Categorie Reyer Venezia

Eurocup, Tofas Bursa-Reyer Venezia: Bramos porta la Reyer alle top 16

Ottavo turno di Eurocup per la Reyer Venezia, che dopo la sconfitta in campionato a Varese è impegnata in Turchia nel match Tofas Bursa-Reyer Venezia: una magistrale prova di Michael Bramos cancella il Tofas Bursa e porta i campioni d’Italia alle top 16 con due giornate d’anticipo. La squadra di coach Walter De Raffaele, al sesto successo consecutivo in Europa, controlla la partita dall’inizio alla fine e si impone per 73 a 80 in un campo che finora non era mai stato violato in coppa, restando al primo posto del proprio girone in coabitazione con il Partizan Belgrado.

Tofas Bursa-Reyer Venezia: le chiavi della sfida

il controllo del ritmo: Venezia gestisce la partita Tofas Bursa-Reyer Venezia senza mai disunirsi e concede raramente ai turchi la possibilità di accendere i propri tiratori, dando un importante strappo tra la fine del terzo quarto e i primi 3′ dell’ultimo.

la pulizia offensiva: la Reyer gioca una pallacanestro estremamente solida, fatta di ottime scelte, extra pass e tiri ad altissima percentuale che i tiratori veneziani non possono proprio sbagliare.

gli assist: 23 assistenze di squadra il dato della Reyer Venezia, con 6 messe a referto dal solo Mitchell Watt. Il centro oro-granata è estremamente importante nel far collassare la difesa turca e scaricare il pallone agli esterni che, piedi per terra, martellano la retina turca

la difesa: gli oro-granata mettono in campo una difesa aggressiva sugli esterni turchi, senza concedergli mai un tiro facile da dietro l’arco. Julyan Stone fa un lavoro eccezionale su Tarik Phillip, Michael Bramos annulla Matt Lojeski (8 per l’ex Olympiacos), Watt e Vidmar limitano D.J. White col risultato che al Tofas vengono concessi spazi nel pitturato per Devin Williams e Muhsin Yazar (30 punti combinati con 11/13 dal campo per i due centri), ma senza possibilità di armare la mano dei tiratori (4/19 dall’arco per i turchi, contro l’11/24 della Reyer)

Michael Bramos: il capitano oro-granata gioca la sua miglior partita da quando è alla Reyer nel momento più importante, ossia nella sfida che vale il passaggio alle top 16 di Eurocup. L’ala americana con passaporto greco martella con costanza la retina turca dalla lunga e dalla media distanza, tenendo percentuali pazzesche nell’arco di tutta la partita: è suo il primo allungo ad inizio sfida, è suo il sorpasso a metà secondo quarto, è suo il long two che porta Venezia avanti di 3 all’intervallo ed è sua la tripla dall’angolo che spezza le gambe al Tofas. Bramos tira fuori un clinic offensivo pauroso (11/15 dal campo, 1 recupero, 0 palle perse) e annulla ogni speranza turca.

I migliori protagonisti della sfida

Austin Daye: l’ala americana è determinante in particolar modo nel finale di gara, dove col suo talento incredibile tiene a debita distanza il Tofas Bursa, che cercava una rimonta disperata. Per lui sono 11 punti con 5/8 dal campo.

Julyan Stone: il tuttofare della squadra veneziana mette a referto soltanto 5 punti, ma aggiunge 3 preziosi rimbalzi e 5 assist (l’ultimo per la bimane di Mitchell Watt si lascia guardare e riguardare), col solito oscuro lavoro sugli esterni avversari, che porta anche una palla recuperata.

Mitchell Watt: il centro della Reyer deve averci preso gusto e mette insieme un’altra partita di altissimo livello tecnico, siglando 13 punti (6/11 dal campo), catturando 6 rimbalzi, smazzando ben 6 assist (l’ultimo per Bramos è eccezionale) e regalando 2 stoppate agli esterni turchi. Per il pivot c’è una valutazione totale di 19.

Michael Bramos: Il greco ex Panathinaikos è in una di quelle serate in cui è impossibile contenerlo e difatti azzanna il Tofas con costanza, mettendo nella retina 28 punti, frutto di un pazzesco 11/15 dal campo (7/8 da 2 e 4/7 da 3) oltre ad un 2/2 in lunetta. Per il capitano ci sono anche 2 rimbalzi, 3 falli subiti e 1 palla recuperata. MVP se mai si hanno avuto dubbi, un clinic cestistico di livello altissimo che costringe alla resa i turchi.

Devin Williams e Muhsin Yazar: i due centri tengono in piedi il Tofas Bursa sfruttando il loro peso e combinano 30 punti (16 il primo, 14 il secondo) con 11/13 dal campo, provando in tutti i modi a mettere in difficoltà un Watt di altissimo livello. Senza loro, per il Tofas sarebbe stata una mattanza.

MVP: Michael Bramos. 28 punti, 11/15 dal campo, 2 rimbalzi, 1 recupero. Serve aggiungere altro? Apre e chiude la contesa.

Daniele Morbio

Condividi
Pubblicato da
Daniele Morbio

Post recenti

Marbury promette 10 milioni di mascherine a NY per combattere il covid-19

Arriva una bella notizia dalla lotta contro il Coronavirus e questa volta il protagonista è…

11 ore fa

Da Teodosic a Daye, i migliori attaccanti della Lega Basket Serie A

Con la stagione attuale che va verso lo stop definitivo -con relativa non assegnazione dello…

16 ore fa

Coronavirus, Christian Wood irritato per la fuga di notizie, Casey lo difende: “Non deve più accadere”

La rapida diffusione del Sars-CoV-2 ha generato una serie di problematiche a livello globale, coinvolgendo…

16 ore fa

Lega Basket Serie A pagelle: top e flop della Regular Season

In questo momento di grande incertezza nel mondo della palla a spicchi e non solo,…

17 ore fa

Bill Wennington ricorda i 55 punti di Michael Jordan ai Knicks, 25 anni dopo

Solo alla quinta partita giocata dopo il suo ritiro durato 17 mesi, Michael Jordan rifilò…

18 ore fa

La NBA ai tempi del Covid

Abbiamo appena scoperto l’esistenza della sezione Classic Games nel League Pass appena attivato gratuitamente. Questo…

20 ore fa

Questo sito utilizza i cookies

Leggi