Eurolega Preview: CSKA-Olympiacos

by

Per la quarta volta nelle ultime sei Final Four si fronteggeranno CSKA ed Olympiacos. Siamo abbastanza sicuri che la notizia non abbia fatto saltare di gioia i russi: nei tre precedenti infatti l’hanno sempre spuntata Spanoulis e compagni. Anche i greci però hanno la loro bella dose di preoccupazioni: gli ultimi due scontri in regular season li ha vinti entrambi il CSKA.

La sfida verrà trasmessa da Fox Sports in diretta alle 17:30 di oggi dopo un ampio prepartita con Niccolò Trigari ed Hugo Sconochini.

 

QUI OLYMPIACOS

Ad Atene si sono presi tutti un bello spavento. La serie contro l’Efes è stata più dura del previsto ma quando l’Olympiacos è stato obbligato a vincere non ha deluso le aspettative. Una grossa fetta del merito va al suo leader Vassilis Spanoulis, autore di cinque prove magnifiche come dimostrato dai 17 punti e 6 assist di media.

Per quanto riguarda questa sera, oltre al lungo degente Daniel Hackett, anche Matt Lojeski potrebbe non essere della partita. Il belga ha ovviamente seguito la squadra ad Istanbul, il suo impiego verrà valutato in giornata.

In queste Final Four, per quanto faccia strano dirlo, l’Olympiacos è quasi un outsider. Le altre tre contendenti sembrano almeno un passo avanti ai greci ma, ovviamente, non bisogna darli prematuramente per sconfitti. Spanoulis non ha mai perso una semifinale e non vuole certo iniziare ora.

 

QUI CSKA

Se vincere è difficile, figuriamoci rivincere. Il CSKA è chiamato ad una vera e propria impresa, nonostante il roster sia decisamente all’altezza del compito. Dalle tre sconfitte consecutive contro Fenerbahce, Stella Rossa e Real Madrid i russi non sono sembrati la solita macchina da guerra inarrestabile; affrontare l’Olympiacos non al meglio delle proprie possibilità potrebbe essere un peccato mortale: Teodosic e compagni lo hanno già imparato sulla propria pelle.

Oltre all’assenza di Kulagin, Itoudis rischia di perdere anche un altro giocatore: Milos Teodosic. Il serbo ha saltato tutta la serie di playoff con l’Astana, sarà quasi sicuramente convocato ma i suoi minuti potrebbero essere limitati.

spanoulis-olympiacos
Vassilis Spanoulis braccato da Hines e Vorontsevich

 

LA PARTITA

L’eventuale scarso impiego di Teodosic per quanto detto sopra può certamente influenzare la partita ma non quanto ci si aspetti. Il numero 4 non è mai partito in quintetto nella serie contro il Baskonia: Itoudis sa di non potersi permettere tanti minuti di Teodosic-De Colo nella metà campo difensiva. Spazio allora ad Aaron Jackson, ora più che mai. Mettere pressione a Spanoulis (4.4 palle perse nella serie con l’Efes) potrebbe ridurre notevolmente la circolazione di palla dei greci e quindi la loro pericolosità.

Chi certamente potrà fare la differenza è Giorgios Printezis, ma questo il CSKA lo sa già molto bene. I suoi 12.8 punti ed i suoi 5.8 rimbalzi di media faranno certamente comodo a Sfairopoulos.

Proprio i rimbalzi potrebbero essere un fattore decisivo: l’Olympiacos viaggia a 39 di media contro i 31 del CSKA. È facile che Itoudis faccia nuovamente partire titolare Kurbanov per non soffrire troppo la fisicità dei greci; anche Vorontsevich (5.7 rimbalzi di media) giocando da 3 in un quintetto alto può essere un fattore importante data la disparità fisica tra Hines ed i centri rivali.

Le ultime uscite europee del CSKA, nonostante gli ottimi risultati, non sono state molto convincenti. Se i russi ritroveranno se stessi, e molto passerà dalle condizioni di Teodosic, hanno più chance di raggiungere la finale rispetto all’Olympiacos, altrimenti vedo favoriti i greci.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Go to Top
Statistiche