Categorie From The Corner

From The Corner #31: Il faticoso ultimo ballo

A questo punto potevamo facilmente intuire la fine fosse partita dalla firma di KD nella Free Agency 2K16 edition. Gli Warriors erano ben consci di essersi messi in casa una personalità non semplice, molto ben nascosta dietro l’immagine del bravo picciotto ad OKC o forse, più semplicemente, era talmente lampante l’irruenza del Micione col 23, che il natìo del Maryland in confronto era un pupo appena nato.
Perde la finale 2012, è avanti 3-1 nel 2016 prima della irruente implosione e decide di affidarsi a quelli che non possono (quasi mai) perdere. Solo che tra sorrisi ed abbracci si mette in chiaro un, se non ‘IL‘, concetto fondamentale: la squadra è di Steph. Anzi, è più la squadra del paradenti di Curry piuttosto che di Kevin Durant. Quindi automaticamente se vinci e sei due volte MVP delle finali, hai comunque vinto nella squadra di Curry.

Draymond Green nel brutto siparietto messo in piedi dopo i 4 quarti del match contro i Clippers lo ha detto in malo modo ma in fin dei conto ha ragione: “Vincevamo anche prima che tu fossi qui”.
Se non vi piace così abrasivo l’orso ballerino ex Michigan State, allora non vi piace l’orso ballerino ex Michigan State. O abrasivo o niente. E per Diana se ha ragione! Settantatre volte per l’esattezza, con MJ al gradino sotto. Questo è probabilmente quello che pesa di più a KD: è andato a vincere, l’ha fatto, ed ora che ha vinto e l’Hall Of Fame è certa, il non avere in mano la squadra lo fa stare parecchio male. Dite che sbaglio? Cosa hanno fatto contro Houston stanotte? E chi mancava? Esatto! In più senza il 30 nessun giocatore del quintetto ha messo a segno una tripla, cosa che non accadeva da 2054 giorni. E’ clamorosamente la squadra di Curry.

“Non so quello che Kevin farà, non so che farà Klay. So solo che abbiamo avuto delle grandi stagioni”. Green è come sempre abrasivo: multato e sospeso per una partita dalla dirigenza a seguito di quel battibecco, ha comunque accettato con grande professionalità la scelta di Myers & Kerr, nonostante il disaccordo. In risposta sembra che il resto dello spogliatoio abbia fatto quadrato intorno a Dray, staccandosi un po’ da Durant.
Parliamoci chiaro: sono i precursori del basket del domani, ma anche di oggi in fin dei conti. Hanno preso in mano concetti di più squadre e li hanno messi insieme. Ecco la velocità dei Suns di D’Antoni, i meccanismi degli Spurs di Popovich e l’incredibile facilità di metterla da lontano degli Splash Brothers. Pacchetto fatto e venduto: 3 titoli in 4 anni e forse 4 in 5. Anche più di forse. Se poi le loro strade si separeranno sarà doloroso ma necessario. Klay ha bisogno di essere un primo o secondo violino in carriera. Durant vuole tornare a dettare legge e fondamentalmente a Cousins gli hanno già comunicato che non lo potranno ri-firmare. Poi tutto può accadere.
L’unica cosa certa è che per gli Warriors sembra essere arrivati al capolinea, sicuramente sarà un’estate di grande divertimento per tutti i Fan.

Raffaele Camerini

Un abbraccio a tutti i tifosi dei Kings. Come me.

Condividi
Pubblicato da
Raffaele Camerini

Post recenti

Final Eight 2020: MVP, miglior quintetto e delusioni

Le Final Eight 2020 sono state senza dubbio un successo. In molti si sono presentati…

2 ore fa

Luka Doncic giocherà il torneo preolimpico con la Slovenia

La Slovenia tenterà di qualificarsi in estate per Tokyo 2020, e lo farà con Luka…

6 ore fa

Cavaliers, Coach John Beilein sarebbe già pronto a lasciare la panchina

I Cleveland Cavaliers lo avevano prelevato in estate dall'università del Michigan, legandosi a lui con…

6 ore fa

Kawhi Leonard è l’MVP dell’All-Star Game NBA 2020, il nuovo format convince nel segno di Kobe

L'NBA All-Star Game 2020 inizia con il discorso di Magic Johnson, che sul palco per…

7 ore fa

Adam Silver: “La NBA tornerà in Cina ma ci vorrà tempo”

Il Commissioner Adam Silver si dice fiducioso che i rapporti della NBA con la Cina,…

16 ore fa

Final Eight 2020 recap: Happy Casa Brindisi-Reyer Venezia

Per la prima volta nella storia delle Final Eight si sfidano in finale la testa di…

19 ore fa

Questo sito utilizza i cookies

Leggi