AD7

“Shut Up And Dribble”, la serie prodotta da LeBron James in onda in ottobre

Su Showtime la docu-serie sul ruolo delle star dello sport americano nella vita politica del paese

Shut Up And Dribble – la serie. La querelle di febbraio tra LeBron James e la conduttrice di Fox News Laura Ingraham sarà il punto di partenza di una docu-serie in tre parti, co-prodotta proprio dal nativo di Akron, Ohio.

Come riportato da Joe Otterson di Variety, la docu-serie prende spunto dallo scontro verbale tra Laura Ingraham di Fox News e LeBron James nel febbraio 2018. La conduttrice Neo-Con del “The Ingraham Angle” aveva invitato l’allora numero 23 dei Cleveland Cavs a “stare zitto e giocare”, dopo che James aveva attaccato il presidente USA Donald Trump, definendolo un uomo “Incapace di capire la gente, e anzi uno a cui non frega un c…. delle persone“.

David Nevins, CEO di Showtime, rete tv via cavo americana, ha annunciato lunedì la nascita della serie, che sarà trasmessa in ottobreShut Up And Dribble sarà diretto dal documentarista Gotham Chopra, e vedrà LeBron James in qualità di produttore esecutivo a fianco di – tra gli altri – Maverick Carter (produttore ed amico personale di James, fu l’ideatore del famoso show “The Decision” nel 2010) e Rich Paul.

Shut Up And Dribble, le stelle NBA e la politica

La docu-serie prenderà dunque spunto dal diverbio James-Ingraham, scatenato a propria volta dalla decisione senza precedenti dei campioni NBA in carica Golden State Warriors di non recarsi alla consueta visita alla Casa Bianca post-titolo, in polemica con l’amministrazione Trump.

Shut Up And Dribble partirà dall’annessione alla NBA della vecchia American Basketball Association nel 1976, anno zero della NBA moderna. Gli anni seguenti segneranno l’inizio dell’epoca d’oro della lega, i cui giocatori più rappresentativi diventeranno in breve tempo icone contemporanee, veicoli pubblicitari e personalità pubbliche attive in ambiti sociali e politici.

Così mister Nivens durante la conferenza stampa di lunedì:

LeBron James, al pari di altri campioni, ha utilizzato la sua celebrità per far sentire la propria voce. Il lavoro di James, Maverick Carter e Gotham Chopra è un’importante ed acuta testimonianza che illustrerà a pubblico e fan un discorso ben più profondo del tentativo di banalizzazione citato nel titolo della serie

– David Nivens su Shut Up And Dribble

James è tornato recentemente a criticare l’operato del presidente Trump, attirandosi le ire notturne dell’ex tycoon. A supporto dell’ex stella dei Cleveland Cavaliers sono intervenuti tanti “colleghi”, tra cui Steph Curry, Karl-Anthony Towns, Bradley Beal, Donovan Mitchell, ed i grandi Bill Russell e Michael Jordan.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.