fbpx
Home Lega Basket ADinamo Sassari Le pagelle delle prime due giornate di Serie A: Brescia e Sassari le migliori

La stagione di Serie A è iniziata da due giornate, e sicuramente non si potrà pronosticare la fine della stagione guardando solo l’andamento di queste, ma le prime partite ci possono dare sicuramente un’indicazione sulla partenza delle squadre e su come si sono sviluppate alchimie e meccanismi fino a questo momento.

Per provare a capire meglio, ci possono aiutare delle mini pagelle.

Virtus Roma: voto 5

La Virtus è una squadra che ha cambiato molto rispetto alla passata stagione. Ha giocato due partite difficili, contro Virtus Segafredo Bologna ed Happy Casa Brindisi e ha rimediato due sconfitte.

La prima sconfitta è arrivata contro la Virtus Bologna di soli sette punti (74-67), giocando una gara dignitosa, pur non avendo a disposizione Davon Jefferson e Jerome Dyson. Nella seconda partita, Roma ha perso in maniera decisamente più netta, cadendo in casa 63-87 contro la Happy Casa Brindisi. Sicuramente per la squadra romana c’è da salvare quanto di buono fatto nella prima partita, e da rimuovere completamente la disfatta contro la compagine pugliese. C’è ancora molto da fare per coach Piero Bucchi

Pallacanestro Trieste : voto 5

Trieste ha incontrato un inizio di campionato più difficile del previsto, perdendo due partite su due.

La prima partita la compagine triestina l’ha persa per 78-73 al Taliercio contro la Reyer Venezia. Nella seconda giornata ha invece perso bruscamente in casa contro la Openjobmetis Varese per 62-92. Si deve partire, però, dal presupposto che la società friulana si può dire fortunata già ad aver partecipato a questo campionato, per via dei problemi societari della scorsa stagione.

Si deve capire ancora quale sarà il vero ruolo di Jon Elmore, la guardai ex Marshall University che a inizio stagione si sarebbe potuto pronosticare come titolare, ma in questo momento nelle gerarchie sembra dietro a Juan Fernandez. Niente è perduto e siamo solo all’inizio, ma i tifosi si aspettano ottimi risultati anche da queste stagione.

Oriora Pistoia: voto 5

Anche la Oriora Pistoia è andata incontro a due sconfitte nelle prime due. Alla prima partita la sconfitta è arrivata contro la Dolomiti Energia Trento in trasferta, 88- 75 il punteggio, e la seconda sconfitta è arrivata in casa per 78-88 contro la Virtus Segafredo Bologna.

Pistoia è probabilmente dal punto di vista della rosa la squadra meno attrezzata del campionato, almeno sulla carta, con un reparto lunghi all’altezza, ma una panchina e i piccoli abbastanza deboli rispetto alle altre squadre del massimo campionato. La Oriora Pistoia non ha giocato sicuramente male, provando a giocarsi le sue carte contro squadre molto più attrezzate, ma non è comunque finora riuscita a contenere sotto i dieci punti di scarto. Bisogna fare di più.

Carpegna Prosciutto Pesaro: voto 5

Pesaro non ha trovato la vittoria nelle prime due partite. La prima sconfitta è arrivata in casa contro la Fortitudo Bologna per 72-80, mentre la seconda sconfitta è arrivata in trasferta contro la Dinamo Banco di Sardegna Sassari per 99-79.

Per Pesaro non sono state due partite facili, ma si è vista poca coesione di squadra, con un gioco che sembra affidarsi più alle singole individualità che al complessivo. Pesaro ha giocatori di talento come Henry Drell, Federico Mussini, Zach Thomas e Jaylen Barford, che possono fare bene in questo campionato, ma deve crescere dal punto di vista del gioco.

AX Armani Exchange Milano: voto 5

Premessa: Milano non ha sicuramente offerto prestazioni alla pari di quelle citate delle altre squadre prima di lei. C’è però da dire che da Milano ci si aspetta grande supremazia a livello di gioco, anche guardando la superiorità del roster rispetto alle avversarie.

Questa superiorità si è vista solo nella prima partita contro la De Longhi Treviso (vinta per 53-75), e molto meno contro la Germani Brescia (partita persa in casa per 65-73). Il lavoro di coach Messina sarà molto difficile, in quanto dovrà dare affiatamento a una squadra quasi completamente nuova, che ha avuto aggiunte importanti (vedi Sergio Rodriguez, Shelvin Mack, e ora anche Luis Scola), ma sappiamo tutti chi sia coach Ettore Messina, e sappiamo che dobbiamo solo aspettare. Mai darli per morti.

De Longhi Treviso: voto 5,5

Per i neopromossi trevigiani sono state due partite molto difficili. Alla prima partita la De Longhi Treviso ha perso contro l’AX Armani Exchange Milano per 65-73 in casa, e nella seconda partita ha perso contro la Vanoli Cremona in una partita molto equilibrata per 89-87.

