AD7

Quarta giornata Dunkest NBA 2018-2019, nel bel mezzo del “sottobosco”

Giornata n.4 che si apre tra poche ore con Detroit at Cleveland, sotto il segno di un ritrovato Blake Griffin: al momento, le ali la fanno da padrone su Dunkest

Le prime gare della nuova stagione Dunkest hanno evidenziato una costante precisa: il predominio delle ali. In una terza giornata che ci ha regalato la prima vittoria di Lebron James con la maglia dei Lakers, è Blake Griffin a farla da padrone con quasi 62 pdk messi a referto, coadiuvato da un Giannis Antetokounmpo in costante crescita.

Tutto sommato, anche nelle gare non valevoli ai fini del punteggio, l’algoritmo si è sostanzialmente ripetuto, con un’aggiunta che ha fatto abbastanza male ai fanta-allenatori che lo hanno scelto in squadra: i 51 punti di Steph Curry contro i Wizards, che gli sarebbero valsi una prestazione Dunkest da quasi 65 pdk. Nonostante tutto, nessuno tra questi è risultato il migliore della prima settimana: infatti, è The Joker Nikola Jokic a stampare una media da circa 53 pdk nelle prime 3 giornate Dunkest, primo per distacco sul resto della concorrenza.

Ritornando all’analisi odierna, complimenti al vincitore di giornata della nostra lega Riccardo Marcinno, che ha totalizzato la bellezza di 324,5 pdk con la squadra Tigri NereAncora aperto l’appuntamento con la lega ufficiale di NBA Passion (NBA Passion Ufficiale, cod. campionato: 5E364181) dove siete voi i protagonisti: continuate ad iscrivervi in tanti nonostante l’inizio della RS!

Ed ora, via con i consigli della quarta giornata della regular season Dunkest NBA 2018-2019.

 

Quarta giornata Dunkest NBA: le guardie

Chris Paul (Houston Rockets, crediti 16.7): Harden assente e quindi chiavi in mano al rientrante CP3. Dente avvelenato contro la sua ex squadra, oltre a tutta i retroscena legati alla rissa con Rajon Rondo di sabato scorso allo Staples. Ci sono tutti gli ingredienti per fare bene e per cercare anche la vittoria contro LAC. (G Titolare Quarta giornata Dunkest NBA)

Torrey Craig (Denver Nuggets, crediti 4.8): all’improvviso, si aprono le porte del quintetto titolare: Craig prenderà il posto di Will Barton per il prossimo mese. Una possibilità ghiottissima per i fanta-allenatori, nonostante l’impegno ostico con i Lakers. Plusvalenza quasi assicurata per il n.3 in copertina. (G RIserva/6th Man Quarta giornata Dunkest NBA)

Cameron Payne (Chicago Bulls, crediti 4.8): nella gara non valevole per Dunkest contro Charlotte ha registrato ottimi numeri, partendo in quintetto. Nel re-match contro gli Hornets, la giovane guardia di Chicago può cercare il primo acuto Dunkest di stagione. Prezzo molto abbordabile per un titolare, alla ricerca di una plusvalenza inattesa. (G Riserva Quarta giornata Dunkest NBA)

Quarta giornata Dunkest NBA: le ali

Domantas Sabonis (Indiana Pacers, crediti 9.8): il lituano, grande specialista Dunkest, è partito benissimo. Non parte in quintetto, ma McMillan gli concede un ampio minutaggio. Grande rimbalzista, Domantas ha le potenzialità per concludere facilmente in doppia-doppia ogni gara. Contro i Cavaliers, vittima preferita dei Pacers, la possibilità di ripetere gli exploit dello scorso anno (media di 35 pdk contro Cleveland). Una certezza ad un prezzo ragionevole! (A Titolare Quarta giornata Dunkest NBA)

Nemanja Bielica (Sacramento Kings, crediti 7): grande partenza per il serbo dei Kings. Titolare indiscusso nelle gerarchie di Joerger, l’ala ex Timberwolves ha già incastonato qualche preziosa doppia-doppia in questa stagione. Contro una difesa non irresistibile ed in carenza di lunghi come quella di Washington, Bielica può andare a nozze. (A 6th Man Quarta giornata Dunkest NBA)

Jason Smith (Washington Wizards, crediti 4.9): l’unico vero lungo a disposizione di Brooks. Le assenze di Howard e Mahinmi gli hanno permesso di partire titolare nelle scorse due gare. Nome nuovo nel sottobosco, ma che può realizzare buoni numeri nella gara contro i Sacramento Kings.  (A Riserva Quarta giornata Dunkest NBA)

Quarta giornata Dunkest NBA: i centri

Nikola Vucevic (Orlando Magic, crediti 12.1): sfida tutta europea contro il collega Nurkic di Portland. Il centro dei Magic è reduce da un ottimo trentello contro i Celtics e vuole replicare: maestro delle partenze sprint, come lo scorso anno, Vucevic è ancora una buona presa da possibile ampia plusvalenza, almeno fino a Dicembre. (C Titolare Quarta giornata Dunkest  NBA)

Willie Cauley-Stein (Sacramento Kings, crediti 10): sembrerebbe un azzardo, ma per questa volta non lo è: nel deserto del front-court della franchigia di DC, Cauley-Stein ha buone possibilità di fare la partita della vita. Ottimo prezzo, arrivasse anche la vittoria i 30 pdk Dunkest non potrebbero essere un utopia. (C Titolare Quarta giornata Dunkest NBA)

Ante Zizic (Cleveland Cavaliers, crediti 4,4 ): viste le rotazioni molto corte, il greco è l’unico centro sotto i 5 crd consigliabile per la giornata odierna. Nonostante l’impegno più che proibitivo, Zizic potrebbe risultare una buona scelta per completare la panchina. (C RIserva Quarta giornata Dunkest NBA)

Quarta giornata Dunkest NBA: gli allenatori

Brett Brown (Philadelphia 76ers, crediti 8,5): per chi vuole andare sul velluto, l’allenatore di Phila è il migliore di giornata: impegno in casa contro una Charlotte in b-2-b ideale per superare quota 30 pdk.

Dave Joerger (Sacramento Kings, crediti 5): sarò anche un pò fuori di senno, ma il colpaccio dei Kings non è utopia. I Wizards sono in piena crisi e possono soffrire il duo Bagley-CS nel pitturato, non tralasciando un Fox ispiratissimo e in grande spolvero contro Memphis.

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.