AD7

Inside the duel: Warriors-Spurs

La squadra del mago Pop sfida i campioni in carica al primo turno per il secondo anno consecutivo

Quella tra Golden State Warriors e San Antonio Spurs potrebbe essere una delle serie più interessanti in questo primo turno di playoff. I campioni NBA in carica affrontano una squadra che ormai da anni ci stupisce e non va mai presa sotto gamba, anche perchè in panchina si siede un certo Gregg Popovich. L’ultimo precedente tra le due squadre nei playoff risale allo scorso anno, con una serie che venne vinta per 4-0 dai Warriors nella finale della Western Conference, complice anche l’infortunio di Kawhi Leonard in gara 1 per via dello scontro con Zaza Pachulia. Purtroppo per noi appassionati di pallacanestro, in questa serie saranno assenti Kawhi Leonard (out a tempo indeterminato) e Stephen Curry, il quale salterà il primo turno. Inoltre sono infortunati anche Patrick McCaw e Andre Iguodala nei Warriors, col secondo pronto a rientrare in corso del primo round.

Stephen Curry e Kawhi Leonard: i due saranno assenti nell’interessante confronto tra le proprie franchigie.

Un’assenza pesante per entrambe le squadre dunque, anche se gli Spurs stanno convivendo con l’assenza della loro stella da tutta la stagione, mentre Curry ha saltato solamente l’ultima parte dell’annata. I Golden State Warriors arrivano a questi playoff con gli occhi di tutto il mondo puntati addosso per via del grande distacco subito dagli Houston Rockets nella regular season (7 vittorie di margine tra le due superpotenze dell’ovest), quindi dovranno smentire tutte le critiche subite facendo capire a tutti che sono ancora loro la squadra da battere; dall’altra parte i San Antonio Spurs apparentemente non sembrano avere molte chance di passare il turno, ma grazie alla loro grande esperienza ed al loro coach potrebbero mettere in seria difficoltà la squadra di Steve Kerr.

LO SCORE IN REGULAR SEASON

Golden State Warriors

  • Record: 58-24 (29-12 in casa e 29-12 on the road)
  • Offensive rating: 112.3 
  • Defensive rating: 104.2 
  • Team leaders: Kevin Durant e Stephen Curry (26.4 PTS), Draymond Green (7.6 REB), Draymond Green (7.3 AST)

San Antonio Spurs

  • Record: 47-35 (33-8 in casa e 14-27 on the road)
  • Offensive rating: 105.5 
  • Defensive rating: 102.4 
  • Team leaders: LaMarcus Aldrige (23.1 PTS), LaMarcus Aldrige (8.5 REB), Tony Parker (3.5 AST)

WARRIORS-SPURS: IL DUELLO

Sarà una serie tra due squadre totalmente opposte, visto che i Warriors amano correre in contropiede ed alzare il ritmo del match, mentre i San Antonio Spurs prediligono una pallacanestro lenta e concreta. Gli Spurs per provare a vincere la serie dovranno andare controcorrente rispetto al loro andamento in regular season, provando anche vincere almeno una partita lontana dalle mura amiche:  in questo senso l’Oracle Arena non è esattamente il palazzetto più facile da espugnare. D’altro canto gli Warriors dovranno tornare a trovare le sicurezze che avevano nella passata stagione e specialmente negli scorsi playoff, in cui hanno perso solamente una partita su 17 totali dimostrandosi una squadra veramente difficile da affrontare. Per la squadra di coach Popovich fondamentale sarà LaMarcus Aldrige, che è stato il vero trascinatore dei suoi per tutta la stagione regolare; contro i Warriors Aldrige ha disputato 4 partite in questa stagione e si è sempre fatto valere, concludendo le 4 partite con 26.8 punti e 11 rimbalzi di media a partita tirando con oltre il 50% dal campo. Su di lui difenderà principalmente Draymond Green, ma alcuni minuti contro il lungo degli Spurs potrebbero averli anche Kevin Durant e Zaza Pachulia. Inoltre sarà importante la difesa della squadra texana, visto che Dejounte Murray e Danny Green specialmente sono due ottimi difensori sulle guardie avversarie, capaci di mettere pressione sui portatori di palla avversari e rubar loro il possesso; Danny Green avrà anche il compito di inseguire Klay Thompson in uscita dai blocchi, un compito arduo vista l’eccezionale abilità della guardia dei Warriors nel tirare dalla lunga distanza e farlo tra l’altro in un brevissimo lasso di tempo. Sarà invece Kyle Anderson probabilmente il marcatore principale di Kevin Durant, visto che fisicamente è il giocatore che più somiglia a lui.

 

 

Un altro obbiettivo degli Spurs sarà cercare di controllare i rimbalzi, un fattore che potrebbe punire gli Warriors nei momenti in cui si schiereranno con lo small ball e che potrebbe fare la differenza, facendo sì che gli Warriors non prendano molto ritmo in attacco con le loro corse in contropiede e triple in transizione. Dall’altra parte gli Warriors avranno come obbiettivo principale l‘alzare il numero dei possessi e correre in contropiede, anche forzando qualche tripla in transizione per cercare di stancare sul punto di vista fisico gli Spurs. Un altro fattore importante potrebbe essere la percentuale al tiro pesante di Draymond Green, visto che nel pick and roll il marcatore del bloccante resta collassato in area e di conseguenza Green si potrà appostare sulla linea dei tre punti per tirare, oppure in caso di buoni aiuti scaricare per un compagno (è risaputa l’abilità di Green nel vedere il gioco e nell’essere praticamente un playmaker aggiunto per i suoi).

