I Dallas Mavericks "pronti a ricevere chiamate per Barnes e Powell"
I Dallas Mavericks "pronti a ricevere chiamate per Barnes e Powell"
130671
post-template-default,single,single-post,postid-130671,single-format-standard,cookies-not-set,qode-news-1.0.5,ajax_updown,page_not_loaded,,qode-title-hidden,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-17.2,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.6,vc_responsive
harrison barnes-rapporti franchigie giocatori

I Dallas Mavericks cercano acquirenti per Harrison Barnes e Dwight Powell?

Ore di riflessioni a Dallas, tre giorni dopo la trade che ha portato il lettone Kristaps Porzingis alla corte di Luka Doncic e coach Rick Carlisle.

 

Come riportato da David Lord di 247sports.com, i Dallas Mavericks “sarebbero pronti a ricevere chiamate per Harrison Barnes e Dwight Powell“, in vista della trade deadline del prossimo 7 di febbraio.

 

L’obiettivo dei Mavs? La più classica delle operazioni di salary dump. Nella prossima off-season i Dallas Mavericks dovranno affrontare il rinnovo contrattuale del neo-acquisto Porzingis.

 

Nelle ore successive alla trade “KP” si è detto disponibile a rinviare la questione sul rinnovo contrattuale alla stagione 2019\20, dicendosi disposto a giocare il prossimo anno a Dallas accettando la “qualifying offer” da 4.5 milioni di dollari.

 

View this post on Instagram

Ore 20:40 – Dopo innumerevoli voci e polemiche, Krispstas Porzingis richiede una trade a New York già prima della deadline di giovedì prossimo. Ore 21:15 – Il finimondo. Il lettone viene ceduto ai Dallas Mavericks con Tim Hardaway Jr., Trey Burke e Courtney Lee in cambio di DeAndre Jordan, Wesley Matthews e Dennis Smith Jr. più 2 scelte da definire. Poco dopo, vengono rettificate le scelte: saranno 2 future al primo giro, con una protetta nel 2021 tra la 1-10. Una block-buster trade che non ci saremmo mai aspettati di vedere. Soprattutto in così breve tempo. Viene da pensare che quell'abbraccio al MSG del giorno prima tra Doncic e Porzingis fosse da considerare come un avvisaglia. I Mavericks puntano forte sugli europei ed abbandonano i sogni di Playoffs almeno per quest'anno. New York si risveglia stravolta, ma in meglio, e con una precisa identità per l'estate prossima; 74.6 M di salary cap liberato per 2 contrattoni. Inoltre, DAJ è un carissimo amico di KD, non dimenticatelo. Che ne pensate della coppia Porzingis-Doncic? New York tornerà protagonista nella prossima stagione? #nbapassion #nba2k18 #NBApassionapp #NBA #basketball #trade #kristapsporzingis #lukadoncic #deandrejordan #newyork #knicks #dallas #mavericks #blockbustertrade #MercatoNBA #FreeAgency2019

A post shared by NBA Passion (@nbapassion_com) on

 

Difficile, nonostane l’ostentata buona volontà, pensare che Porzingis possa davvero rinunciare ad un’estensione contrattuale da 158 milioni di dollari per la quale l’ex Knicks sarà eleggibile a partire dal prossimo 1 luglio, per affrontare una free agency da unrestricted free agent l’anno successivo.

 

Per arrivare a Porzingis, i Dallas Mavericks hanno accettato di accollarsi gli onerosi contratti di Courtney Lee (2 anni e circa 25 milioni di dollari) e soprattutto Tim Hardaway Jr (3 anni e circa 54 milioni di dollari, player option sull’ultimo anno e trade kicker del 15% tra 2019 e 2020).

 

Per la prossima stagione, Harrison Barnes e Dwight Powell saranno invece a libro paga per rispettivamente 25 (player option per Barnes) e 10.2 milioni di dollari (altra player option per Powell). La probabile estensione contrattuale di Kristaps Porzingis occuperà per intero lo spazio salariale disponibile in estate per i Mavericks, ed i contratti di Hardaway e Lee saranno difficilmente trasferibili a partire da fine giugno.

 

I Dallas Mavericks hanno da giovedì ufficialmente affidato il proprio futuro e le proprie fortune alla coppia d’oro Doncic-Porzingis. Mark Cuban ed il General Manager Donnie Nelson potrebbero decidere da qui a giovedì prossimo di andare alla caccia di contatti in scadenza immediata per Harrison Barnes e\o Dwight Powell, nel tentativo di riacquisire parte dello spazio salariale “ipotecato” per i nuovi arrivati Lee, Hardaway e Porzingis.

Post a Comment