Leonard e Green-Kawhi Leonard

Stanno diventando sempre più i Raptors di Leonard e Green. Toronto si lascia alle spalle un Christmas Day che li ha visti per l’ennesima volta assenti, e torna a vincere. Dopo l’assenza di Kawhi Leonard contro i 76ers, i Raptors volano a Miami dovendo fare a meno dell’altro all star, Kyle Lowry, a causa di un problema che lo tiene in dubbio anche per l’altra trasferta in Florida, questa volta ad Orlando.

Sul difficile campo degli Heat di Dwayne Wade sale in cattedra Kawhi, che mette a segno un altra super prestazione da 30 punti e 8 rimbalzi. Il due volte difensore dell’anno a fine gara si dice contento per il gioco espresso: “Giochiamo molto bene l’uno con l’altro”

Un match molto combattuto; dal momento in cui mancavano 1.19 secondi sul cronometro, le squadre si sono alternate per ben quattro volte il comando della partita. A decidere il tutto però, è stata una tripla nel finale di Danny Green, che riporta in vantaggio i Raptors dopo aver rimontato 17 punti. Una brutta marcatura di Wade ha causato il tiro decisivo; il futuro hall of famer alla fine del match ha espresso la sua amarezza: “Non sono arrabbiato per la sconfitta, quella ci può stare, ma per come ho giocato: ho bucato completamente la marcatura su Green nel possesso decisivo”

Danny Green sempre più uomo-chiave

Arrivato nello scambio Leonard-DeRozan, Green non era stato tenuto in grande considerazione durante l’offseason. I risultati sul campo però stanno ripagando le mosse della dirigenza canadese: Kawhi si dimostra uno dei principali candidati al premio di MVP; Danny Green un giocatore cruciale. Non è la prima volta che consegna infatti vittoria alla propria squadra e le ottime prestazioni gli continuano a garantire un posto da titolare.

 

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.