Jason Kidd

Milwaukee, Winsconin. Il freddo inverno sta finendo e gli animali, a poco a poco, escono dal lungo letargo e ritornano a popolare le immense distese verdi. I Bucks ( cestistici ) si stanno comportando allo stesso modo e, dopo un inverno deludente e grigio, stanno attraversando, all’inizio di questa splendida primavera, il miglior momento della loro stagione NBA. La squadra di coach Jason Kidd, infatti, ha vinto 7 delle ultime 10 partite, perdendo solo contro Cavaliers ( ci può stare ), Nuggets( erano in back to back ) e Grizzlies ( non ci sta ). Cosa è cambiato rispetto alla prima parte di stagione ( aria primaverile a parte ) ?

Equilibrio difensivo

Da sempre una delle caratteristiche principali dei Bucks, la difesa, nelle ultime 10 partite, è ulteriormente migliorata. Se prima della pausa dell’All Star Game vi era una grande differenza tra difesa degli starters e difesa della second unit, oggi coach Kidd è riuscito a far sì che anche la second unit difenda e non subisca valanghe di punti come in passato.

Fluidità offensiva

Giannis Antetokounmpo insieme a coach Jason Kidd.

Se la difesa, individuale e collettiva, dei Bucks da buona è diventata ottima ( partita con i Grizzlies a parte ), la fase offensiva dei cervi del Winsconsin da insufficiente sta diventando sufficiente. Il gioco è meno legato alle giocate individuali di Antetokounmpo e ciò, per quanto sia straordinario il giocatore greco, è un bene. Nella prima fase di stagione il gioco offensivo dei Bucks era completamente affidato all’estro e al talento del #34, il quale, però, giocando completamente da solo, quasi mai riusciva a portare il referto rosa a casa. Nell’ultimo mese e mezzo è chiara l’idea di coach Kidd di coinvolgere di più i compagni, ‘distribuendo ‘ tiri e possesso in maniera più equa.

In tal senso il ritorno dall’infortunio di Khris Middleton è stata una manna dal cielo. Il # 22, infatti, rappresenta un’altra arma offensiva importante nell’arsenale dei Bucks e la sua sola presenza in campo fa si che le difese avversarie non si concentrino esclusivamente su Antetokounmpo.

Obiettivo playoff

I Bucks hanno al momento un record di 32 W e 34 L e sono all’ottavo posto nella Eastern Conference, ultima posizione utile per accedere alla postseason. Il raggiungimento di questo obiettivo è tutto nelle mani dei giocatori. I Bucks dell’ultimo periodo possono tranquillamente farcela ma, invece, un andamento simil inizio stagione porterebbe sicuramente  Antetokounmpo e compagni fuori dai playoff per il secondo anno di fila.

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.