Carlisle: “Una vergogna il recente articolo di ESPN”

Carlisle

Carlisle: “Una vergogna il recente articolo di ESPN”

Carlisle

Rick Carlisle, coach dei Dallas Mavericks

Non le manda di certo a dire Rick Carlisle, presidente dell’Associazione Allenatori della NBA che attacca sonoramente sia l’emittente televisiva ESPN che LaVar Ball, che anche a distanza siderale dagli Stati Uniti, non fa mancare (purtroppo) la sua presenza.

Il padre di Lonzo, recatosi in Lituania per assistere alla presentazione degli altri due suoi figli LiAngelo e LaMelo che approdano in Europa fino al termine della stagione al Prienu Vytautas, probabilmente annoiato dall’inverno lituano ha rilasciato un’intervista esclusiva per ESPN dove ribadisce a gran voce che coach Luke Walton non ha le redini dello spogliatoio in mano e di conseguenza i giocatori, compreso suo figlio ovviamente, ormai non sono più con lui e non lo seguono.

Carlisle, essendo rappresentante della categoria degli allenatori, inveisce in modo chiaro e conciso:

Come presidente dell’Associazione degli Allenatori ho letto il recente articolo di ESPN e ne sono disgustato onestamente. Luke Walton è un ottimo giovane allenatore che sta crescendo di fianco ad una giovane squadra e questo non è di certo un compito facile.

Nella seconda parte della sua mini intervista punta il dito verso chi ha reso possibile questa intervista:

ESPN è un partner NBA, una componente della partnership. Ricevono molte cose da parte nostra come le interviste e molte altre cose. In cambio però devono sostenere gli allenatori stessi […] Tutto ciò ha rovinato la fiducia che riponevamo in loro, i nostri allenatori sono arrabbiati nei loro confronti

Alla domanda finale di uno dei giornalisti presenti riguardo il fatto di limitare ciò che viene pubblicato riguardo la NBA, l’allenatore dei Mavs risponde:

No, non è necessario, devono sono controllare meglio le loro fonti e decidere se quello che scrivono sia meritevole di essere pubblicato, se no sono da considerare solo dei borbottii.

Un coach che non ha mai nascosto la sua leadership e mai come in questo caso il suo discorso deve essere preso come monito per il futuro. Già, come sappiamo, i Lakers hanno limitato LaVar nelle sue interviste allo Staples Centre e lo stesso Lonzo questa notte ha ribadito la fiducia in coach Walton, zittendo metaforicamente (ma nemmeno troppo) il padre. Speriamo che qualcosa cambi, Lonzo ha soli 20 anni, per l’NBA e lo stesso giocatore potrebbe diventare ostico il “problema” LaVar.

Simone Massari
simonemassari23@gmail.com

Appassionato di sport in generale, amo l'NBA in modo viscerale. Studio giornalismo a Genova per raggiungere il mio obiettivo

No Comments

Post A Comment