AD7

Quattordicesima giornata Playoff Dunkest, allerta gara 7?

Playoff Dunkest, dopo la giornata interamente dedicata alla gara 6 tra Bucks e Celtics, il quattordicesimo turno presenta Washington-Toronto, Indiana-Cavs e OKC-Utah. Dopo le super prestazioni di Lebron James e Russell Westbrook, chi può essere protagonista Dunkest di questa nottata?

Con Houston, Golden State, Philadelphia e New Orleans già qualificate alle Semifinals di Conference, si accende la lotta per gli ultimi posti disponibili.

Dopo la superba prestazione di ieri, Giannis Antetoukounmpo e i suoi Milwaukee Bucks forzano gara 7 in quel di Boston. Questa notte, di scena altre 3 serie con alta possibilità di arrivare al “game decisivo”: Utah ospita OKC nel secondo “win or go home” consecutivo per Russell Westbrook, Paul George e Carmelo Anthony. In caso di eliminazione, la “BIG 3” risulterebbe la più grande delusione di questa stagione. Toronto e Cavaliers a caccia della semifinale, impegnate entrambe in gare complicatissime contro Washington e Indiana. Alla fine, potremmo ritrovarci con quattro gare 7 già al primo turno (se non è record, poco ci manca).

Notizie positive dall’infermeria in vista delle Semifinals: Steph Curry sarà a disposizione in gara 1, nella serie contro NOLA. In ottica Dunkest, ecco i consigli di giornata per le gare 6 di questa notte.

Infortunati: Luwawu-Cabarrot, Mbah a Moute;

In Dubbio: Otto Porter, VanVleet, Hill, Curry

QUATTORDICESIMA GIORNATA PLAYOFF DUNKEST: GUARDIE

Victor Oladipo (Indiana Pacers, crediti:11,1): dopo lo scottante esito di gara 5, con la stoppata irregolare di Lebron su di lui, Oladipo si vorrà certamente rifare. Ovviamente, per Dunkest, la guardia di Indiana non è un “top player”, ma può essere la giusta scelta qualità/prezzo per risparmiare crediti in vista degli altri ruoli. (Guardia titolare Quattordicesima Giornata Playoff Dunkest)

Delon Wright (Toronto Raptors, crediti: 7,1): il sesto uomo dei Raptors, in assenza di VanVleet, sta giocando dei playoff straordinari. Nonostante per Dunkest non sia il più preposto, Wright sta realizzando quasi 17 pdk di media, buono score per un sesto uomo low-cost.  (Sesto uomo Quattordicesima Giornata Playoff Dunkest)

ALI

Paul George (OKC, crediti: 12,7): per OKC, gara 6 significa ancora “dentro o fuori”. Per evitare una stagione fallimentare, PG e Russ devono elevarsi oltre il loro normale livello di gioco. Se ripetesse le prestazioni di gara 1 o gara 5 (entrambe intorno ai 35 pdk), Paul George sarebbe devastante anche su Dunkest. (Ala titolare Quattordicesima Giornata Playoff Dunkest)

Larry Nance Jr. (Cleveland Cavaliers, crediti: 8,5): l’ala grande ex Lakers non ha ancora trovato un collocamento fisso nello scacchiere Cavs, neanche in questi playoff. Tuttavia, proprio la sua duttilità può tornare utile a Lue in partite del genere, complicate e tirate fino all’ultimo. Con un buon minutaggio, Nance Jr. potrebbe toccare quota 20 pdk. (Sesto uomo Quattordicesima Giornata Playoff Dunkest)

CENTRO

Rudy Gobert (Utah Jazz, crediti: 15,4) :  ad oggi, il miglior centro dei playoff Dunkest con Capela dei Rockets. Sta giocando una grande serie, è in condizione e risulta essere molto costante (solo gara 1 sotto quota 20 pdk). Viene da un’ultima prestazione discreta (21 pdk). Nella sua casa, a Salt Lake City, Gobert può tornare a dominare nel pitturato. (Centro titolare Quattordicesima Giornata Playoff Dunkest)

CAPITANO

Russell Westbrook (OKC, crediti: 19,5) : il rintocco della campana sancisce l’ora della verità. Questa deve essere la sua notte, la notte dell’MVP 2017. Russell Westbrook, già protagonista due giorni fa della rimonta OKC da -25 punti, potrebbe far registrare la sua prima tripla-doppia dei playoff 2018, magari aggiungendoci un biglietto per gara 7 come contorno. Oltre a Broodie, il discorso “capitano Dunkest” comprende sempre lui, Lebron James, da Akron (Ohio).

61,25 pdk per il Re in gara 5, culminata con il buzzer-beater finale da fantascienza pura. Di gran lunga, il migliore giocatore per Dunkest in questo momento.

COACH

Scott Brooks (Washington Wizards, crediti: 6) : Washington ha dimostrato di saper mettere alle corde i campioni di Eastern Conference, anche nell’ultima gara giocata in Canada. Si torna nel distretto, con Wall in spolvero e Bradley Beal pronto ad accendersi dalla lunga distanza. La sorpresa è dietro l’angolo, ottimo tentare l’azzardo a 6 crd.

 

 

1 Commento
  1. Anonimo dice

    Culo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.