Il grande Don Nelson non siede su una panchina NBA da ormai 9 anni. Nella decade successiva, l’ex leggendario giocatore dei Boston Celtics e successivamente geniale capo allenatore di Milwaukee Bucks, Dallas Mavericks e Golden State Warriors ha completato gli studi in educazione fisica all’università dell’Iowa, per poi ritirarsi a vita privata a Maui, Hawaii, per dedicarsi al poker ed alla coltivazione di fiori, caffè e… cannabis.

 

Il 78enne Nelson è ritornato recentemente nella “sua” Oakland, California, per partecipare ad un evento celebrativo dei Golden State Warriors 2006\07, capaci di vincere 16 delle ultime 21 partite di stagione regolare e di eliminare al primo turno dei playoffs della Western Conference i favoritissimi Dallas Mavericks, assieme ad alcuni ex giocatori, tra cui Jason Richardson, Kelenna Azuibuike e Stephen Jackson.

 

 

Durante la conferenza stampa, un Nelson corredato di barba e lunghi capelli bianchi alla Willie Nelson ha così risposto alla “celebre” domanda: “coach, che cosa ha fatto in tutti questi anni (alle Hawaii)?

 

Robert De Niro-Noodles avrebbe risposto “sono andato a letto presto.

 

Coach Nelson ha invece replicato: “Beh, ho fumato un po’ d’erba! Vi giuro che non ho mai fumato quando giocavo o allenavo, ho cominciato dopo e vi garantisco che mi ha fatto bene. Ora è una cosa legale, come non lo è mai stata prima d’oggi, quindi si, me la sto godendo un po’

 

Ilarità della sala e vistosa esultanza a braccia alzate per “Captain Jack” Stephen Jackson, seduto di fianco all’ex compagno Richardson, alla risposta del suo vecchio capo allenatore.

 

La nuova attività di coltivatore di Don Nelson non è cosa nuova. In un’intervista rilasciata lo scorso anno al NY Times, il tre volte Allenatore dell’Anno aveva dichiarato di aver implementato la coltivazione di una personale cultivar di cannabis, la “Nellie Kush”, ricavata dalla “Hindu Kush” e dai semi OG di cannabis.

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.