fbpx
Home Lega Basket AHappy Casa Brindisi Reyer Venezia-Happy Casa Brindisi: Venezia parte bene

Reyer Venezia-Happy Casa Brindisi: Venezia parte bene

di Daniele Morbio

Il posticipo della prima giornata di LBA era un remake della finale di Coppa Italia, ma la cornice questa volta era il Taliercio di Mestre e non la Vitrifrigo Arena di Pesaro. Al termine di 40′ intensi e spigolosi la squadra veneziana è uscita vincitrice con un punteggio finale di 75 a 67: parte bene – dunque – l’avventura nella stagione 2020/2021 della Reyer Venezia, al cospetto di una Happy Casa Brindisi che ha retto bene il campo per quasi tutti e 40 i minuti di gioco.Nelle scelte iniziali di coach De Raffaele ricompare Isaac Fotu e torna in tribuna Gasper Vidmar.

Reyer Venezia-Happy Casa Brindisi: le chiavi del match

Si conferma squadra assolutamente spigolosa e difficile da affrontare l’Happy Casa Brindisi, anche per una delle big del nostro campionato come la Reyer Venezia: vincono i lagunari, ma la squadra pugliese è coriacea e non si scolla completamente nemmeno quando Stefano Tonut Austin Daye fanno scappare i padroni di casa sul più 16 grazie al marchio di fabbrica tipico dei ragazzi oro-granata, ossia una difesa tosta e asfissiante, vera chiave di volta del successo.

Se la difesa ha chiuso a doppia mandata il canestro oro-granata e ha reso asfittico un attacco brindisino che con Derek Willis stava rintuzzando i tentativi di fuga dei lagunari, altra chiave è stata la transizione offensiva e l’assalto al ferro di un Tonut vero fattore nelle azioni d’attacco dei padroni di casa della Reyer Venezia: per il numero 7 triestino i punti nella sola terza frazione di gioco sono stati 9 con anche 4 assistenze. L’Happy Casa Brindisi si arrende nonostante gli 8 tiri dal campo presi in più di Venezia (25/65 per gli ospiti, 27/57 per la Reyer) e i 12 rimbalzi offensivi contro i 2 oro-granata, ma le 17 palle perse sono troppe per ambire ad un successo (già difficile da strappare) in casa degli ultimi Campioni d’Italia.

In casa Reyer Venezia ottime prove da parte di Stefano Tonut (14 punti con 7 rimbalzi e 5 assist), Austin Daye (14 anche per l’ala americana) e Mitchell Watt, sempre più totem offensivo dei veneziani (18 punti, 7 falli subiti, 7/9 dal campo). Importante anche l’apporto di Isaac Fotu Jeremy Chappell, che hanno messo a referto rispettivamente 6 e 10 punti.

Era sotto la lente d’ingrandimento Julyan Stone dopo qualche prova non ottimale: arrivano – però – stasera segnali importanti di risveglio dal tuttofare play americano: 4 punti, 6 rimbalzi e 1 assist con un plus/minus di +16, nettamente il più alto dei suoi; ma a far ben sperare è la forte aggressività che ha messo in campo il numero 5 veneziano, vero perno difensivo del gruppo collaudato e vincente a disposizione di coach De Raffaele.

Può essere comunque soddisfatto Francesco Vitucci nonostante la sua squadra esca sconfitta dal Taliercio: per circa 30′ i suoi ragazzi hanno messo in grossa difficoltà la più titolata e strutturata Reyer Venezia, tenendo un atteggiamento complessivamente positivo e quasi mai passivo nel corso del match. Ovviamente vanno riviste le palle perse: 17 sono davvero troppe se si vuole sperare di espugnare il campo degli oro-granata, ma c’è tutto il tempo del mondo per migliorare e collaudare il sistema di gioco bianco-blu.

Per l’Happy Casa Brindisi spiccano le ottime individualità di Derek Willis (14 con 7 rimbalzi)  e Nick Perkins (11 punti), da rivedere D’Angelo Harrison (11 punti ma con 3/14 al tiro).

Il tabellino del match

Parziali singoli quarti: 15-15; 18-13; 27-18; 15-21

Parziali progressivi: 15-15; 33-28; 60-46; 75-67

Reyer Venezia: Casarin 2, Stone 4, Bramos 6, Tonut 14, Daye 14, De Nicolao 2, Chappell 10, Mazzola 0, D’Ercole 0, Cerella 0, Fotu 6, Watt 18.

Happy Casa Brindisi: Krubally 4, Zanelli 2, Harrison 11, Visconti 0, Gaspardo 2, Thompson 4, Cattapan n.e, Guido n.e, Udom 7, Bell 12, Perkins 11, Willis 14.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi