Nikola Jokic e i cori da MVP in suo onore

“Penso che sia divertente, ad essere onesto.” Nikola Jokic non sembra essere molto preoccupato per i cori di MVP in suo onore.

 

 

Il centro di Denver ha risposto così alla domanda su cosa ne pensasse dei cori da parte dei tifosi Nuggets a suo favore. Il coro “MVP, MVP” sta diventando un’habituè nel Pepsi Center, soprattutto quando il serbo riesce a procurarsi dei liberi in suo favore.

 

Una stella brilla al Pepsi Center

 

Jokic sta disputando una stagione fenomenale, viaggiando a 20.7 punti, 10.7 rimbalzi, e 7.7 assist di media per gara. “The Joker” è un centro molto atipico, eclettico, che riesce a giocare a meraviglia anche lontano dal canestro. Negli ultimi anni è diventato un beniamino per i tifosi di Denver, che hanno fatto di lui un idolo.

Denver sta giocando una stagione sorprendente, con il secondo miglior record a Ovest, dietro solo ai fenomeni della baia di Golden State. Jokic è uno dei protagonisti principali di questa gran corsa verso i playoff, ed è in lizza per il premio di MVP con gente del calibro di Antetokounmpo, Harden e George.

 

Jokic è stato protagonista anche nella settimana dell’All-Star game, quando dopo lo skill-challenge contest, alla domanda su cosa fosse stato più difficile fare, ha risposto ironicamente “La cosa più difficile è stato senza dubbio correre”.

 

La sua simpatia e i suoi modi buffi hanno fatto breccia nel cuore di molti appassionati NBA, tifosi di Denver e no.

 

NBA Flash News: Karl ufficiale ai Kings, Schroder e Papanikolaou prenderanno parte all’ASG

Tra rumors di mercato e cambi improvvisi in vista del weekend dell’All Star Game: sono tante le notizie che nelle ultime ore provengono direttamente dal mondo NBA.

Andrew Nicholson è ufficialmente sul mercato: lo riporta Marc Stein che spiega come gli Orlando Magic cercheranno di trovare una nuova sistemazione al lungo entro la trade deadline del 19 febbraio, ormai ai margini delle rotazioni della franchigia.

I Detroit Pistons, tramite Twitter, hanno fatto sapere di aver fatto firmare a John Lucas III un secondo contratto decadale.

Austin Daye continuerà la propria stagione in D-League. Secondo quanto riportato da D-League Digest, l’ala, tagliata dai San Antonio Spurs lo scorso 18 gennaio, è in attesa di una chiamata da parte di una squadra.

Ufficializzato l’arrivo del nuovo head coach George Karl, i Sacramento Kings hanno reso noto che Ty Corbin, precedente allenatore ad interim, avrà un incarico come consulente del front office.

Variazioni dell’ultima ora hanno riguardato l’evento dell’All Star Game. Jimmy Butler dei Chicago Bulls non parteciperà allo Skills Challange per un problema alla spalla (come riporta Shams Charania): il suo posto verrà preso da Dennis Schroder degli Atlanta HawksJusuf Nurkic invece  non prenderà parte al Rising Star Challenge. Il lungo dei Denver Nuggets infatti ha rinunciato alla competizione lasciando il posto a Kostas Papanikolaou, che farà parte del World Team contrapposto alla selezione composta da giocatori statunitensi.

Per NBA Passion,

Olivio Daniele Maggio (@daniele_maggio on Twitter)