Pacers, Victor Oladipo batte Charlotte e chiude con la gara delle schiacciate: “Mai più”

Myles Turner sul ritorno di Oladipo

Victor Oladipo e gli Indiana Pacers passeggiano su dei modesti Charlotte Hornets, guidati dall’ex giocatore degli Orlando Magic e dal compagno di reparto Darren Collison.

21 punti, 7 assist, 3 recuperi e zero palle perse per Oladipo, 19 punti con 9 assist per Collison, ed i Pacers (31-15) chiudono la pratica Hornets già nel primo tempo (56-41 all’intervallo). Charlotte si riaffaccia alla gara a fine terzo quarto (77-71 Indiana ad 1:48 dalla sirena) con una tripla del rookie Miles Bridges, ma Victor Oladipo e Domantas Sabonis ricacciano indientro Kemba Walker e compagni sino al +20 di metà quarta frazione (104-84).

Troppo solo Walker (23 punti, 7 assist e 4 rimbalzi in 36 minuti). Dalla panchina 11 punti in 15 minuti di un Malik Monk deludente, sul quale inizia a pesare l’ombra di Donovan Mitchell (scelto due chiamate più tardi dagli Utah Jazz al draft NBA 2017), e possibile partente in caso di Charlotte Hornets attivi sul mercato in vista della trade deadline del prossimo 7 febbraio.

Victor Oladipo: “La gara delle schiacciate? Ho chiuso”

 

Senza dare troppo nell’occhio, gli Indiana Pacers di coach Nate McMillan salgono a 11-3 nell ultime 14 gare disputate, tenendo a distanza avversarie pericolose come Philadelphia 76ers e Boston Celtics e confermandosi terza forza nell Eastern Conference. L’attuale percentuale di vittorie per i Pacers è la migliore dalla stagione 2013\14.

Oggi ci siamo assicurati che per loro la partita potesse essere più complicata rispetto a novembre, quando ci batterono. Un grandissimo lavoro di squadra. Se parteciperò ancora alla gara delle schiacciate all’All-Star Game? No, ho chiuso con la gara delle schiacciate

– Victor Oladipo –

 

Al pari del campione in carica Donovan Mitchell, Victor Oladipo, veterano degli Slam Dunk Contest e con due partecipazioni all’alltivo (2015 e 2018) non parteciperà all’evento in programma a Charlotte il prossimo 16 febbraio.

Tre dei quattro partecipanti allo Slam Dunk Contest 2019 sono intanto stati “ufficiosamente” resi noti: oltre al padrone di casa Miles Bridges, saranno della partita il secondo anno John Collins degli Atlanta Hawks e l’ala dei Miami Heat Derrick Jones Jr, alla sua seconda partecipazione.

Slam Dunk Contest 2019, Donovan Mitchell non difenderà il titolo, Miles Bridges giocherà in casa?

Donovan Mitchell vince lo Slam Dunk Contest

Slam Dunk Contest 2019, il campione in carica Donovan Mitchell non difenderà il titolo 2018 a Charlotte, il prossimo 16 febbraio.

La giovane star degli Utah Jazz ha annunciato il suo forfait dalle pagine di The Deseret News:

Partecipare allo Slam Dunk Contest mi è piaciuto tantissimo, ma è una competizione che richiede tanta attenzione e preparazione. Oggi sono concentrato esclusivamente sugli Utah Jazz e sulla seconda parte di stagione che ci attende. Aspetto l’All-Star Weekend con trepidazione in ogni caso, parteciperò a tanti eventi. Mi sarebbe piaciuto ripresentarmi, soprattutto dopo la vittoria dello scorso anno. Ora mi godrò lo spettacolo dell’All-Star Game da un’altra prospettiva. In futuro, chissà

– Donovan Mitchell sullo Slam Dunk Contest 2019 –

 

Lo scorso anno a Los Angeles Donovan Mitchell diede vita ad uno show memorabile, omaggiando il grande ex Utah Jazz Darrell Griffith ed il Re della gara delle schiacciate Vince Carter.

Slam Dunk Contest 2019, Miles Bridges tra i partecipanti

 

Il rookie degli Charlotte Hornets Miles Bridges potrebbe essere uno dei quattro partecipanti alla prossima gara delle schiacciate. Come riportato da Chris Haynes di Yahoo Sports, Bridges “starebbe considerando l’idea di prendere parte alla gara”.

Bridges, 12esima scelta degli Hornets di Kemba Walker al draft NBA 2018 in uscita da Michigan State, sta viaggiando a 6.7 punti e 3.7 rimbalzi di media a partita in 42 partite disputate partendo dalla panchina per coach James Borrego.