I Rockets stendono gli Warriors, caviglia KO per Green, Cousins fatica: “Processo lungo, devo fare meglio”

Golden State Warriors, infortunio per Draymond Green. L’ex Miglior Difensore dell’Anno ha riportato un infortunio alla caviglia sinistra durante il quarto periodo della sfida della Oracle Arena di Oakland tra i padroni di casa Warriors e gli Houston Rockets.

 

Con circa 8 minuti ancora da giocare, Green è ricaduto sul piede del compagno di squadra DeMarcus Cousins. Dopo essere rimasto a terra dolorante per alcuni attimi, il giocatore è stato aiutato dai suoi compagni e dallo staff medico degli Warriors a raggiungere gli spogliatoi.

 

Green non è più ritornato in campo, ed i Golden State Warriors sono stati sconfitti per 118-112 da degli Houston Rockets privi di James Harden (fuori per un fastidio al collo). Per Draymond Green 4  punti, 4 rimbalzi e 3 assist in 24 minuti di gioco.

 

 

Chris Paul il migliore in campo per i suoi Rockets. 23 punti e ben 17 assist per l’ex giocatore dei Los Angeles Clippers, che in assenza Harden trova il supporto decisivo di Kenneth Faried (doppia-doppia da 20 punti e 10 rimbalzi) P.J. Tucker (18+10) ed Eric Gordon, che chiude con 25 punti la sua gara.

 

Infortunio per Draymond Green, coach Kerr: “Ne sapremo di più domani”

 

Non c’è grande preoccupazione in casa Golden State Warriors sull’infortunio per Draymond Green.

 

Nel post gara, Steve Kerr ha parlato di una “leggera storta”, in attesa di ulteriori esami sulla caviglia infortunata.

 

Ho parlato con Dray (Draymond Green, ndr) dopo la partita, mi ha detto che già nel primo tempo si era leggermente girato la stessa caviglia. Sembra solo una storta, vedremo. Non sembra nulla di serio ma aspettiamo di saperne di più domani (domenica, ndr)”

 

Così il diretto interessato:

 

Si, mi ero fatto male già nel primo quarto, poi sono atterrato sul piede di DeMarcus (Cousins, ndr) e ho aggravato la cosa. Ora fa un po’ male ma non ci saranno problemi, sto bene

 

La sconfitta pone fine ad una striscia positiva casalinga di cinque gare per i Golden State Warriors. Kevin Durant è il topo scorer di serata con 29 punti, Stephen Curry ne aggiunge 25 con 9 rimbalzi e 7 assist. Doppia doppia da 13 punti e 14 rimbalzi per DeMarcus Cousins, che accumula però ben 6 palle perse:

 

E’ dura. Ora come ora mi trovo in quella terra di mezzo in cui sto ancora cercando di ritrovare il vero me stesso, mentre nel frattempo so che gli avversari sfrutteranno questa cosa contro di me. Nessuno sarà paziente con me solo perché sono rimasto fuori un anno, lo so bene. Devo solo scendere in campo, dare il meglio di me e continuare a lottare su ogni possesso. E’ un processo lungo, ma niente scuse

 

 

9.8 punti e 7.4 rimbalzi in 21 minuti di gioco per DeMarcus Cousins nelle ultime quattro uscite Warriors. Abbastanza curiosamente, nelle partite finora disputate “al completo” dai Golden State Warriors, il quintetto da 5 All-Star Curry-Thompson-Durant-Green-Cousins ha registrato un parziale di -1 in punti segnati rispetto agli avversari. Nelle ultime 5 partite giocate assieme, lo scarto totale parla invece di un -36.

 

Gli avversari cercano di attaccarmi su ogni pick and roll, ovviamente. Devo farmi trovare più pronto ed evitare assolutamente i problemi di falli (…) (lo staff medico della squadra, ndr) mi ha avvisato sin dal primo giorno in cui sono arrivato qui: ci saranno giorni buoni e giorni meno buoni. Ora non è un periodo buono fisicamente per me, ma dopo ogni tempesta torna sempre il sole. Ogni partita però mi sento sempre meglio, ora ho più fiducia su movimenti che all’inizio facevo fatica mettere in pratica. Stasera non ho fatto una buona partita ma rimango positivo

 

– DeMarcus Cousins –