fbpx
Home Lega Basket AAcqua S.Bernardo Cantù Aquila Trento-S.Bernardo-Cinelandia Cantù: recap del match

Aquila Trento-S.Bernardo-Cinelandia Cantù: recap del match

di Filippo Mellara

La sfida tra Aquila Trento-S.Bernardo-Cinelandia Cantù  si è conclusa a favore dei padroni di casa per 79-71, dopo 40 minuti di fuoco giocati con grandissima intensità da entrambi gli schieramenti.

Primo tempo

Già dal primo minuto è chiaro quale sarà la storia della partita: entrambe le squadre sbagliano il primo possesso, ma conquistano il rimbalzo offensivo, lottando sotto canestro con grande energia. Grande intensità dal leader Trentino Alessandro Gentile, che da subito con tiri dalla media e penetrazioni fino al ferro  guida la squadra di casa.

Cantù fatica molto a correre in contropiede a causa dell’ottimo lavoro fatto da Trento nel rientrare velocemente in difesa, privando così gli ospiti di una delle principali armi in loro possesso; dopo delle ottime percentuali iniziali, la squadra di Coach Pancotto fatica a trovare il fondo della retina, ma dimostra grande abnegazione, impedendo la fuga a Trento tutte le volte che i bianconeri provano a scappare, il che sicuramente dice come la mentalità di questi ragazzi sia cresciuta da inizio campionato.

Dall’altra parte invece Trento dimostra la sua maggior esperienza, sfruttando sempre le occasioni favorevoli, in particolare cavalcando bene il lavoro dei lunghi, che dominano sotto canestro: si distingue soprattutto Justin Knox, che con la sua fisicità riesce a fare quello che vuole, piazzando anche diversi tiri dalla media.

Secondo Tempo

Trento inizia forte appena rientrata in campo, con alcune giocate che creano un primo break, ma ancora una volta Cantù rimane attaccata alla partita con le unghie e con i denti, lavorando bene in difesa con le micidiali stoppate di Hayes e soprattutto concludendo due bellissime azioni offensive corali, frutto di una grande circolazione della palla.

Trento sembra per la prima volta in tutta la partita subire davvero: Burnell segna tutto quello che gli passa tra le mani, regalando un piccolo vantaggio ai canturini. La partita continua ad essere in grande equilibrio fino a metà del 4° quarto, quando Trento riesce a piazzare la fuga toccando il massimo vantaggio di tutto il match, giocando di squadra  e attaccando con pazienza, trovando sempre la soluzione migliore.

A 4:15 dalla fine della partita l’emblema dell’intera gara: palla vagante intorno alla metà campo e quattro giocatori che si lanciano cercando di conquistarla, ma a vincere la bagarre alla fine sarà Rashard Kelly, che lancia successivamente i suoi in contropiede. Da qui in poi Cantù fatica a trovare soluzioni, incappando purtroppo nella prima sconfitta nelle ultime quattro gare, interrompendo la serie positiva. Ricordiamo l’importanza di questa partita per la classifica, con i trentini e i canturini che occupano rispettivamente il nono e il decimo posto.

MVP

Difficile oggi selezionare un giocatore che si è distinto maggiormente tra i Trentini. Alessandro Gentile in primis, ma anche Craft, Knox e Blackmon nel finale, hanno tutti occupato un ruolo fondamentale nella conquista di questa gara. Più facile sarebbe invece trovarlo per i canturini, per i quali Jason Burnell ha senza dubbio trascinato la squadra anche nei momenti più bui.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi