fbpx
Home Lega Basket AFortitudo Bologna Fortitudo Bologna-Allianz Trieste: Grazulis stende la Effe

Fortitudo Bologna-Allianz Trieste: Grazulis stende la Effe

di Gabriele Ramponi

Dopo l’anticipo di ieri sera tra l‘Aquila Basket Trento e la Segafredo Virtus Bologna, la domenica sportiva di campionato apre i propri battenti sulla Unipol Arena per il match tra Fortitudo BolognaAllianz Triste valido per la quindicesima giornata del campionato di serie A. La squadra di casa arrivava da un filotto di 3 vittorie consecutive, ma anche dalle fatiche infrasettimanale vista la trasferta di mercoledì in Turchia, mentre Trieste arrivava dalla vittoria nel recupero della settima giornata contro la Pallacanestro Reggiana.

La partita si è messa subito sui binari giusti per la Fortitudo, dato che a fine primo quarto conduceva la partita avanti di 9, ma era stata anche a +14. Da quel momento Trieste è tornata in partita, riuscendo a mettere addirittura la testa avanti sul finire del terzo periodo, salvo poi chiudere il match sulle giocate di Grazulis e Laquintana. Dalmasson dunque espugna Bologna grazie al risultato finale di 69-82, si tratta di un risultato storico dato che Trieste non aveva mai vinto a Bologna.

Fortitudo Bologna-Allianz Trieste: l’analisi del match

La Fortitudo Bologna si è presentata a questo match potendo contare sui due recuperi di Matteo Fantinelli e Wesley Saunders, anche se non al top, nonostante ciò il primo ha letteralmente dominato il primo quarto penetrando in continuazione la difesa biancorossa e creando tantissimi problemi a Dalmasson. Poi dall’inizio del secondo quarto è iniziato un graduale declino, che ha fatto sì che Grazulis e compagni prendessero fiducia e con la Effe incapace di reagire, la compagine bianco-blu è affondata definitivamente.

Sicuramente bisogna lavorare sull’atteggiamento e la tenuta mentale di questa squadra, con un vantaggio di 14 lunghezze, anche se nel primo periodo, non è concesso per nessuno arrivare a perdere una partita come quella di questa sera, anche perché il collasso è stato progressivo e quindi c’era tempo e modo per intervenire prima in maniera più efficace. Anche contro Reggio Emilia la squadra bolognese aveva toccato la doppia cifra di vantaggio nel terzo quarto, salvo poi capitolare nel finale.

Inoltre bisogna segnalare la scarsa prova del trio di lunghi, Hunt ha fatturato 6 punti, Totè 4 e Cusin 2, la mancanza di Happ si è sente e se dovessero essere vere le voci che lo portano a Sassari, gli obiettivi della Fortitudo sarebbero ridimensionati ulteriormente.

Bisogna citare anche la buona prova da 17 punti di Adrian Banks, nonostante un misero 1/6 da oltre l’arco e l’apporto di Tommaso Baldasso in uscita dalla panchina con 12 punti e 2/4 da tre punti.

Per quanto riguarda la squadra di coach Eugenio Dalmasson, che ha dovuto sopperire all’assenza del “Lobito” Juan Fernandez a seguito di un piccolo problema riscontrato durante il riscaldamento, e ha lanciato Daniele Cavaliero nel giorno del suo 37esimo compleanno, bisogna tracciare un percorso a due facce: il disastroso primo quarto e poi gli altri tre quarti in cui sono riusciti a macinare il proprio gioco.

Da riconoscere la capacità dei giocatori triestini di riuscire ad arrivare quasi sempre a qualcosa di utile alla causa, come ad esempio un gioco da 4 punti di Grazulis oppure un altro da tre punti sempre dello stesso cestista lettone.

Proprio Andrejs Grazulis si guadagna il premio di MVP della gara, il giocatore ex Derthona ha messo a referto una prova da 20 punti, con 3/4 da dietro l’arco dei 6,75 e 8 rimbalzi.

Buone infine anche le prove di DeVonte Upson, 12 punti e Tommaso Laquintana, 13 punti finali per lui.

Tabellino
Parziali singoli quarti: 24-15; 15-24; 14-20; 16-23.
Parziali progressivi: 24-15; 39-39; 53-59; 69-82.
Lavoropiù Fortitudo Bologna:

A.Banks 17; W.Saunders 8; M.Palumbo 6; D.Hunt 6; M.Fantinelli 8; T.Baldasso 12; M.Cusin 2; T.Withers 6; L.Totè 4; M.Pavani ne; G.Sabatini ne Coach Luca Dalmonte

Allianz Pallacanestro Trieste:

D.Upson 12; T.Laquintana 13; M.Delia 5; M.Henry 2; D.Cavaliero 7; M.Da Ros 4; A.Grazulis 20; D.Alviti 11; M.Doyle 8; A.Coronica; J.Fernandez ne; A.Arnaldo ne Coach Eugenio Dalmasson

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi