Shaquille O’Neal e il suo miglior quintetto di tutti i tempi

Shaquille O’Neal ha cambiato idea per quanto riguarda il suo miglior quintetto di tutti i tempi.

Solo 4 anni fa, infatti, Shaq si era già pronunciato al riguardo, componendo il suo miglior quintetto in questo modo: Michael Jordan, Magic Johnson, Julius Erving, Karl Malone e Bill Russell.

Tuttavia, durante un’intervista per NBC, alla domanda sul suo quintetto ideale, la nuova versione è risultata molto lontana da quella data nel 2015.

Jordan e Malone ci sono ancora, ma Magic, Dr.J e Russell sono stati sostituiti da Kobe Bryant, Larry Bird e Hakeem Olajuwon. E ovviamente a un personaggio carismatico e, per certi versi eccentrico, come O’Neal non poteva mancare la domanda sul perché non si fosse inserito nel miglior quintetto di tutti i tempi. E questa è stata la sua risposta: “Non sono tra i migliori 5,” Ha insistito. “Affatto“.

Cosa strana, dal momento che in molti inserirebbero Shaq nel proprio miglior quintetto.

Shaq ha deciso di inserire nel suo quintetto due delle più grandi guardie tiratrici nella storia della NBA: Michael Jordan e Kobe Bryant, e posto maggiormente l’accento sul lato offensivo sostituendo Russell con Olajuwon e Erving con Bird.

Non è chiaro cosa abbia fatto cambiare idea a Shaq riguardo a questo argomento, ma la sua lista è ancora piuttosto impressionante. Oltre a escludere se stesso dal suo dream team, Shaq continua a lasciare fuori alcuni nomi notevoli. Giocatori del calibro di Tim Duncan dei San Antonio Spurs e di Lebron James non rientrano nel quintetto di Shaq, nonostante siano tra i più grandi giocatori nella storia della lega nelle loro rispettive posizioni.

Rimane il fatto che la questione del miglior quintetto All-Time rimanga un qualcosa di molto soggettivo. Con tutti i fenomeni che sono passati nella NBA dal 1946 fino ad oggi è molto difficile non lasciare fuori nomi importanti.