Per Logan e compagni era praticamente impossibile vincere contro una Milano che ha tirato con il 60% da tre punti, mentre contro la Vanoli Cremona Treviso ha fatto vedere un’ottima partita, mettendo in difficoltà una squadra sicuramente più esperta e più difficile da battere di loro.

Anche per Treviso c’è da lavorare, ma iniziano a vedersi delle cose interessanti.

Umana Reyer Venezia: voto 5,5

Delude un po’ in questo avvio di campionato anche la squadra campione d’Italia.

Dopo la mancata vittoria in Supercoppa, la compagine Veneziana ha battuto la Pallacanestro Trieste in casa con il punteggio di 78-73, ma ha poi perso in trasferta la seconda partita a Bologna contro la Fortitudo con il punteggio di 89-82. Queste partite, aggiunte anche a quelle della Supercoppa Italiana contro la Happy Casa Brindisi e il Banco di Sardegna Sassari hanno tutte una cosa in comune: la Reyer parte male nei primi due quarti, per poi rimontare negli ultimi due e provare a vincerla.

Come dimostrano le partite perse contro Sassari e Bologna, non sempre la rimonta riesce, e per attuarla ci vuole un enorme dispendio di energie. Venezia per giocare meglio e provare a riconfermarsi ai livelli dell’anno scorso (cosa che può fare, con una squadra più lunga e profonda di quella dello scorso anno) deve migliorare l’approccio alle partite.

GrissinBon Reggio Emilia: voto 5,5

Per quello che la squadra emiliana ha fatto vedere in campo forse sarebbe stato giusto anche un 6. Ma non si può ignorare il fatto che la GrissinBon Reggio Emilia quest’anno, a differenza degli anni passati, ha un roster competitivo, con uno dei migliori allenatori italiani in circolazione, e nonostante questo sono arrivate due sconfitte.

C’è però da tenere in considerazione il fatto che Reggio ha incontrato due squadre in grande forma: ha infatti perso la prima partita contro la Germani Brescia con il punteggio di 90-82, e la vittoria è mancata anche con la Dolomiti Energia Trento, con il punteggio di 76-86. Due sconfitte che ci stanno, contro due squadre, come detto prima, lanciatissime in questo avvio, ma non si può ignorare il fatto che Reggio Emilia abbia un roster decisamente all’altezza delle prime due avversarie.

Ma sappiamo anche che le squadre di coach Buscaglia non deludono mai le aspettative.

Openjobmetis Varese: voto 6

Parte male la squadra di coach Attilio Caja perdendo la prima partita in casa contro il Banco di Sardegna Sassari con il punteggio di 52-74, ma riesce a rifarsi con una vittoria più netta della sconfitta subita in precedenza vincendo in casa della Pallacanestro Trieste per 62-92.

Una partenza che ci da poche informazioni su quella che potrebbe essere la stagione dei varesini, considerando la netta sconfitta all’esordio e la successiva netta vittoria. Sicuramente questa squadra ha tutti i presupposti per fare bene, e quando Josh Mayo è in serata di grazia diventa anche ostica da affrontare. Varese non però solo Josh Mayo e potrà dire la sua.

Forse non raggiungerà i playoffs, ma non rinuncerà a lottare per entrarvi fino all’ultimo.

Happy Casa Brindisi: voto 6

Dopo la sconfitta alla prima di campionato contro l’Acqua San Bernardo Cantù in casa, per certi versi inaspettata, con il punteggio di 64-69, la Happy Casa Brindisi ha conquistato una vittoria a dir poco schiacciante contro la Virtus Roma, in trasferta con il punteggio di 63-87.

Quest’ultima vittoria ha sicuramente alzato, e non poco, il morale degli uomini di coach Vitucci, che con la confermata coppia, che tanto bene ha fatto lo scorso anno John Brown-Adrian Banks, punta a migliorare con un roster per certi versi rinnovato l’ultima stagione dello scorso anno. Sono pronti a riconfermarsi ad alti livelli.

Vanoli Cremona: voto 6

La Vanoli Cremona, insieme all’Acqua San Bernardo Cantù, è stata l’unica squadra a giocare una sola partita, vincendola.

Gli uomini di coach Sacchetti hanno infatti battuto una De Longhi Treviso mai doma. Una partita ad alto punteggio si è chiusa infatti con la vittoria nelle proprie mura da parte dei cremonesi per 89-87. In questa stagione dovremo tenere d’occhio la compagine lombarda, che nonostante le due sconfitte in Supercoppa proverà a riconfermarsi con dei nuovi interpreti tra le migliori squadre d’Italia. E con coach Sacchetti è un obiettivo possibile.

