Kobe Bryant sprona LeBron James: “Non mollare, i Lakers risorgeranno”

Kobe Bryan and LeBron James

Kobe Bryant ha voluto dire la sua in merito alla situazione attuale dei Los Angeles Lakers e al fallimento di questa stagione.

I Lakers hanno oggi un record di 31 vittorie e 40 sconfitte, valido per l’11esimo posto nella Western Conference, completamente fuori dalla lotta playoffs, ed è opinione del grande ex Kobe Bryant che la debacle di quest’anno sia dovuta prevalentemente agli infortuni che hanno falcidiato il roster, dopo una partenza che aveva dato grandi speranze ai tifosi giallo-viola.

La perdita di James per un infortunio all’inguine si è andata ad aggiungere a quella permanente di Lonzo Ball, limitato da malanni di vario genere da un anno a questa parte, ed a quella di Brandon Ingram (operazione e stagione finita per la stellina della Carolina).

Sono stati sfortunati ad essere stati colpiti da così tanti infortuni in rapida successione. Quando erano al completo stavano giocando bene, oltre tutte le aspettative, ma poi sono stati falcidiati dagli infortuni. Questo li ha messi fuorigioco, andando a rompere la routine, e ora devono riavviare il sistema. Ma l’anno prossimo andranno sicuramente meglio

 

 

Quando gli è stato chiesto quale consiglio avrebbe dato a Magic Johnson, Bryant ha detto: “È solo una questione di pazienza, ovviamente prenderanno delle decisioni intelligenti; ci sono pedine da scambiare e spazio salariale sufficienti per puntare subito al titolo, oppure tanti giovani di talento su cui  puntare. Qualunque sia la loro scelta, sono ben direzionati.

“Stagioni come questa sono quelle che rendono appassionante il campionato. Cosa direi a LeBron? Continua a spingere, non mollare un centimetro” ha concluso infine il Black Mamba.

Parole di totale fiducia in LeBron James e nei Lakers quelle di Kobe, ex stella indiscussa dello Staples Center. Bryant ha fatto la storia recente dei Lakers, arrivando a vincere 5 anelli prima con Shaquille O’Neal e poi con Pau Gasol. Bryant è anche il terzo giocatore per punti totali della storia NBA, davanti allo stesso James e a Michael Jordan.

La sua totale fiducia nel progetto di Magic Johnson e LeBron James potrebbe servire ad aumentare l’autostima di un gruppo che deve superare le enormi difficoltà di questa stagione, e ripartire per riportare i Lakers in alto.