AD7

Jae Crowder-Jazz: “Sono tornato a divertirmi dopo la trade”

Le prime parole dell'ala dei Jazz, felice di aver lasciato l'Ohio dopo la trade

Se per Isaiah Thomas lo shock iniziale dovuto alla trade fu forte, il rapporto Jae Crowder-Jazz sembra aver funzionato sin dall’annuncio della trade. L’ala piccola degli Utah Jazz dice di essersi risollevato dopo l’approdo nella nuova squadra, come attestano le sue parole.

Il difficile ambientamento nei Cavs ha fatto sì che Crowder non giocasse la sua migliore pallacanestro, sicuramente non quella apprezzata a Boston.

Dopo la trade di giovedì, nella quale si è vista un’attività molto forte da parte dei Cavs, Crowder venne inserito nello scambio per ottenere il contratto di Rodney Hood. Il suo esordio contro i Portland Trail Blazer di domenica è risultato positivo fin da subito. Il rapporto Jae Crowder-Jazz è iniziato con una partita da 15 punti, 5 rimbalzi e 3 assist che ha reso soddisfatto l’ex Celtics.

Jae Crowder-Jazz. Intesa vincente

Queste le sue dichiarazioni dopo la partita contro Portland:

Sono tornato a divertirmi a giocare a basket insieme ad un ottimo gruppo di ragazzi. Abbiamo disputato solo la prima partita insieme con i ragazzi e una volta che migliorerà questa intesa, sicuramente cresceremo come squadra. Giochiamo liberi. Il coach dà molta libertà ai ragazzi, c’è una struttura, ci sono idee precise di gioco, ma c’è anche libertà e questo mi piace. Adoro giocare in un sistema. Sarà divertente.

Felicità innegabile dell’ex ala piccola dei Cavs, che dice di aver trovato un sistema che gli permetterà di esprimersi al meglio e far vedere le sue qualità.

Anche questa notte, nella vittoria contro i San Antonio Spurs per 101-99, la decima di fila per questi inarrestabili Jazz, uscendo dalla panchina ha dato il suo contributo con 14 punti. Sarà rinascita per un giocatore che aveva convinto ai Celtics?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.