View this post on Instagram

🙌 Buona la prima! ✔️ #VanoliFamily

A post shared by Vanoli Basket Cremona (@vanolicremona) on

Acqua San Bernardo Cantù: voto 6,5

Quest’anno l’Acqua San Bernardo Cantù parte come un’incognita, avendo a roster tanti giocatori freschi di college USA.

La prima partita promette però bene. La squadra lombarda ha infatti ottenuto un’ottima vittoria su un campo difficile come il Palapentassuglia a Brindisi per 64-69. Sarà sicuramente interessante vederli giocare, dato che sono la squadra che ha cambiato di più dallo scorso anno.

Sulla panchina c’è il ritorno in Serie A di Cesare Pancotto, un coach esperto che sicuramente riuscirà a far giocar bene i canturini. Potrebbe essere una stagione esaltante.

Virtus Segafredo Bologna: voto 6,5

La Virtus Segafredo Bologna inizia bene questo campionato vincendo le prime due partite meritatamente.

La prima vittoria è stata in casa contro la Virtus Roma con il punteggio di 74-67, mentre la seconda è arrivata contro la Oriora Pistoia in trasferta con il punteggio di 78-88. Gli uomini di Sasha Djordjevic sono riusciti a non far rimpiangere l’infortunio di Milos Teodosic per queste prime due partite, soprattutto grazie a Stefan Markovic, che ha chiuso le prime due partite in doppia doppia per punti e assist.

Il vero problema per coach Djordjevic è che quando Milos Teodosic tornerà dovrà dire a Stefan Markovic che si dovrà riaccomodare in panchina, per lasciare spazio al playmaker serbo ex Los Angeles Clippers.

Fortitudo Bologna: voto 7

Ottima partenza per gli uomini di coach Antimo Martino che vincono due partite su due.

Nella prima partita è arrivata una vittoria in trasferta contro la Carpegna Prosciutto Pesaro, con il punteggio di 72-80, mentre la seconda partita è finita in favore dei bolognesi con il punteggio di 89-82 in casa contro la Umana Reyer Venezia. Ottimo inizio per la Fortitudo Bologna che si è imposta non solo a Pesaro, ma anche contro i campioni d’Italia.

Il segreto di questa squadra è che si può vedere già un grande affiatamento tra stranieri e italiani, con Maarty Leunen sugli scudi, tornato nella massima serie dopo esser stato in serie A2 proprio con la Fortitudo. Basket City è tornata, e ci sarà da divertirsi.

Dolomiti Energia Trento: voto 7,5

Ottima partenza per la Dolomiti Energia Trento, che inizia la nuova era post Buscaglia nel migliore dei modi. Gli uomini di coach Brienza infatti vincono all’esordio in casa in maniera abbastanza agevole contro la Oriora Pistoia, con il punteggio di 88-75, e vincono una partita equilibrata in trasferta a Reggio Emilia per 76-86.

Trento fa affidamento a uomini di indiscussa affidabilità come i confermati Aaron Craft (che è uno dei giocatori migliori del campionato con la sua leadership silenziosa) e Andrés Forray, ma si affida anche, e soprattutto dal punto di vista offensivo, al playmaker ex Pesaro James Blackmon, che ha segnato tanto nelle prime due partite. Trento quest’anno ha le potenzialità per migliorare la scorsa stagione.

Banco di Sardegna Sassari: voto 7,5

Il Banco di Sardegna Sassari è nettamente la squadra più in forma del campionato. Dopo la vittoria della Supercoppa la squadra sassarese ha infatti vinto in trasferta a Masnago contro la Openjobmetis Varese con il punteggio di 52-74, e ha vinto altrettanto nettamente in casa contro la Carpegna Prosciutto Pesaro con il punteggio di 99-79.

La squadra di Gianmarco Pozzecco ha una forte base di italiani, che hanno fatto bene in queste due partite (vedi Stefano Gentile contro Pesaro), ma che ha stranieri molto interessanti che potrebbero fare molto bene come Dwayne Evans, il confermato DeShawn Pierre, Jamel McLean e Curtis Jerrels. Sembra quasi una pazzia sostenere che i vice campioni d’Italia possano puntare allo scudetto, guardando al mercato di Olimpia Milano, Virtus  Bologna e Reyer Venezia, ma mai scommettere contro coach Pozzecco e i suoi ragazzi.

Germani Brescia: voto 8

Il migliore inizio di questo campionato appartiene alla Germani, che riesce a vincere due partite difficilissime: vince infatti la prima contro la Grissin Bon Reggio Emilia in casa con il punteggio di 90-82, e vince a sorpresa la seconda contro l’AX Armani Exchange Milano in trasferta 65-73.

Coach Esposito e la società hanno fatto un eccellente lavoro, con un mercato ottimo e giocatori come DeAndre Lansdowne e Tayler Cain, che aiuteranno tantissimo i Bresciani in questo campionato. Daranno sicuramente fastidio a tutti.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi