fbpx
Home Lega Basket ADolomiti Energia Trento Dolomiti Trento – Unahotels Reggio Emilia: vince la reggiana

Dolomiti Trento – Unahotels Reggio Emilia: vince la reggiana

di Gabriele Ramponi

Nell’anticipo del sabato sera, la Unahotels Reggio Emilia batte la Dolomiti Trento con il risultato di 81 a 87. La squadra ospite si riscatta subito dopo la sconfitta interna, arrivata la settimana scorsa contro l’Olimpia Milano, mentre la compagine trentina continua il suo score negativo di due sconfitte in due partite. 

Dolomiti Trento – Unahotels Reggio Emilia: l’analisi del match

Parte subito forte Reggio Emilia che si porta avanti con un vantaggio di 6 a 0 e chiude il primo periodo di gioco sulle ali di questo mini parziale conquistato nelle prime battute di gara, poi subisce un po’ il ritorno in partita di Trento, che arriva a giocarsela fino a due minuti dalla fine, salvo poi prendere un paio di scelte sbagliate e permettere ai ragazzi di coach Antimo Martino di sbancare la Group Arena.

Sono tante le cose che non hanno funzionato questa sera in casa Trento, ma in primo luogo salta subito all’occhio la leggerezza mostrata dai ragazzi scesi in campo. Prima il parziale iniziale che mette subito in salita la gara per la formazione di casa, poi due sciocchezze imperdonabili compiute sul finire del secondo e del terzo quarto. La prima è di Luke Maye che va a commettere un fallo su una preghiera lanciata da metà campo, sul finire del secondo quarto di gara, e regala così a Bostic tre tiri liberi. La seconda arriva a pochi secondi dalla fine del terzo periodo, quando Sanders perde un pallone banale a centrocampo, Kyzlink si invola tutto solo a canestro e sbaglia a fil di sirena, ma mentre la palla sta per uscire arriva lo stesso Sanders che tocca la retina e quindi il canestro viene convalidato. Quattro punti che vanno sicuramente ad incidere sul risultato finale. 

Inoltre bisogna segnalare le troppe palle perse (14) arrivate nel corso della gara, e il 63% ai tiri liberi (7/11) con cui Trento ha lasciato diversi punti per strada, proprio quest’ultimo aspetto potrebbe essere approfondito in settimana visto i prossimi impegni in Eurocup e la trasferta di sabato prossimo contro la Fortitudo Bologna

Mattatore di giornata in casa trentina è senza ombra di dubbio Luke Maye, che chiude la sua gara mettendo a referto 22 punti e tirando con l’80% da oltre l’arco (4/5). Grazie a lui la Dolomiti Energia arriva a giocarsela fino agli ultimi possessi ma dopo la sua ultima penetrazione sbagliata, i ragazzi di coach Brienza non trovano più la quadra in attacco e Reggio Emilia scappa via. 

In casa Reggio Emilia si riparte da tante certezze, una su tutte Brandon Taylor, il folletto in maglia reggiana ha già dimostrato di avere la mano calda e di sentire quando la partita va chiusa, anche questa gara chiude con 19 punti e il 70% dal campo (4/5 da due e 3/5 da tre), segnando gli ultimi due possessi decisivi. 

Buona partita anche dal duo americano BosticElegar che hanno dato a coach Antimo Martino intensità difensiva e atletismo in zona offensiva, senza dimenticare che è stata la stoppata di Elegar su Browne a porre probabilmente il sigillo sul match. 

Unico aspetto da migliorare in casa reggiana è anche in questo caso il capitolo che riguarda le palle perse (13), una in meno di Trento. 

Parziale singoli quarti:  

18-25; 22-19; 21-19; 20-24.

Parziali progressivi: 

18-25; 40-44; 61-63; 81-87. 

Dolomiti Energia Trento: 

K.Martin 2; D.Pascolo 2; G.Browne 17; T.Forray 2; V.Sanders 8; J.Morgan 11; J. Williams 13; M.Ladurner 4; L:Maye 22; L.Conti; A.Mezzanotte. Coach Nicola Brienza.  

Unahotels Reggio Emilia 

J.Bostic 16; L.Candi 8; F.Baldi Rossi 3; B.Taylor 19; F.Elegar 17; J.Johnson 12; M.Diouf 2; T.Kyzlink 10; J.Blums. Coach Antimo Martino. 

 

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi