AD7

Ottava giornata Dunkest NBA 2018-2019, sfida tra “divinità” alla Oracle Arena

Dopo un settimo turno fuori dagli schemi, ritornano i consigli dedicati a Dunkest. Ottava giornata Dunkest NBA dominata dallo scontro al vertice di Oakland tra Golden State Warriors e Milwaukee Bucks, tra Giannis Antetokounmpo e l'armata letale di Steve Kerr

In una prima parte di stagione mai cosi indecifrabile, lo scontro al vertice che non ti aspetti. L’ottava giornata Dunkest NBA vede di scena, alla Oracle Arena, i due colossi di questa prima parte di stagione del fantabasket: la certezza GSW, con KD e Curry assoluti messaggeri della buona presa vs la divinità per eccellenza, The Greak Freak Giannis Antetokounmpo e la sorpresa (a questi livelli) Milwaukee.

Dopo un ultimo turno da capogiro (in senso negativo purtroppo..), dove molti capitani hanno deluso, meglio optare per un piccolo ma radicale cambiamento, il primo di questa RS. Ricordate: i cambi, nonostante il malus, non sono totalmente ininfluenti, anzi. Pensate a chi come il sottoscritto, nello scorso turno, ha cambiato Durant per Davis, riuscendo ad evitare un importante tracollo dell’Unibrow.

Chi però, al contrario del sottoscritto, ha operato il colpaccio è stato Federico Berlini con il suo Team Borgetti, autore di ben 344.13 pdk e meritatamente vincitore della giornata 7 della stagione. In classifica generale, scatto in vetta di Filiberto Mancuso con la squadra Filo951 con all’attivo 1900 pdk, comunque tallonato da Olympians di Pietro Tarchi (1897.18 pdk) e da BellaZio Team di Danilo Bissacco (1895.55 pdk). Lega NBA Passion Ufficiale più che mai combattuta finora.

Tuttavia, la strada è ancora molto lunga. Perciò, rimbocchiamoci le maniche, alla ricerca dei migliori consigli per la ottava giornata Dunkest di scena da questa notte.

 

Ottava giornata Dunkest NBA: le guardie

Victor Oladipo (Indiana Pacers, crediti 12.8): primo stint iniziale con delle gomme poco performanti per uno degli uomini più veloci della Lega (per usare un gergo automobilistico). Un’ultima settimana in crescita, con il premio di Player of the Week della Eastern Conference. Oladipo sta tornando ai suoi standard e, nonostante lo scontro diretto contro Phila, il prezzo è troppo invitante per non approfittarne, (G Titolare Ottava giornata Dunkest NBA)

Caris Levert  (Brooklyn Nets, crediti 9.6): per chi vuole rischiare poco e puntare sull’usato sicuro, Levert è la presa ideale. Giocatore completo per Dunkest, che timbra il tabellino con ottime cifre in tutti i fondamentali. Inoltre, ad oggi, è il vero trascinatore di una delle squadre che giocano il miglior basket in NBA. Impegno in trasferta a Denver nel T3, dopo una settimana infernale per i Nuggets: possibile partita ad alto punteggio e possessi. (G Titolare Ottava giornata Dunkest NBA)

Derrick White Jr. (San Antonio Spurs, crediti 4): possibile esordio stagionale in Florida per il play titolare (in assenza di Murray) dei San Antonio Spurs. Pop non fa rientrare i suoi giocatori se non al 90% della condizione, quindi White potrebbe anche giocare una discreta fetta di partita. Vera PG, con buona visione, può essere la vera sorpresa di giornata. (G Riserva Ottava giornata Dunkest NBA)

Ottava giornata Dunkest NBA: le ali

Paul Millsap (Denver Nuggets, crediti 11.1): inizio convincente, come d’altronde quello di tutto il roster di Malone, per l’ala ex Atlanta. Giocatore solido che con Memphis può andare a nozze soprattutto a rimbalzo. Partita a mio parere non così semplice per i secondi della Western Conference, che dovranno faticare per postarsela a casa. DD in canna per il #4!(A Titolare Ottava giornata Dunkest NBA)

Marcus Morris (Boston Celtics, crediti 9.6): il gemello “più titolato” della famiglia Morris è uno dei tasselli fondamentali del puzzle di Stevens. in questo inizio di RS, ha spesso preso le voci di Brown nel ruolo di sesto uomo e il suo rendimento ne ha risentito in maniera positiva. Contro i Suns, leggermente in crisi soprattutto in difesa, Morris può trovare spazio e punti importanti. (A 6th Man/Titolare Ottava giornata Dunkest NBA)

Jake Layman (Portland Trail Blazers, crediti 5): uomo rivelazione di questo inizio di stagione della Rip City. Parte in quintetto, giocando anche un buon quantitativo di minuti, con una media abbastanza considerevole per il prezzo. Contro i Clippers tanti possessi e la possibilità di migliorare ancora il suo apporto per Dunkest. (A Riserva Ottava giornata Dunkest NBA)

Ottava giornata Dunkest NBA: i centri

Dwight Howard (Washington Wizards, crediti 13.1): è tornato Superman anche se non al massimo. Contro New York e Dallas (non valevole per Dunkest), due prestazioni nella media per l’ex Magic. Contro i suoi ex tifosi, però, Howard può trovare il primo vero squillo stagionale magari andando a sfiorare anche quota 40 pdk. Sarà gara aperta tra due squadre molto altalenanti e poco ordinate in fase di costruzione. (C Titolare Ottava giornata Dunkest NBA)

Kosta Koufos (Sacramento Kings , crediti 7.4): sarà brutto sia da veder giocare che da vedere e basta, ma il centro greco dei Kings fa sempre il suo sporco ma efficace lavoro. Nonostante il match scritto contro i Raptors, è uno dei centri migliori sotto quota 9 crd da poter inserire nella batteria delle riserve della vostra squadra Dunkest. (C Riserva Ottava giornata Dunkest NBA)

Sesta giornata Dunkest NBA: gli allenatori

Scott Brooks (Washington Wizards, crediti 6.7): una delle più brutte partenze dei Wizards degli ultimi 10 anni. La trasferta di Orlando è quantomai fondamentale per cercare di trovare continuità in un ambiente falcidiato dalle guerre fratricide all’interno dello spogliatoio.

Pierce Lloyd (Orlando Magic, crediti 4.2): nonostante l’infinita lista di indisponibili e in dubbio, la gara contro i Knicks è da 50-50. Se Trae Young è in serata e i lunghi svolgono al meglio il loro lavoro, Atlanta può cercare il colpaccio.

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.