Dwyane Wade sui Warriors: “Con DMC sono ad un livello irraggiungibile”

Nel post partita tra i Miami Heat e i Golden State Warriors la guardia della franchigia della Florida, Dwyane Wade, si è espresso sul quintetto dei Warriors. Il numero 3 degli Heat è la prima volta che si trova ad affrontare i Golden State al completo, rimandone positivamente sorpreso.

Wade sul quintetto dei Warriors e l’innesto di Cousins

Sono uno dei quintetti più forti che abbia mai giocato su un parquet NBAha dichiarato il numero 3 degli Heat a Ohm Youngmisuk di ESPN. “Questi cinque insieme sono una potenza che raramente si è vista nella storia, non a caso sono i campioni in carica. L’aggiunta di DeMarcus ha portato i Warriors a un livello superiore, quasi irraggiungibile. D’altronde è questo quello che fanno i grandi team: continuano ad aggiungere pezzi importanti nonostante la squadra sia già la più forte“.

Se lo dice uno come Dwyane, che di superteam ne sa qualcosa, vuol dire che questa potrebbe veramente essere una delle squadre più forti di sempre. Infatti Wade ha fatto parte dei famosi Big Three che hanno portato Miami 4 volte alle Finals in 4 anni (vincendo 2 anelli). In quel roster c’erano anche LeBron James ed ovviamente Bosh.

L’arrivo in estate di DeMarcus Cousins ha veramente completato un quintetto che era quasi perfetto. L’ex Pelicans è stato indisponibile fino al 10 di gennaio a causa dell’infortunio al tallone d’Achille subito lo scorso anno. Kerr, infatti, sta usando il lungo nativo dell’Alabama con il contagocce, vista la sua lunga inattività. Però ai playoff DeMarcus avrà sicuramente molti più minuti, soprattutto quando le partite saranno più tirate e decisive.

Sul Boogie, ieri notte, si è espresso pure lo stesso Kerr che, nonostante questa sia stata la peggior prestazione del suo centro quando è ai Warriors (statisticamente parlando). Steve ha dichiarato di esser felice dalla partita disputata da Cousins.

DeMarcus è entrato a partita in corso e ha dato una grande energia ai compagni… Sta portando questa enfasi e voglia di vincere in ogni partita e sta migliorando sempre di più, adattandosi perfettamente gioco della squadra“.

Dwayne Wade ritiene presto potrebbero vedere un altro quintetto in stile Warriors

Tornando a parlare dell’intervista di Wade, l’ex Bulls ha anche detto che, secondo lui, questo potrebbe non essere l’unico super quintetto che vedremo in questi anni.

“Per esempio, se si guarda come si sono mossi i Sixers fino ad ora, hanno azzeccato tutte le firme e trade. Prima hanno racimolato giovani dal enorme potenziale, li hanno fatti crescere e nella stagione della maturazione hanno giocato l’all-in. Muovendosi in maniera ottima in questa trade dedline hanno formato un altro gran quintetto base. Ovviamente non è al livello dello staring five dei Warriors, ma in prospettiva è molto molto interessante”.

Nel match di ieri sera il team di Miami, dopo un testa a testa nel finale, si è dovuta arrendere alla franchigia di Steph Curry e KD per soli 2 punti (120-118). La squadra di Spoelstra era partita molto meglio dei campioni NBA in carica, realizzando un parziale di 26-7 a inizio primo quarto. Però, nel corso del match, i Warriors sono saliti in cattedra e hanno portato a casa la vittoria. Vittoria arrivata grazie ai 39 punti di Kevin Durant, 29 di Klay Thompson e 25 di Steph Curry. Così la squadra di coach Steve Kerr continua nella sua striscia di 17 W in 19 sfide.