fbpx
Home EurobasketEuroBasket 2015Italia Finali Nazionali u20 a Roseto, vince la PMS Moncalieri

Finali Nazionali u20 a Roseto, vince la PMS Moncalieri

di Jacopo Di Francesco

E’ andata in scena sabato, al PalaMaggetti di Roseto, la Finale del Torneo Nazionale under 20 tra PMS Moncalieri e Virtus Bologna: hanno vinto i piemontesi, in una gara che è stata il culmine di un grande evento che ha chiamato a raccolta tutto il popolo azzurro della palla a spicchi e ha dato una vetrina importante ad elementi di spicco della prossima Serie A e forse della prossima Eurolega.

La partita Virtus e PMS si incontrano di nuovo dopo la prima giornata del Girone D, vinta dai gialloneri di coach Di Meglio. In avvio c’è grande equilibrio, con i centimetri di Cattapan e la solita, grande regia di Zampini – uno dei prospetti sopra citati – a cui le V nere rispondono dall’arco soprattutto con Rubbini, la prima sirena suona sul 18-15 per i bolognesi.
Nel secondo quarto le due compagini si sfidano soprattutto dall’arco, nel derby estone tra il virtussino Jurkatamm e Treier ha la meglio il primo e la Virtus scava il primo solco, ma la gara è lunghissima. Finalmente riesce a mettersi in mostra anche Caruso, sotto le plance e soprattiutto con 6 punti consecutivi, riuscendo riportare Torino a contatto al rientro negli spogliatoi.
Nel terzo periodo la PMS riesce a mettere sul parquet la sua arma più pericolosa, la difesa; parte da qui il parziale di 11-1, lockodown a uomo e buoni recuperi sui 6,75, dimostrando grande solidità anche a rimbalzo.
La Virtus deve affidarsi ai soliti Petrovic e Pajola, e la gara torna in parità. Entrambe le compagini accettano di deciderla dall’arco, e qui esce da leader Kaspar Treier, che corona una partita solida con due triple dal grande peso specifico.
Il termometro comunque lo fa alzare Allen Agbogan, che fa seguire alla tripla del primo vantaggio importante il suo marchio di fabbrica, una grande inchiodata che sposta definitivamente l’inerzia della gara. Negli ultimi minuti i dieci in campo sentono la pressione, come già successo contro la Stella Azzurra tocca a Simonovic salire in cattedra con rimbalzi e punti, fino allo sfondamento subito da capitan Di Bonaventura che chiude i giochi, e che significa Scudetto.

UNIPOL BANCA VIRTUS BOLOGNA – PMS BASKETBALL 58 – 69 (18-15, 31-26, 43-48, 58-69)

UNIPOL BANCA VIRTUS BOLOGNA: Pajola* 14 (2/13, 2/9), Zanotti NE, Gianninoni 0 (0/1, 0/1), Petrovic* 8 (4/8, 0/1), Ranocchi 3 (1/2 da 3), Carella 2 (1/4 da 2), Rubbini* 9 (1/6, 2/6), Rossi* 9 (4/8, 0/4), Jurkatamm 8 (1/2, 2/4), Berti* 3 (1/4 da 2), Oyeh, Chessari NE
Tiri da 2: 14/46 – Tiri da 3: 7/27 – Tiri Liberi: 9/13 – Rimbalzi: 48 17+31 (Petrovic 12) – Assist: 6 (Pajola 3)
PMS BASKETBALL: Moretti 3 (0/1, 1/1), Agbogan* 14 (3/7, 2/4), Abrate NE, Fabris NE, Zampini* 8 (1/6, 1/6), Treier* 21 (5/10, 2/10), Cattapan* 3 (1/1 da 2), Simonovic 7 (2/4 da 2), Giustetto NE, Caruso 12 (6/10 da 2), Buffo 0 (0/1, 0/2), Di Bonaventura* 1 (0/3, 0/3)
Tiri da 2: 18/43 – Tiri da 3: 6/26 – Tiri Liberi: 15/21 – Rimbalzi: 50 15+35 (Treier 11) – Assist: 17 (Zampini 7) – Cinque Falli: Buffo
Arbitri: Pierantozzi Marco, Giovannetti Guido, Catani Marco

Post gara, Giorgio Di Bonaventura: “Vittoria di squadra e di difesa”

A 15 anni ha lasciato la sua Teramo alla volta di Torino, per cominciare un viaggio culminato nella Senior night di ieri, nella vittoria dello Scudetto da Capitano: “Abbiamo vinto con la nostra difesa, dal primo giorno – ha esordito il classe ’97  – e soprattutto con il nostro gruppo: forse non hanno vinto i più forti, ma chi si è dimostrato più squadra. Siamo arrivati qui, dopo tante botte, a questo maledetto scudetto senza che nessuno dovesse prendersi tutti sulle spalle o fare 30 punti; è stata una rincorsa lunga cinque anni, ce lo meritiamo tutti”.
Si è parlato poi dell’aspetto più emozionale: “Ho capito che era nostra quando ho preso lo sfondamento a un minuto dalla fine, sapevo che papà (coach Gabriele Di Bonaventura, ndr) aveva già vinto qui ma non ho voluto pensarci per non aggiungere pressione. Ora – ha spiegato – dobbiamo concentrarci sui playoff in B: abbiamo pressione, Crema è forte, ma soprattutto dopo oggi non molleremo niente, come al solito”.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi