AD7

LeBron James-Lakers: Los Angeles lido ideale per il Re?

Nelle ultime ore l’idea LeBron James-Lakers è stata molto discussa. I cartelloni con l’hashtag #LAbron hanno fatto scalpore, specie perché in precedenza anche i Philadelphia 76ers avevano provato a convincere il Re in questo modo. Ma concentriamoci sui giallo-viola.

Per la prossima stagione i Lakers avranno impegnati soltanto 39 milioni di dollari. Ciò significa che, oltre a provare l’assalto a James, la franchigia di Los Angeles avrebbe spazio salariale per formulare un’offerta massima ad un giocatore con 7-9 anni d’esperienza nella lega, ad esempio Paul George, semplicemente rinunciando al prolungamento di contratto di Luol Deng.

LeBron James-Lakers: i pro dell’affare

A Los Angeles, oltre che un big, LeBron troverebbe una base di giovani molto interessanti. Ball, Ingram e Kuzma, infatti, hanno fatto già intravedere grandi cose e con James potrebbero fare un ulteriore salto di qualità.

I primi due, a dicembre, quando girarono le prime voci di un possibile arrivo di James a fine anno, tiravano rispettivamente con il 26 ed il 31 % da 3 punti, mentre ora sono risaliti fino al 34 ed al 38. Il tiro dalla lunga distanza è una delle chiavi principali in una squadra con il nativo di Akron nel quintetto, grazie alla capacità del 23 di attirare un raddoppio e scaricare, magistralmente, per i tiratori liberi. In uscita, invece, ci sarebbero Caldwell-Pope e Randle, senza dimenticare Lopez e soprattutto Isaiah Thomas.

Nonostante questo, però, con James e con un altro big, sarà difficile che i Lakers riescano ad essere competitivi fin da subito contro squadre del calibro dei Warriors o dei Rockets. D’altra parte se LeBron vorrà trasferirsi a Los Angeles, la franchigia di Magic Johnson metterà a disposizione uno dei roster più futuribili (inferiori probabilmente soltanto ai Sixers), dell’intera lega.

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.