fbpx
Home Lega Basket A Allianz Trieste – Olimpia Milano: Milano fa 3/3

Allianz Trieste – Olimpia Milano: Milano fa 3/3

di Gabriele Ramponi

Dopo lo scivolone di ieri sera della Virtus Bologna contro la Vanoli Cremona, l’Olimpia MIlano ne approfitta per staccarsi di due punti da quella che rappresenta l’avversaria più competitiva per lo scudetto. La partita finisce dopo quaranta minuti in cui il risultato non è mai stato messo in discussione, e quindi Allianz TriesteOlimpia Milano si conclude con il punteggio di 65 a 87.

Allianz Trieste – Olimpia Milano: l’analisi del match

Il match dura un quarto di gioco, giusto il tempo necessario ai ragazzi di coach Ettore Messina di scappare sul +10 e non voltarsi più indietro. A pochi minuti dall’intervallo Trieste prova a rifarsi sotto, ma l’Olimpia al ritorno in campo dopo la pausa lunga spazza via ogni pericolo e coach Dalmasson deve rassegnarsi alla prima sconfitta stagionale.

Guardando la gara di Milano salta subito all’occhio la straordinaria fluidità nella costruzione di gioco, i protagonisti hanno tutti il cronometro in testa e con numerosi extra-pass riescono quasi sempre a trovare il compagno piazzato meglio per il miglior tiro possibile. 

L’Olimpia chiude la gara quasi senza sbavature, tira con il 54% da tre punti (13/24) e smazza la bellezza di 15 assist, caratteristica che porta a segnare 11 dei 12 giocatori scesi sul parquet di gioco. L’unico neo della gara è la percentuale al tiro dentro l’arco dei tre punti, infatti si registra solo un 38% (20/52), percentuale che fa un po’ storcere il naso pensando alle qualità del quintetto milanese e vedendo che Milano ha segnato tiri molto più difficili rispetto a semplici appoggi. 

Per l’Olimpia, il premio come migliore realizzatore della partita va a Zach Leday, che chiude la sua gara con 18 punti, 2/3 dall’arco, 14 rimbalzi e 30 di valutazione totale per il miglior realizzatore del nostro campionato. 

E’ difficile criticare più di tanto la squadra di coach Dalmasson, prima di questa partita aveva ottenuto due vittorie su due e contro Milano i favori del pronostico non pendevano di certo verso la regione del Friuli. Nonostante ciò, i triestini hanno combattuto cercando di tenere aperta la partita il più a lungo possibile, ma quando lo strapotere dell’Olimpia ha preso piede, anche loro si sono dovuti arrendere. 

In casa Trieste si è tirato abbastanza male questa sera, 37% (17/45) da due punti e 32% (8/25) da oltre l’arco, inoltre sono arrivate troppe palle perse, che contro una squadra attrezzata e talentuosa come Milano non ci si può permettere. 

Mattatore di giornata in casa Allianz, è senza ombra di dubbio Davide Alviti, il giocatore arrivato in estate da Treviso, ha chiuso la sua gara con una doppia-doppia da 13 punti e 12 rimbalzi, tirando con il 60% (3/5) da tre punti. 

Ha un po’ deluso invece Milton Doyle, che ha raggiunto quota 17 punti a gara ampiamente finita e nelle mani di Milano, il giocatore statunitense dovrebbe rappresentare il go to guy di questa squadra, invece questa sera ha tirato abbastanza male dall’arco, prendendo 10 triple, e ha chiuso con il 20% (1/5) da due punti. 

Parziali singoli quarti:       

12-26; 24-19; 9-24; 20-18. 

Parziali progressivi: 

12-26; 36-45; 45-69; 65-87. 

Tabellino 

Allianz Trieste: 

F.Mussini 2; D.Upson 11; J.Fernandez 9; T.Laquintana 5; A.Grazulis 8; M.Doyle 17; D.Alviti 13; A.Crononica; A.Arnaldo; M. Da Ros.  Coach: Eugenio Dalmasson.  

Olimpia Milano:

Z.Leday 18; D.Moretti 5; R.Moraschini 8; M.Roll 5; S.Rodriguez 3; K.Tarczewski 6; A.Cinciarini 6; S.Shields 13; J.Brooks 5; K.Hines 5; L.Datome 13; P.Biligha.  Coach: Ettore Messina. 

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi