Dolomiti Energia Trento-Happy Casa Brindisi: la preview

Sabato sera, nell’anticipo dell’undicesima giornata, si sfideranno Dolomiti Energia Trento-Happy Casa Brindisi, due squadre diverse sotto vari punti di vista. Trento finora si è affidata principalmente alle giocate dei singoli, Brindisi invece ha fatto del gioco di squadra il suo punto di forza. A Trento alcuni italiani rivestono ruoli di rilievo del sistema di gioco (vedi Alessandro Gentile e talvolta Andrea Mezzanotte), a Brindisi c’è invece un nucleo composto da americani e gli italiani fungono per lo più da gregari. Inoltre, le due squadre stanno attraversando momenti diversi: Trento viene da tre sconfitte consecutive tra Eurocup e campionato, Brindisi invece ha inanellato quattro vittorie di fila, sempre considerando campionato e coppa. Chi la spunterà?

Dolomiti Energia Trento-Happy Casa Brindisi: qui Trento

Trento in settimana non è scesa in campo per la consueta sfida in Eurocup, causa pausa prevista dal calendario. Ciò significa che i giocatori sono più riposati, ma non hanno però potuto sperimentare nuove situazioni di gioco. Probabilmente verranno quindi ripetuti i medesimi errori visti finora (scarsa organizzazione in attacco e scarsa attitudine difensiva), a meno che coach Brienza non abbia sfruttato questi giorni extra di allenamento per ovviare proprio a questi problemi.

Per sconfiggere una squadra affiatata come Brindisi tutti dovranno dare una mano. In primis, è necessario che ritornino a fare buone partite Rashard Kelly e George King, le cui prestazioni sono vistosamente calate nell’ultimo periodo; lo stesso discorso è valido anche per Fabio Mian e Davide Pascolo. Justin Knox dovrà invece confermare quanto di buono fatto finora, mentre James Blackmon dovrà trovare più continuità e non sparire nei momenti cruciali della partite. Fondamentale infine sarà l’apporto del trio Forray-Gentile-Mezzanotte. Al primo sarà affidato il compito di far girare la squadra quando Gentile non sarà in campo per rifiatare e, come al solito, ci si aspetta da lui tanta intensità difensiva. Alessandro Gentile ha dimostrato di poter fare il playmaker, ovviamente con alcuni limiti; dalle sue mani passeranno le sorti della partita.

Infine, Andrea Mezzanotte dovrà bombardare dall’arco e difendere forte, dato che si troverà di fronte un cliente scomodissimo, ossia John Brown. Quest’ultimo punta molto sulla rapidità, ma anche il lungo bergamasco è ben fornito sotto questo punto di vista.

Quali saranno le chiavi dell partita per i trentini? Se riusciranno a togliere sicurezze al prolifico attacco brindisino, fermeranno anche l’entusiasmo con cui i ragazzi di coach Vitucci affrontano solitamente le partite. Ciò li metterà in difficoltà anche in difesa.

Qui Brindisi

Innanzitutto, bisogna sottolineare che a Trento sarà assente Adrian Banks, già in corsa addirittura per il premio di MVP stagionale; la guardia è infatti tornata in America per assistere alla nascita del figlio.

Brindisi perde dunque il suo top scorer nonché il playmaker titolare. Chi lo sostituirà? Probabilmente porterà palla Darius Thompson, mentre Alessandro Zanelli sarà costretto a fare gli straordinari. L’assenza di Banks a livello di importanza ha lo stesso valore di quella di Aaron Craft per Trento; da questo punto di vista le squadre giocano dunque ad armi pari. Oltre alla sfida citata in precedenza tra Mezzanotte e Brown, altri due scontri sono potenzialmente molto interessanti. Sotto canestro si affronteranno Tyler Stone e Justin Knox, due giocatori simili fisicamente e anche come stile di gioco. L’altra sfida sarà tra Alessandro Gentile e Kelvin Martin, due giocatori molto forti fisicamente; il primo e più tecnico e talentuoso, mentre il secondo è molto più rapido.

Il primo obbiettivo per i pugliesi sarà quello di trovare una soluzione all’assenza del capocannoniere. Fatto ciò, sarà necessario imporre il proprio stile di gioco per portare a casa la partita.

Dolomiti Energia Trento-Happy Casa Brindisi: il pronostico

Partendo dal presupposto che tutto si deciderà sul campo, l’assenza di Banks aumenta esponenzialmente la probabilità che a vincere la partita siano i padroni di casa di Trento, nonostante il periodo negativo. Per i trentini sarebbe una vittoria importantissima per risollevare il morale dopo la sconfitta di Venezia, mentre per Brindisi non sarebbe che un piccolo incidente di percorso in una stagione fin qui spettacolare.

Alessandro Minola

Condividi
Pubblicato da
Alessandro Minola

Post recenti

Final Eight 2020 recap: Happy Casa Brindisi-Reyer Venezia

Per la prima volta nella storia delle Final Eight si sfidano in finale la testa di…

30 minuti fa

L’ex Wizards e Suns Marcin Gortat annuncia il ritiro

Marcin Gortat annuncia il ritiro, il 36enne polacco ha giocato 12 stagioni nella NBA tra…

4 ore fa

Westbrook all’All-Star Media Day: “Mio figlio Noah viene prima di tutto”

Molti giocatori hanno un rapporto “particolare” coi media. Tra questi, spicca Russell Westbrook, che nel…

5 ore fa

Pau Gasol vuole partecipare alle prossime Olimpiadi. E spera nel ritorno in NBA

Pau Gasol vuole disputare le prossime Olimpiadi con la casacca della Spagna. E non ha…

5 ore fa

Lakers, DeMarcus Cousins in campo nei playoffs? Vogel: “Possibile”

Arrivano ottime notizie dall'infermeria dei Los Angeles Lakers, che potrebbero contare anche su DeMarcus Cousins…

5 ore fa

NBA All-Star Saturday, i vincitori: Adebayo, Hield e Jones Jr i protagonisti della serata

Sono Bam Adebayo dei Miami Heat, Buddy Hield dei Sacramento Kings e Derrick Jones Jr…

11 ore fa

Questo sito utilizza i cookies

Leggi