fbpx
Home Lega Basket A Acqua San Bernardo Cantù-Grissin Bon Reggio Emilia: preview della sfida

Acqua San Bernardo Cantù-Grissin Bon Reggio Emilia: preview della sfida

di Francesco Vacondio

Terza giornata di LBA che vede Acqua San Bernardo Cantù e Grissin Bon Reggio Emilia affrontarsi sul parquet del PalaDesio, con palla a due in programma alle ore 17:30 (diretta su Eurosport Player).

Le due formazioni arrivano al match con morali diametralmente opposti: i brianzoli sono reduci dal turno di riposo e dal precedente successo esterno sull’Happy Casa Brindisi, mentre Reggio Emilia viene da due KO, il primo subito a Brescia (squadra che si sta dimostrando difficilissima da sconfiggere) e il secondo sul parquet amico per mano della Dolomiti Energia Trento.

Acqua San Bernardo Cantù: è il momento delle conferme?

I ragazzi a disposizione di Coach Pancotto formano un roster molto giovane ma con alcuni elementi di grande prospettiva, tra cui spiccano sopra gli altri la guardia/ala rookie Cameron Young e il talentino di scuola Olimpia Milano Andrea Pecchia: il primo è un realizzatore puro, capace di segnare in molte maniere diverse, mentre Pecchia è un eccellente all-around, dotato di fisico e ottimo primo passo, anche se pecca nel tiro da fuori.

Altro elemento interessante del roster canturino è il centro Kevarrius Hayes (altro rookie per la Serie A italiana), provienente da University of Florida; l’ex Gators è un grandissimo atleta, molto mobile e rapido di piedi, il che lo rende un giocatore molto temibile in ricezione sui pick&roll, oltre ad essere un grande stoppatore in difesa (tre le stoppate rifilate a Brindisi).

A chiudere il quintetto troviamo l’ala Jason Burnell che è un giocatore molto fisico, insieme al play ex Brindisi Wes Clark, un giocatore rapido e sgusciante che però tende a volte ad incaponirsi troppo nel cercare il canestro (1/6 da 2 e 1/3 da tre punti contro Brindisi); dalla panchina invece escono la guardia Corban Collins, la combo Yancarlos Rodriguez, le ali Andrea La Torre, Jeremiah Wilson, e il giovane centro di scuola Reyer Venezia Alessandro Simioni.

Reggio Emilia: il punto in casa emiliana

La truppa di Maurizio Buscaglia, come detto, viene da due sconfitte dovute principalmente a blackout difensivi che penalizzano le buone cose che si sono viste offensivamente, oltre ad una chimica di squadra ancora da perfezionare tra Gal Mekel, play israeliano arrivato in estate dallo Zenit San Pietroburgo e deputato a dettare i ritmi dei biancorossi, ed il resto della squadra.

Reggio dispone comunque di un roster di ottimo livello, dove oltre a Mekel spiccano diversi nomi di qualità, come Darius Johnson-Odom (ex della partita), Josh Owens, Simone Fontecchio e Reggie Upshaw, mentre dalla panchina escono capitan Peppe Poeta e David Vojvoda, oltre a Leonardo Candi e al centro rookie Dererk Pardon. In particolar modo Johnson-Odom è un giocatore in grado di vincere da solo una partita con il suo sconfinato talento offensivo, anche se a volte rischia di diventare un handicap per la propria squadra: infatti potrebbe essere proprio lui il giocatore chiave della partita.

Acqua San Bernardo Cantù-Grissin Bon Reggio Emilia: chiave tattica della partita

In Acqua San Bernardo-Grissin Bon Reggio Emilia sarà determinante la presenza mentale e la difesa di entrambe le squadre, sia a metà campo che in transizione. La squadra di Coach Pancotto è una squadra che in alcuni momenti della partita potrebbe peccare della necessaria esperienza, ma se in fiducia può diventare difficile da fermare; d’altra parte, la Grissin Bon Reggio Emilia ha una squadra con il giusto mix tra veterani (come Johnson-Odom e Peppe Poeta) e giovani interessanti come Leonardo Candi e Simone Fontecchio (da cui ci si aspetta una stagione importante per rilanciare il proprio percorso di crescita dopo gli anni di difficoltà all’Olimpia Milano). I punti in contropiede e la percentuale dall’arco di entrambe le squadre potrebbero sicuramente fare la differenza per quanto riguarda invece la metà campo offensiva.

Acqua San Bernardo Cantù-Grissin Bon Reggio Emilia: Il pronostico

Acqua San Bernardo Cantù-Grissin Bon-Reggio Emilia potrebbe essere una partita in bilico fino all’ultimo: la squadra di casa proverà ad alzare i ritmi della partita per sfruttare il campo aperto e la transizione, coinvolgendo così il sempre caldissimo pubblico bianco-blu, mentre Reggio Emilia dovrà invece crescere dal punto di vista difensivo per poter pensare di fare il colpaccio esterno su un parquet molto ostico.

La scelta cade sulla Grissin Bon perché il roster biancorosso è dotato di maggior esperienza e capacità di lettura della partita rispetto a quello brianzolo, composto per la stragrande maggioranza da rookie assoluti, inoltre è noto che le squadre di coach Buscaglia abbiano tempi di “carburazione” non brevissimi.

Se volessimo dare delle percentuali potremmo dire Reggio Emilia 60%  e Cantù 40%.

 

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi