Home WNBA, Women's National Basketball Association Washington Mystics

Washington Mystics

Le Washington Mystics sono nate nel 1998 come franchigia d’espansione della WNBA, e dal 2005 sono di proprietà dell’owner degli Wizards, Ted Leonsis, ma non sono una franchigia affiliata al team NBA.

La storia delle Mystics è legata ai nomi di Elena Delle Donne, arrivata via free agency nel 2017 e che ha guidato nel 2019 la squadra al primo titolo WNBA vincendo anche il premio di MVP, e di coach Mike Thibault, l’allenatore più vincente nella storia della lega e che ha allenato la squadra dal 2013 al 2022, qualificandosi sempre ai playoffs.

Oltre a Delle Donne, hanno vestito la maglia delle Mystics la medaglia d’oro olimpica e 6 volte All-Star Chamique Holdsclaw, e le All-Star Alana Beard, Crystal Langhorne e Tina Charles.

  • anno di fondazione: 1998
  • proprietario: Monumental Sports & Entertainment (Ted Leonsis)
  • general manager: Mike Thibault
  • head coach: Eric Thibault
  • arena: Entertainment & Sports Arena
  • maglie ritirate: \
  • palmares: 1 titolo WNBA (2019)

Washington Mystics roster

  • Elena Delle Donne, F
  • Natasha Cloud, G
  • Alysha Clark, F
  • Ariel Atkins, G
  • Myisha Hines-Allen, F
  • Elizabeth Williams, C
  • Shakira Austin, C
  • Tianna Hawkins, F
  • Shatori Walker-Kimbrough, G
  • Rui Machida, G
  • Evina Westbrook, G
  • Jazmine Jones, G

Le Washington Mystics oggi

Elena Delle Donne è tornata su buoni livelli nel 2022 dopo tanti problemi fisici, e con la sua star le Mystics sono tornate ai playoffs. Troppo forti però le Seattle Storm che hanno vinto al primo turno per 2-0.

Il ritorno di “EDD” rende Washington una squadra pericolosa per le contender, al suo fianco tante giocatrici di talento e grinta come Natasha Cloud, Ariel Atkins e il centro Shakira Austin, in grande crescita. E dal draft WNBA 2023 potrebbe arrivare con la scelta numero 4 un altro pezzo importante.

Dopo 9 stagioni coach Mike Thibault si è dimesso da head coach, resterà come general manager e in panchina al suo posto è stato promosso, come da programmi, il figlio Eric, un esordiente di prestigio. L’eredità del coach WNBA più vincente di sempre si farà sentire?