LeBron James, gli viene chiesto quali sono per lui i migliori quattro giocatori di sempre. “Dico Magic, Bird, Jordan e Russell. Ma è dura tenere fuori tutti gli altri.

Infine ha commentato la vittoria di Marco Belinelli al Three Point Shootout dicendo: “La gara da tre punti? Mi piacerebbe partecipare. Sabato ha vinto Marco Belinelli con cinque airball… Sicuro che io airball non ne tiro.”
Vincenzo Dragotto
http://amorebasket.altervista.org/blog/

 

Kevin Durant annuncia che giovedì tornerà Westbrook

Kevin Durant durante la pausa dell’All Star Week-End ha lasciato diverse dichiarazioni a Grantland.com: una di questa riguarda il ritorno di Russell Westbrook, previsto per questo giovedì contro i Miami Heat.

ibaka, kd, west

Westbrook ha perso 27 partite in questa stagione a causa del suo infortunio al ginocchio destro.
La stella dei Thunder si era strappato il menisco del ginocchio destro durante la seconda partita dei playoffs dello scorso aprile. Oklahoma City è comunque riuscita a giocare una grande stagione senza di lui e adesso ha un record di 43-12, grazie soprattutto a Kevin Durant e la sua media punti stratosferica.
Dove potranno arrivare i Thunder con il loro play titolare?

Vincenzo Dragotto
http://amorebasket.altervista.org/blog/

Marco Belinelli fa la storia dell’All-Star Game: è il primo italiano a vincere il Three-Point Contest (Video)

E’ la notizia che più di ogni altra avremmo voluto scrivere oggi: Marco Belinelli vince il Foot Locker Three-Point Contest e scrive una pagina di storia italiana nell’All-Star Weekend. Con una gara da sogno, il Beli scrive il suo nome accanto a quelli di leggende del calibro di Dirk Nowitzki, Paul Pierce, Larry Bird, Ray Allen e Peja Stojakovic. Grande, meraviglioso, Marco Belinelli.

belinelli

Parte il primo round, quello tra i rappresentanti della stessa conference, si parte dall’Ovest: si esibisce Kevin Love, il campione del Three Point Contest 2012, ma non va oltre i 16 punti. Damian Lillard viene dopo di lui, e lo supera, arrivando a quota 18. Tocca a Belinelli, che incappa subito in un airball ma poi trova il ritmo e supera il play di Portland, reduce dalla vittoria nello Skill Challenge, mettendo a segno le ultime 3 Money Ball e arrivando a 19 punti. Per ultimo arriva il grande favorito, l’unico ostacolo ancora in grado di frapporsi tra Marco e la finale, Steph Curry, ma il gioiello di Oakland non riesce a superare quota 16 punti: è finale per il Beli, ora occorre solo stabilire l’avversario. Parte così la sfida dell’Est: inizia Joe Johnson, che fa soltanto 11 punti, anche perché, tirando troppo lentamente, non riesce a sfruttare tutti i tiri a disposizione. Tocca ad Arron Afflalo, che lo supera, ma arriva solo a 15 punti punti. Bradley Beal è il terzo: sceglie di posizionare il carrello con le Money Ball a sinistra e con 21 punti realizza la miglior prestazione del primo round e va in finale, dato il campione in carica Kyrie Irving non riesce a superare quota 16 punti.

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=JIfyexF7nQA

Eccola, la finale: Belinelli vs Beal. Marco becca un altro airball, ma poi si rifa sotto e ripete il punteggio del primo round, 19 punti. Per Beal si mette male, ma, con un 5/5 nel carrello finale, il #3 dei Wizards riesce all’ultimo ad eguagliare l’italiano.

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=kKjnrDx0xtU

Si va allo spareggio, e Beli da il meglio di se: fa addirittura 24 punti, con un 8/10 nel finale, e per Beal non c’è più niente da fare (arriva a 18 punti). Marco Belinelli vince la gara delle “bombe” dell’All-Star Weekend!

