Lakers-Spurs, Popovich: “Come si ferma LeBron? E’ LeBron James, non si ferma”

Gregg Popovich su LeBron

Lakers-Spurs, Popovich: “Come si ferma LeBron? E’ LeBron James, non si ferma”

Lakers-Spurs, l’infortunio alla caviglia di Brandon Ingram dopo appena 5 minuti di gara contringe LeBron James agli straordinari.

Contro i San Antonio Spurs reduci da una delle peggiori sconfitte della loro storia, e desiderosi di riscatto, LBJ segna 42 punti (5 rimbalzi, 6 assist, 2 recuperi e 15 su 24 al tiro), di cui 20 nel solo quarto quarto (qui il recap di NBAPassion.com)

James ha condotto i Lakers alla rimonta in una quarta frazione che ha visto gli Spurs in vantaggio anche di 8 lunghezze (95-87 con 8:46 da giocare dopo due tiri liberi di DeMar DeRozan). A LeBron bastano due minuti per caricarsi i suoi sulle spalle e guidare un parziale di 11-0 che riporta L.A. in vantaggio (96-95 a 6:39 dal termine).

La difesa dei Lakers trae energia dal suo numero 23: Josh Hart e Lonzo Ball dalla distanza, e Kyle Kuzma in contropiede chiudono la porta agli Spurs negli ultimi minuti di gara. Lo stesso LeBron “firma” l’ennesima prova da incorniciare con una tripla dal palleggio a 8 metri dal canestro, per il definitivo + 6 Lakers ad un minuto dal termine.

A fine gara, un Gregg Popovich sempre allergico alle domande banali, e deluso dalla sconfitta, ha in poche parole riassunto le chiavi del match nel quarto periodo:

I Lakers hanno segnato tutti i tiri importanti nel quarto quarto, LeBron James ha generato attacco, ha segnato da tre punti, attaccato il ferro e coinvolto tutti, ha fatto di tutto. Una buona partita… Cosa rende LeBron James così immarcabile? Avete mai visto giocare James sinora? E’ LeBron James, è questo che lo rende così immarcabile

– Gregg Popovich su LeBron James –

Lakers-Spurs, LeBron James: “Sotto di 8, ho preso il controllo della gara. La fatica? Non è un problema”

 

Negli spogliatoi a fine gara, LeBron James è soddisfatto della vittoria (la 15esima per i Lakers) sugli Spurs, che hanno già battuto L.A. per ben due volte in questa stagione, sia a Los Angeles che a San Antonio:

Sotto di 8, e gli Spurs stavano controllando la partita, in più ci avevano gia battuto due volte quest’anno. Ho cercato di prendere il controllo della gara (…) La fatica? Sono abituato a tutto, posso sopportare questi carichi, quello che importa è vedere i miei compagni competere e segnare i tiri pesanti nel quarto quarto, Josh Hart ha segnato due triple importanti, Lonzo ha segnato dall’angolo, Kuzma… L’infortunio di Ingram ci ha fatto perdere ritmo, abbiamo dovuto modificare le nostre rotazioni (…) dobbiamo assolutamente sfruttare il fattore campo. Durante la stagione puoi avere alti e bassi, soprattutto in trasferta, e noi non possiamo permetterci di non far valere il fattore campo qui a L.A. Chi viene qui a giocare deve sapere che sarà una partita difficile. Nel quarto quarto, i miei compagni si appoggiano su di me perché faccia le giocate importanti. Ed io accetto questo tipo di pressione, e le responsabilità che ne conseguono. Lavoro sul mio gioco tutti i giorni, sul gioco interno, sul tiro… e questi sono i risultati

– LeBron James dopo Lakers-Spurs –

Michele Gibin
pt.fadeaway@gmail.com

Contributor per NBAPassion.com

No Comments

Post A Comment