AD7

Tyson Chandler su James: “Indescrivibile giocare con lui”

Il lungo, successivamente al suo debutto vittorioso di questa notte, ha rilasciato diverse dichiarazioni nel post partita sulle varie sensazioni da lui provate.

Tyson Chandler su James: il neo giocatore dei Lakers, arrivato da pochi giorni in California,questa notte ha effettuato il suo debutto in maglia gialloviola. Il suo contributo alla vittoria dei Lakers, maturata sui Wolves per 110 a 114, è stato positivo, come sottolineato dallo stesso James.

L’ex giocatore di Dallas e Suns, nel post partita, ha raccontato delle sue sensazioni vissute negli ultimi giorni, a partire dal suo trasferimento fino al match disputato questa notte, soffermandosi sull’importanza di avere finalmente come compagno un campione del calibro del Prescelto.

TYSON CHANDLER SU JAMES: LE SUE DICHIARAZIONI

Chandler al suo debutto in maglia Lakers stanotte nella vittoria contro Minnesota

Il numero 5 di L.A. era uno dei più attesi in questa partita, dopo l’ufficialità del suo trasferimento da Phoenix. Egli ha avuto pochissimo tempo per adattarsi ai nuovi schemi di coach Walton, ma appare sin da ora entusiasta della nuova avventura, a giudicare dalle sue parole.

Sono state 48 ore pazzesche, ma è stato grandioso. E’ stato fantastico vincere la prima partita, in casa, giocare un basket competitivo e dare una mano alla squadra. E’ quello che ho sempre fatto tutta la mia vita.

Oltre al dover affrontare i disagi inevitabili di un trasferimento, però, Chandler ha avuto la possibilità di ricongiungersi al suo ex compagno USA LeBron James. In particolare, il lungo campione NBA 2011 si è soffermato sulle sensazioni di dover condividere lo spogliatoio con un giocatore così forte come LBJ, paragonando la situazione attuale a quella già vissuta ai tempi di Dallas con Dirk Nowitzki.

Onestamente non so descrivere cosa si prova. E’ fantastico, non avevo in squadra un giocatore simile dai tempi di Dirk Nowitzki. So quanto egli sia fondamentale per noi in entrambe le fasi di gioco. Personalmente voglio contribuire a togliergli ulteriori pressioni.

Come già detto in apertura di articolo, il neo pivot dei Lakers ha effettuato un debutto piuttosto soddisfacente. In 23 minuti di utilizzo, infatti, egli ha realizzato solamente 2 punti ma allo stesso tempo è riuscito a catturare 9 rimbalzi. Aldilà dei numeri totalizzati, comunque, il 36enne californiano ha prestato un solido contributo in difesa, garantendo così quella fisicità in più che, finora, è sempre mancata ai gialloviola.

Per Los Angeles, ora, vi saranno due impegni consecutivi nel weekend, in trasferta contro Sacramento sabato  e, successivamente, contro Atlanta tra le mure amiche domenica.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.