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=hVo77o72iH4

Gioia immensa avvolge le centinaia di tifosi italiani che si son fatti venire le borse sotto gli occhi pur di vedere “Marco da Bologna” che batte tutti i giganti dell’NBA e porta a casa uno dei trofei più prestigiosi dell’All-Star Game. Lui, il primo giocatore italiano a trionfare all’All-Star Game, è lì, felice, soddisfatto, ma sempre composto, serafico, quasi zen: Marco, ma hai capito quello che hai fatto? Probabilmente lo capirà più avanti, probabilmente gli piomberà addosso tutto in una volta.

Noi, per adesso, possiamo solo dirgli, forte: GRAZIE MARCO! ORGOGLIO ITALIANO!

Per Dunk NBA,
V. S. (@sanfi_fm)

Lillard nella storia: parteciperà a 5 eventi dell’All-Star Game!

Gli Indiana Pacers ospiteranno i Portland Trail Blazers nella notte Nba in cui questa sfida di alta classifica e che potrebbe anche essere una delle possibili finali Nba, probabilmente passerà in secondo piano dalle scelte di Damian Lillard. Il talento dei Blazers infatti, parteciperà a 5 eventi dell’all star game e mai nessuno prima ci era riuscito. Tornando alla gara, i Pacers sono ancora l’unica franchigia sotto le 10 sconfitte, sta diventando quasi un record per i ragazzi di Vogel e i Portland sono la classica prova del nove. Voci di mercato danno i Pacers alla ricerca di un tiratore che uscirà dalla panchina per rendere i giallo-blu ancora più competitivi. L’altra capolista, gli Oklahoma Thunder saranno anche loro ad est, affronteranno gli Orlando Magic, non proprio la sfida più allettante per Durant e company, ma sono proprio quelle le partite che potrebbero creare le più spiacevoli sorprese. I Washington ospiteranno i Cleveland Cavaliers dell’ormai dimissionario Mike Brown. Si parla di Kenny Smith, ex campione Nba con i Rockets, per prendere il suo posto. Brooklyn dopo la vittoria nella scorsa notte contro gli Spurs, saranno di scena a Detroit contro Gigi Datome, anche se ormai l’italiano è finito ai margini del roster. New York e Denver per noi italiani sono la ex e l’attuale squadra di Gallinari, per gli americani sono due franchigie che stanno rincorrendo disperatamente i play-off, con pessimi risultati. Ad ovest, i Mavericks ospiteranno i Jazz e potrebbero riavvicinarsi sempre più ai Memphis Grizzlies. I Clippers, allo Staples Center avranno l’occasione di recuperare ancora sui Portland Trail Blazers affrontando i Raptors.

images
Le altre gare della notte:
76ers – Lakers
Celtics – Kings
Pelicans-Timberwolves

Luca Fedi

Los Angeles Lakers: tre playmaker tornano a disposizione

Steve Nash

Sospiro di sollievo per Mike D’Antoni: per la notte di giovedì, quando i Los Angeles Lakers affronteranno i Minnesota Timberwolves, torneranno a disposizione Steve Nash, Jordan Farmar e Steve Blake. A riportare la notizia è il sito ProBasketballTalk: il playmaker canadese scenderà sul parquet per i primi 8 minuti di gioco del primo tempo, per poi sedere sulla panchina e ripetere lo stesso minutaggio ad inizio 3° quarto.

162128.SP.1109.LakersWolves.003.LS

Insieme al numero 10, il quintetto di partenza contro Minnesota vedrà Jodie Meeks, Ryan Kelly, Robert Sacre ed il ritorno di Steve Blake, che verrà usato con il contagocce da coach D’Antoni proprio come accadrà con Nash, come dichiarato dalla stessa guida italo-americana: Preferirei schierare subito Nash e Blake per farli ambientare nuovamente con i ritmi di gioco, visto che tornano entrambi da due lunghi infortuni; certo, se non ce la faranno neanche a sostenere un certo minutaggio, non li rischierò e aspetterò fino a quando non avranno recuperato totalmente” .

Jordan Farmar

Insieme ai sopracitati rivedremo anche il 27enne Jordan Farmar, ma al contrario di Steve Nash Steve Blake non è ancora certo se verrà gettato nella mischia a partita in corso.

 

Valerio Scalabrelli – @Scalabro92