AD7

Orlando Magic : Cercasi tiro da 3

La deadline è ormai alle spalle e le squadre NBA sono pronte a guardare al resto della stagione, in ottica playoffa o ricostruzione. Gli Orlando Magic ( 21- 38 ), molto probabilmente, anche quest’anno non riusciranno a parteciparvi, nonostante un ottavo posto non difficilissimo da raggiungere per le squadre della Eastern Conference (al momento è 8a Detroit con un record di 28-30 ). Tanti sono i problemi che da anni affliggono la franchigia della Florida ma qui vogliamo soffermarci su uno solo di essi: il tiro da 3 punti.

Orlando Magic: AAA cercasi tiro da 3

Nell’epoca dei grandi tiratori dall’arco, dei quintetti piccoli, degli “stretch four” i Magic si presentano con un quintetto formato da Payton, Fournier, Ross, Gordon e Vucevic. Già dalla sola lettura degli starters del povero coach Vogel, si capisce come i Magic vadano in assoluta controtendenza rispetto alla Lega e si schierino con una formazione che non presenta neanche un tiratore di alto livello.

Le basse percentuali dei singoli giocatori si riflettono sull’andamento generale della squadra, come si evince dalle statistiche. Gli Orlando Magic sono al 14° posto per tiri da 3 tentati  e 28° per tiri da 3 andati a segno (33 %). La scarsa propensione ed abilità della squadra di Vogel al tiro dall’arco comporta un rendimento non eccelso in termini di punti segnati (99,6 a partita; 29 nella Lega ).  Quasi tutti i canestri dei Magic provengono, infatti, da layup,  mid-range shots e tiri liberi.

 Cosa si è mosso ne mercato dei Magic:

La dirigenza, nella persona del GM Rob Henningan, in estate aveva, se possibile, peggiorato la situazione portando in Florida Serge Ibaka, non proprio un tiratore da 3, e mandando ad OKC Victor Oladipo ( 35,7 % da 3 in stagione). Lo stesso Henningan ha poi scambiato, pochi giorni fa, Ibaka con i Toronto Raptors, guadagnandosi in cambio Terrence Ross e una 1st round pick 2017. Anche Ross non è proprio un cecchino dalla lunga distanza ma sicuramente può contribuire al cambiamento e miglioramento della squadra sotto questo profilo.

Il futuro sorride alla Florida?

Senza tiro da 3, sopravvivere nella NBA odierna è dura se non impossibile. Le squadre vincenti tirano molto e bene dall’arco ( Warriors e Cavs su tutti, con i Rockets ). Ogni squadra ha una propria identità e una propria idea di gioco ma qualsiasi essa sia non si può prescindere dalla presenza di tiratori sul perimetro, che aprono il campo e favoriscono buone spaziature. Il buon gioco in post di Vucevic e Gordon ne guadagnerebbe moltissimo, permettendo ai due lunghi di non dover avere tutta l’attenzione delle difese. L’acquisto di Ross, sotto questo punto di vista, può essere un buon segnale per i tifosi Magic. La squadra è giovane, atletica, ha un buon coach e la sola presenza di qualche tiratore da 3 potrebbe migliorare notevolmente il rendimento collettivo ed individuale dei prospetti Magic.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.