fbpx
Home Lega Basket ACarpegna Prosciutto Basket Pesaro Final Eight 2021, l’Olimpia Milano domina anche Pesaro e vince la coppa Italia

Final Eight 2021, l’Olimpia Milano domina anche Pesaro e vince la coppa Italia

di Kevin Martorano

L’Olimpia Milano e la Carpegna Prosciutto Pesaro si sono contese il primo titolo del nuovo anno in quella che è stata la finale delle Final Eight di coppa Italia 2021 svolte al Mediolanum Forum. L’Olimpia Milano ha rinunciato nuovamente a Kaleb Tarczewski e Michael Roll per turnover, oltre agli indisponibili Vlado Micov e Jeff Brooks. Dall’altra parte l’unica assenza è quella di Jean Frantz Massenat, infortunato ormai da tempo, il quale però è stato sostituito da Gerald Robinson nel mercato (che ha giocato però la sua ultima partita con Pesaro).

L’Olimpia Milano si è presentata all’appuntamento dopo la roboante vittoria ai danni della Reyer Venezia, mentre la Carpegna Prosciutto Pesaro ha superato l’Happy Casa Brindisi nella propria semifinale.

Olimpia Milano-Carpegna Prosciutto Pesaro: l’analisi del match

L’Olimpia Milano vince il suo primo titolo del 2021 annichilendo anche la VL Pesaro grazie ad una prova perfetta in ambedue le metà campo. La squadra di coach Ettore Messina ha tenuto i pesaresi a 21 punti all’intervallo, chiudendo di fatto ogni tipo di discorso sul vincitore finale della competizione.

La principale chiave del match è stata la differenza nella percentuale al tiro da tre punti tra le due squadre: infatti l’Olimpia Milano ha tirato da dietro l’arco con un 10/22 che vale il 45%, mentre la Carpegna Prosciutto Pesaro ha chiuso la sua gara con 5/25 e il 20% al tiro pesante (di cui però ben 4 triple sono arrivate nel quarto conclusivo del match).

Altra importante chiave della partita è stata l’energia messa in campo dalle due squadre: infatti la VL Pesaro è sembrata molto stanca, mentre l’Olimpia Milano avendo vinto in scioltezza anche i primi due turni della competizione è riuscita a dosare al meglio le forze dei propri giocatori.

Infine, l’ultima grande differenza tra le due squadre è stata la profondità e la qualità dei roster a disposizione dei rispettivi coach: l’Olimpia Milano non bisogna dimenticare che è attualmente terza in Eurolega, ovvero la massima competizione continentale, mentre la Carpegna Prosciutto Pesaro è una squadra che nelle ultime stagioni è sempre stata nella parte bassa della classifica, dunque aver conquistato il secondo posto in questa coppa Italia rappresenta sicuramente un bel traguardo per la società ed un motivo d’orgoglio per i tifosi della squadra di coach Jasmin Repesa.

Dal punto di vista individuale in casa Armani Exchange ottima partita di Luigi Datome, che ha chiuso la sua partita con 15 punti, oltre che per Kevin Punter e Zach LeDay, i quali hanno chiuso con 13 punti la propria partita.

Per la Carpegna Prosciutto Pesaro il migliore è sicuramente il centro Tyler Cain, che ha chiuso la sua partita con una doppia doppia da 15 punti e 12 rimbalzi. In doppia cifra per punti realizzati sono andati anche Henri Drell (12) e Marko Filipovity (anche per lui 12 punti).

Miglior tiratore da 3 punti della competizione: Luigi Datome.

Miglior giocatore offensivo della competizione: Henri Drell.

Miglior assist-man della competizione: Sergio Rodriguez.

Miglior giocatore della competizione: Luigi Datome.

Il tabellino statistico del match

Parziali singoli quarti: 21-15; 27-6; 26-15; 13-23.

Parziali progressivi: 21-15; 48-21; 74-36; 87-59.

Olimpia Milano: K.Punter , Z.LeDay , D.Moretti , R.Moraschini , S.Rodriguez , P.Biligha , A.Cinciarini , M.Delaney , S.Shields , K.Hines , L.Datome , J.Wojciechowski . Coach: Ettore Messina.

Carpegna Prosciutto Pesaro: H.Drell , A.Filloy , T.Cain , J.Robinson , M.Tambone , E.Mujakovic , G.Robinson , B.Basso , M.Serpilli , M.Filipovity , S.Zanotti , C.Delfino . Coach: Jasmin Repesa.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi