P.J. Tucker sul primo quintetto difensivo: “Non mi interessa, voglio solo vincere”

Approdato lo scorso anno agli Houston Rockets da free agent e messo sotto contratto con un quadriennale da 32 milioni di dollari, P.J. Tucker è diventato in breve tempo un pilastro insostituibile della squadra di Mike D’Antoni. Inizialmente riserva delle ali titolari Trevor Ariza e Ryan Anderson, il classe ’85 ha poi soffiato il posto in quintetto al secondo, diventando una vera e propria certezza per i suoi nella seconda parte di stagione.

L’ex giocatore dei Toronto Raptors è salito ancor più di livello nella sua seconda stagione in Texas e attualmente sta viaggiando a medie di 7.8 punti, 6.1 rimbalzi, 1.2 assist e 1.6 palle recuperate col 40.5% al tiro e il 38% da dietro l’arco in 66 presenze, ed ha messo già a referto il suo massimo in carriera sia per triple segnate e tentate in una singola stagione (121/315), che per stoppate (29), ed è vicinissimo a stabilire il suo nuovo personale primato per palle recuperate (108 in questa regular season, 116 tra Phoenix Suns e Toronto Raptors nel 2016-2017).

Chris Paul sponsorizza P.J. Tucker per l’All-Defensive First Team

P.J. Tucker sta vivendo una gran stagione, la sua prima da titolare indiscusso con gli Houston Rockets.

Oltre a ciò, Tucker è uno dei migliori difensori della lega, essendo in grado di difendere su tutti e cinque i ruoli e di limitare considerevolmente anche autentiche superstar offensive del calibro di Kevin Durant. Avendo ricoperto sin qui un ruolo chiave nella risalita degli Houston Rockets dal penultimo posto di dicembre (11-14) all’attuale terzo posto (41-25), in molti si aspettano che possa rientrare in uno dei due quintetti difensivi. Tra questi spicca Chris Paul, suo compagno di squadra, che vorrebbe fortemente farlo inserire nell’All-Defensive First Team.

“Non so perché Chris voglia a tutti i costi che io venga inserito nel primo quintetto difensivo. Non sono uno di quei giocatori che tiene talmente a queste cose da esserne ossessionato o lamentarsi. A me interessa vincere, non essere il migliore o il peggior difensore della lega. Cerco sempre di dare il massimo a prescindere da queste cose.”, ha dichiarato in merito P.J. Tucker, che ha ancora un anno di contratto, oltre a quello attualmente in corso, da poco più di 8 milioni di dollari, mentre gli 8 milioni del 2020-2021 non sono garantiti.