AD7

I nuovi Pelicans: tra mercato e prospettive future

La squadra di New Orleans ha cambiato molto rispetto alla passata stagione e potrebbe aver dunque bisogno di almeno un anno di assestamento

I nuovi Pelicans hanno cambiato molto rispetto alla passata stagione, stagione in cui si sono affermati come forse la più grande sorpresa della Western Conference al netto anche dell’infortunio di DeMarcus Cousins. Infatti la squadra dicoach Alvin Gentry si è sbarazzata dei più quotati Portland Trail Blazers nel primo turno dei playoff vincendo la serie 4-0 ed effettuando dunque un clamoroso sweep, dopo aver conquistato la sesta posizione nell’agguerrita Western Conference con un record di 48-34.  Poi è arrivata l’eliminazione per mano dei Golden State Warriors in semifinale, per 4-1

I NUOVI PELICANS: IL MERCATO

Julius Randle.

Nonostante un anno ottimo, i New Orleans Pelicans volenti o nolenti si sono ritrovati a dover cambiare pedine importanti del loro roster, quali erano DeMarcus Cousins (approdato ad Oakland), Rajon Rondo (che ha seguito LeBron James ai Lakers). I nuovi Pelicans hanno quindi aggiunto al loro roster Elfrid Payton Julius Randle dalla free agency, i quali avranno il compito di far sentire il meno possibile le assenze dei vari giocatori partiti  e permettere ad Anthony Davis e compagni di riuscire a giocare i playoff anche il prossimo anno. Sulla carta non è stato quindi un mercato di miglioramento a livello di roster, in quanto hanno perso una delle due stelle del team e un giocatore di grande esperienza e qualità come Rajon Rondo. A seguito di ciò hanno preso due giovani futuribili e di buone speranze, anche se per certi versi sono da considerare come delle scommesse. Ciò forse non basterà per garantire i playoff ai Pelicans in una Western Conference ancora più rinforzata ed agguerrita. Ci si sarebbe aspettato forse che dopo aver perso DMC nella free agency, i Pelicans avrebbero puntato su un free agent di rilievo per affiancarlo ad Anthony Davis in modo da poter ancora essere sicuramente tra le prime 8 squadre della propria conference.

IL ROSTER

Jrue Holiday
Jrue Holiday.

La struttura del roster dei nuovi Pelicans è rimasta bene o male la stessa, salvo perdere talento viste le partenze pesanti non rimpiazzate a dovere. Il quintetto base potrebbe quindi essere composto da Jrue Holiday, Ian Clark, Darius Miller, Julius Randle e Anthony Davis, con il dubbio però riguardante sia la shooting guard titolare e sia un possibile Nikola Mirotic in quintetto al posto di Randle. La panchina invece è rimasta scadente, visto che già la passata stagione ha rappresentato il vero tallone d’Achille della squadra allenata da coach Gentry ed in questa offseason di certo non si è rinforzata e quindi potrebbe rappresentare di nuovo un serio problema per l’andamento della squadra. Un altro possibile punto interrogativo è la mancanza di una SG o SF di rilievo in grado di alleggerire la pressione della difesa avversaria su Davis ed Holiday, i quali saranno probabilmente i due giocatori più importante dei nuovi Pelicans

IL FUTURO DEI NUOVI PELICANS

risultati-nba-justise-winslow-Anthony Davis statistiche
Anthony Davis.

Il futuro dei nuovi Pelicans è quantomeno complicato, visto che si trovano in una situazione di mezzo tra il poter rifondare e il poter lottare per disputare dei dignitosi Ppayoff. Molto dipenderà da Anthony Davis, visto che il suo contratto scadrà nel 2021, ma AD ha la possibilità di uscire dal contratto nel 2020, quindi tra due anni. Nel caso Davis decidesse di partire da New Orleans, la franchigia potrebbe optare per inserire il talentuoso lungo in una trade per arrivare ad aggiudicarsi alcune delle prime scelte dei prossimi draft e uno o due giocatori giovani ma di gran prospettiva, in modo da gettare le basi per un possibile futuro luminoso. D’altra parte, se Davis scegliesse di restare legato ai Pelicans anche oltre la scadenza del suo attuale contratto, i Pelicans potrebbero provare ad aggiungere un paio di tasselli importanti (facendo sempre i conti con la propria situazione salariale) al roster per provare a diventare una vera contender. Ma ovviamente è ancora presto per parlare di questo, mentre per la prossima stagione i Pelicans proveranno certamente a centrare di nuovo la postseason: sulla carta sono una squadra che nella Western Conference sulla carta potrebbe galleggiare tra la settima e la decima posizione dell’agguerrito Ovest. 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.