AD7

Ventisettesima giornata Dunkest, occhio al mercato

Ventisettesima giornata Dunkest che presenta la pratica Pacers per i Cavs ed una grande sfida fra le due squadre più in forma in questo momento: Raptors e Warriors.

La scorsa giornata ci ha fatto capire molte cose, in ottica Dunkest. Anche LeBron sa essere umano alle volte, realizzando il suo peggior score stagionale con 16,25 pdk. Anche Giannis Antetokounmpo mostra i primi cenni di stanchezza, dopo una prima parte stagionale a ritmi indiavolati. L’unico giocatore in grande ascesa è l’MVP in carica Russ Westbrook: periodo immacolato per lui, con punteggio medio di circa 40 pdk nelle ultime 6 partite.

Oltre agli scivoloni di alcuni big, la scorsa giornata è stata il “teatro” di alcune decisioni in chiave mercato. Molte squadre hanno annunciato gli indiziati ad una probabile “trade” a Febbraio. Tantissimi nomi interessanti potrebbero cambiare aria: due su tutti Evans dei Grizzlies e DeAndre Jordan dei Clippers. Rivoluzione in atto per due franchigie di bassa classifica come Lakers e Hawks, con più di due giocatori in partenza. A prescindere dalla buona riuscita delle “trades”, eviterei di acquistare qualsiasi giocatore a rischio cessione, tranne Lou Williams e Julius Randle. Andiamo, di seguito, a vedere i consigli di giornata.

GUARDIE

Dennis Smith Jr. (Dallas Mavericks, crediti: 8,4) : il rookie di Dallas sta costantemente tornando sopra i 10 punti Dunkest. E’ il tipico giocatore definibile come una “mina vagante”: può fare una tripla-doppia e spaccare tutto come può anche andare in negativo. Ottima scelta per il ruolo di sesto uomo, visto l’impegno e il posizionamento nell’arco della giornata. (Sesto uomo Ventisettesima giornata Dunkest)

Jawun Evans (Los Angeles Clippers, crediti: 4,8) : la miriade di infortuni che hanno disastrato i Clippers, hanno permesso ad alcuni giocatori di esprimersi al meglio. Uno di questi è Evans, diventato titolare da un paio di giornate e già sopra quota 30 pdk. La sfida con Sacramento non è impossibile. (Panchinaro Ventisettesima giornata Dunkest)

ALI

Ben Simmons (Phila 76ers, crediti:16 ) : anche il simbolo del “the Process” sta recuperando la forma di inizio stagione. Dopo il ritorno da Londra, l’obiettivo è quello di andare in progressione per portare Philly ai play-off. (Ala titolare Ventisettesima giornata Dunkest)

DeMarcus Aldridge (San Antonio Spurs, crediti: 16,3) : dopo l’ennesimo stop per Kawhi Leonard, è lui l’unico baluardo a cui Popovich si può appellare per cercare di salvare il salvabile almeno in RS. Poco da dire nei confronti di un giocatore che ha finalmente ritrovato la miglior condizione psico-fisica dai tempi di Portland. Gioca contro Denver in back-to-back quindi buon colpo. (Ala titolare Ventisettesima giornata Dunkest)

CENTRI

Steven Adams (OKC, crediti: 14 ) : miglior rimbalzista offensivo della lega ed ottima percentuale dal campo. Adams è ormai una sicurezza per ogni fanta-allenatore Dunkest, nonostante la poca mole di palle giocabili a partita. (Centro titolare Ventisettesima giornata Dunkest)

Jarrett Allen (Brooklyn Nets, crediti: 5,8) : anche il “capellone” dei Nets è in ottima crescita e si è ritagliato uno spazio importante all’interno del secondo roster di New York. Sfida contro Atlaenta i cui può fare molto bene. (Panchinaro Ventisettesima giornata Dunkest)

CAPITANO 

John Wall (Washington Wizards, crediti: 16,8) : manca da troppo tempo una doppia-doppia punti con assist per la stella dei “maghetti” del distretto. Contro Orlando in seria difficoltà, Wall può tentare di battere il massimo stagionale.

COACH

Alvin Gentry (New Orleans Pelicans, crediti: 6,3) : scontro diretto ad Ovest in chiave playoff contro i Trail Blazers. L’impegno casalingo dei Pelicans deve essere necessariamente pari ad una vittoria, visto anche il forfait di Lillard.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.