Black e Zubac, quantità e qualità al servizio di Walton

I Los Angeles Lakers per il ruolo di numero 5 nella stagione 2016/17  hanno puntato forte su Timofey Mozgov, come dimostra il ricco quadriennale con il quale lo hanno messo sotto contratto durante la free-agency. Mozgov è fresco campione NBA con i Cavaliers anche se ha svolto un ruolo da comparsa quasi per tutta la stagione. E’ sicuramente un giocatore con esperienza e che ha dimostrato nei suoi anni nella lega di poter dare un buon contributo in entrambe le metà campo e come rimbalzista. Ma nel loro roster i giallo-viola hanno anche altri validi elementi che scalpitano per poter rosicchiare qualche minuto o anche qualcosa in più: stiamo parlando di Tarik Black e Ivica Zubac.

 

Tarik Black

 Black ha già qualche stagione NBA alle spalle,è stato preso dai Rockets come ‘undrafted’ all’inizio della stagione 2014/15 salvo poi essere rilasciato qualche mese dopo per firmare poi proprio con i Lakers. Nelle ultime 2 stagioni, Black non ha avuto moltissimo spazio però quando è sceso in campo ha sempre dato il suo contributo sotto le plance e anche in fase realizzativa ha provato a fare la sua parte. Si tratta comunque di un giocatore ‘undersize’ per il ruolo di numero 5, ma è un ottimo rimbalzista (anche offensivo) oltre ad avere buone doti atletiche e tempismo per la stoppata.

Si tratta di un giocatore che per caratteristiche potrebbe trovare il suo spazio nello scacchiere di coach Walton che predilige giocatori più mobili (Mozgov è sicuramente più statico), soprattutto per quello che può dare nella metà campo difensiva, poiché sicuramente non è un realizzatore ed ha un raggio di tiro veramente limitato oltre che poche carte da giocarsi in post basso. Si sta mettendo in luce in questa pre-season con delle buone prestazioni che stanno confermando le potenzialità del giocatore. Sicuramente Walton lo terrà d’occhio e gli darà qualche opportunità, starà a lui riuscire a coglierla per strappare minuti.

 

Ivica Zubac

 Zubac, il gigante croato(220 cm), è giovanissimo: è un classe ’97 come Ingram e quindi ha tanta strada da fare davanti a sé. Si tratta però di un giocatore che già dalla Summer League dello scorso luglio a Las Vegas (terminata a 10 punti e 7 rimbalzi abbondanti di media in 23 minuti di utilizzo)ha lasciato intravedere delle ottime cose che fanno veramente ben sperare in casa Lakers. Non è velocissimo e sicuramente deve mettere su un pò di massa muscolare per poter tenere botta nella NBA, però è dotato di braccia lunghissime ed è anche un discreto stoppatore; caratteristiche che ne fanno un giocatore di presenza nel pitturato.

A questo riesce abbinare una buona tecnica individuale,discreta visione di gioco e delle mani educate anche se il raggio di tiro è da valutare. Sicuramente è un buon giocatore di post-basso e di pick and roll, nel sistema di Walton potrebbe anche diventare un buon passatore. Ha subito qualche brutto infortunio in passato quindi la tenuta fisica va testata, il tempo è tutto dalla sua parte anche se potrebbe trovare minuti sin da subito.

 

 

Ricapitolando,il ruolo di numero 5 nello starting five dei Los Angeles Lakers è sicuramente di Mozgov, ma la sensazione è che le gerarchie non siano proprio cosi incontrovertibili in quella posizione: sia Black che Zubac , per motivi e caratteristiche diverse, potrebbero trovare spazio e togliere minuti al russo e nel prosieguo della stagione magari chissà, uno dei due potrebbe addirittura prendersi il posto in quintetto.

 

 

 

“Il modo più facile per restare sempre aggiornati con il grande basket della NBA? Easy man. Scarica l’app NBAPassion da Google Play:https://play.google.com/store/apps/details… “