I San Antonio Spurs stendono Utah, Aldridge: "La stagione? Una maratona"

I San Antonio Spurs stendono Utah, Aldridge: “La nostra stagione è una maratona, impariamo dagli errori”

I San Antonio Spurs stendono Utah, Aldridge: “La nostra stagione è una maratona, impariamo dagli errori”

Non sbaglia mai. I destini dei San Antonio Spurs dipendono (anche) dalle prestazioni offensive di LaMarcus Aldridge.

L’ex Portland Trail Blazers segna 20 punti, ci aggiunge 6 rimbalzi e 3 stoppate, tira con grandi percentuali (10 su 15 dal campo) e gli Spurs vincono la seconda di fila.

Il record dei San Antonio Spurs (13-14) quando LaMarcus Aldridge segna almeno 20 punti recita 10-2. Trend confermato nella sfida di domenica notte all’AT&T Center di San Antonio: gli uomini di Gregg Popovich hanno battuto gli Utah Jazz 110-97.

Partita sempre in mano ai nero-argento, che conducono di 5 lunghezze dopo un quarto (23-18), per poi allungare nel secondo (31-18) e chiudere il primo tempo sul 54-36.

L’attacco dei Jazz non produce nulla. Donovan Mitchell sbaglia tutte e sei le conclusioni prese nel primo tempo e chiude la prima metà a quaota 0. Per gli Spurs è DeMar DeRozan a condurre il gioco, con 16 punti. Aldridge ne aggiunge 14.

Nel secondo tempo, Mitchell trova finalmente la retina ed i Jazz, guidati da un ottimo Ricky Rubio (13 punti nel solo terzo quarto, 26 a fine gara) tornano a -5 (86-81) con una tripla dell’ex Louisville ad inizio quarto periodo.

Rudy Gay si iscrive a sua volta alla partita e segna 20 dei suoi 23 punti totali nel secondo tempo (anche 15 rimbalzi per l’ex Grizzlies). Utah segna 36 punti nel terzo quarto, ma l’attacco Spurs non cede, Gay e Aldridge ricacciano indietro i Jazz che rimangono a contatto sino a metà quarta frazione, per poi staccarsi definitivamente a circa 3 minuti dal termine.

LaMarcus Aldridge: “La nostra stagione? Una maratona”

 

Nel post gara è LaMarcus Aldridge a parlare del buon momento dei suoi San Antonio Spurs, che hanno reagito ad una serie di sconfitte tra le peggiori – per proporzioni e per modalità – dell’era Popovich. L’ex Blazers, veterano con ben 12 stagioni NBA alle spalle, sa bene quanto la stagione NBA possa essere lunga e faticosa:

Una buona partita, abbiamo tentato di applicare al meglio il nostro piano partita ed è andata bene. La nostra stagione? Una maratona. Non ci può esaltare troppo quanto si vince, non ci si può deprimere quando si perde. Abbiamo avuto buone partite, in cui abbiamo giocato bene e vinto, e partite in cui siamo stati davvero scarsi. Bisogna solo vivere il momento ed imparare dagli errori

– LaMarcus Aldridge sulla stagione dei San Antonio Spurs –

 

 

Appena una settimana fa, la difesa degli Spurs aveva permesso agli Utah Jazz di siglare un particolare record NBA. Oggi, la stessa difesa ha tenuto Utah a soli 97 punti segnati, con il 43% al tiro.

Nelle ultime due partite siamo sembrati meno distratti in difesa, ci siamo parlati, siamo stati più intelligenti. I ragazzi si stanno ancora ambientando, stanno imparando a conoscersi ed a capire come vogliamo giocare, qual è il sistema qui. Stiamo migliorando, vedremo fin dove potremo arrivare

– Gregg Popovich sui San Antonio Spurs –

Michele Gibin
pt.fadeaway@gmail.com

Contributor per NBAPassion.com

No Comments

Post A Comment