 

La lettura del gioco e il playmaking di Green danno costante linfa alla manovra dei Warriors.

 

Sarà invece da vedere come reagirà alla pressione dei playoff Quinn Cook, il quale ha fatto vedere delle buone cose nella parte finale della stagione regolare e presumibilmente sarà lui a rimpiazzare Curry nel primo turno. Una chiave tattica per i Warriors sarà invece attaccare molto LaMarcus Aldrige, in modo da farlo stancare nella metà campo difensiva e magari fargli spendere falli e metterlo fuori dalla partita; inoltre Aldrige non è che sia un ottimo difensore sui piccoli e quindi potrebbe concedere alcuni canestri facili ai suoi avversari.

WARRIORS: ROSTER E ROTAZIONI

2Jordan BellC236-9224Oregon$815,615
25Chris BoucherPF256-10200Oregon
4Quinn CookPG256-2179Duke$14,832
30Stephen CurryPG306-3190Davidson$34,382,550
35Kevin DurantSF296-9240Texas$25,000,000
23Draymond GreenPF286-7230Michigan State$16,400,000
9Andre IguodalaSF346-6215Arizona$14,814,815
15Damian JonesC227-0245Vanderbilt$1,312,611
34Shaun LivingstonPG326-7192$7,692,308
5Kevon LooneySF226-9220UCLA$1,471,382
0Patrick McCawSG226-7185UNLV$1,312,611
1JaVale McGeeC307-0270Nevada$1,471,382
27Zaza PachuliaC346-11270$3,477,600
11Klay ThompsonSG286-7215Washington State$17,826,150
3David WestPF376-9250Xavier$1,471,382
6Nick YoungSG326-7210USC$5,192,000

 

 

SPURS: ROSTER E ROTAZIONI

12LaMarcus AldridgePF326-11260Texas$21,461,010
1Kyle AndersonSF246-9230UCLA$2,151,704
42Davis BertansC256-10210$1,312,611
10Matt CostelloSF246-10240Michigan State
11Bryn ForbesSG246-3190Michigan State$1,312,611
16Pau GasolC377-0250$16,000,000
22Rudy GaySF316-8230Connecticut$8,406,000
20Manu GinobiliSG406-6205$2,500,000
14Danny GreenSG306-6215North Carolina$10,000,000
24Darrun HilliardSG246-6220Villanova
77Joffrey LauvergneC266-11260$1,524,305
2Kawhi LeonardSF266-7230San Diego State$18,868,626
8Patty MillsPG296-0185Saint Mary’s$10,714,286
5Dejounte MurrayPG216-5170Washington$1,312,611
9Tony ParkerPG356-2185$15,453,126
3Brandon PaulSG266-4200Illinois$815,615
4Derrick WhitePG236-4190Colorado$1,404,600

(Fonte: ESPN)

 

Warriors-Spurs streaming

Warriors-Spurs streaming della serie, lo cercheranno tutti. Il confronto si preannuncia veramente interessante, anche visti i precedenti in questa stagione, dove gli Spurs hanno messo spesso in difficoltà i Golden State Warriors. Volete sapere dove trovare Warriors-Spurs streaming? Ecco qui le modalità per seguire la serie:

  1. Warriors-Spurs streaming su Sky Go
  2. Warriors-Spurs streaming su NBA League Pass

Con la prima modalità sarà possibile seguire i playoff su Sky, attraverso l’applicazione disponibile per Smartphone, tablet e pc. I requisiti? Bisogna avere un abbonamento con Sky da almeno un anno col pacchetto sport attivo. Con Sky Go potrete seguire le partite in diretta ma anche registrarli e riguardarli comodamente, quando vorrete, sui vostri dispositivi preferiti Si partirà sabato 14 aprile alle ore 21:00 italiane con Gara 1, Gara 2 sarà alle ore 04:30 italiane martedì 17 aprile , Gara 3 venerdì 20 alle ore 03:30 italiane e Gara 4 domenica 22 aprile alle 21:30 italiane.  Per le eventuali altre gare sono ancora da definire gli orari. Con NBA League Pass invece basta abbonarsi sul sito web di NBA League Pass, selezionare il pacchetto desiderato e potrete così vedere tutte le gare in diretta e anche in contemporanea su PC, tablet o cellulare. Insomma, potrete vedere Warriors-Spurs streaming come preferirete.

 

 

I favoriti sulla carta sono senza dubbio i Golden State Warriors, una vera e propria portaerei che negli ultimi 3 anni è arrivata sempre alle Finals vincendo due titoli. Ma attenzione a dare per morti gli Spurs, perchè sono una squadra insidiosa e che con la loro grande esperienza nella lega potrebbero dare filo da torcere ai californiani.

 

2 Commenti
  1. Rossella aversa dice

    Professionale e competente grazie

  2. Rossella aversa dice

    Grande professionalità e competenza da parte di un giovane ragazzo! Complimenti Kevin!!!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.