Home NBA, National Basketball AssociationApprofondimenti Supercoppa LBA 2019, parola ai protagonisti

Supercoppa LBA 2019, parola ai protagonisti

di Pierluigi Ninni
supercoppa LBA 2019

Dopo una due giorni fantasmagorica di Supercoppa LBA 2019, è giunto il momento di ascoltare ed analizzare le parole dei principali protagonisti del weekend pugliese in sala stampa, intervistati dai nostri inviati al Palaflorio.

Ascoltiamo, in successione, le considerazioni dei quattro allenatori delle squadre partecipanti e dei rispettivi MVP di ogni partita, tra cui anche il miglior giocatore della finale Curtis Jerrells, rispettivamente nel day 1 e nel day 2 della manifestazione.

Supercoppa LBA 2019, le interviste del sabato

Romeo Sacchetti (Vanoli Cremona): “Contento per la prestazione, meno per il risultato. Abbiamo messo quello che avevamo per mettere dritta una partita che era di traverso. Quell’ultimo tiro di Travis fa parte del gioco, poteva entrare come uscire e purtroppo per noi la palla non √® andata dentro. Abbiamo sofferto a rimbalzo, ma non ci siamo mai arresi, combattendo colpo su colpo. Una bella risposta da parte dei ragazzi.”

Gianmarco Pozzecco (Banco di Sardegna Sassari): “Sono le prime partite della stagione e non sei abituato a giocare subito partite di questo calibro e peso specifico. Durante l’allenamento, cerchiamo di migliorare fisicamente, ma oggi abbiamo provato a fare quello che potevamo in attacco, visti anche i pochi allenamenti al completo. Rimbalzi e quintetto basso? Possiamo alternare quintetti ed essere sempre presenti a rimbalzo. Possiamo cambiare volto pi√Ļ volte in una gara e questo, per me, √® fondamentale.” Sul nuovo incarico in Nazionale: “Cosa voglio sperimentare? Ringrazio il presidente Petrucci per questa ulteriore possibilit√†. Ogni tanto mi ricordo che a febbraio scorso ero su una isola a fare il pensionato. √ą straordinario tutto questo: essere capo allenatore a Sassari ed ora il ritorno in Nazionale, con cui non ho avuto un rapporto facile, da coach della nazionale sperimentale. Ma sono pronto, voglio tornare a ‘vestire’ la maglia azzurra con orgoglio. √ą una grande opportunit√†. Prometto follia e tanta passione. Voglio proseguire su questa strada.”

Austin Daye, Reyer Umana Venezia

 

Dwayne Evans (Banco di Sardegna Sassari): “Personalmente, abbiamo vinto da grande squadra, sapendo anche soffrire nei momenti difficili. Sul dominio a rimbalzo offensivo? Proviamo molto in allenamento questo fondamentale in cui vogliamo essere super efficaci. Ma non √® stato solo quello, anche la difesa ha funzionato bene negli ultimi due quarti.” Sul pubblico italiano, l’atmosfera: “Grande clima, bella giornata e tanti tifosi che ci hanno sostenuto. Tutto molto suggestivo.”

Walter De Raffaele (Umana Reyer Venezia): “Questa vittoria la dedico a mio suocero che in questi giorni sta combattendo una battaglia pi√Ļ importante e pi√Ļ difficile della mia. Siamo partiti modestamente, 10 palle perse in 12 minuti sono la rappresentazione di queste defaillance, poi abbiamo ritrovato il nostro DNA con difesa, sacrificio e atteggiamento. Abbiamo tirato molto bene, concludendo con un 9-13 di assoluto rilievo. Ci giocheremo un altro trofeo importante, sempre contro Sassari, ma il tempo dello Scudetto √® finito oramai. Recuperare quello svantaggio, per√≤, √® ancora un’ulteriore dimostrazione della squadra che siamo. Poi c’√® Austin Daye che quando √® in partita, √® un giocatore di un’altra categoria. Non lo ha dimostrato nei primi 2 quarti, lo ha fatto nel secondo tempo cambiando atteggiamento e partendo soprattutto dalla difesa.Bisogna stare attenti alla gara di domani, soprattutto per le condizioni fisiche non ottimali. √ą difficile recuperare la migliore forma in questo tipo di torneo, sopratutto per definire le rotazioni.”

Frank Vitucci (Happy Casa Brindisi): “Il terzo quarto per noi ha fatto la differenza. Austin Daye ha trascinato da solo Venezia, ma noi ci abbiamo provato col carattere a starli dietro e ad impedirli di scappare. Abbiamo avuto momenti di sbandamento. Ma giocavamo contro una squadra forte, abbiamo provato a ricucire ma a lungo andare ha vinto l’esperienza. Il finale? Ci sono diversi episodi. Ho visto dei fotogrammi, ma non possiamo sindacalizzare su ogni errori. Lasciamo stare. Dovevamo fare pi√Ļ canestri o prenderne di meno. L’energia? √ą stata una gara molto intensa, sicuramente abbiamo appreso qualcosa di nuovo.”

Austin Daye (Umana Reyer Venezia): “Abbiamo giocato un brutto primo tempo, sbagliando diversi layup e tiri comodi. Io ho perso 3 palle almeno, non ricordo di aver fatto cos√¨ tanti turnover recentemente. Al ritorno dagli spogliatoi abbiamo cambiato marcia, giocando al massimo delle nostre possibilit√†, siamo una squadra ben allenata ed intelligente, ma pu√≤ capitare di avere delle flessioni. Sul finale e sulla sua prestazione? Voglio la palla nelle mani nei minuti finali, voglio tirare dalla lunetta e dal campo, non mi importa se sbaglio. Lavoro tutta l’estate per questi momenti, per essere sicuro di me in questi momenti e per portare la squadra alla vittoria.”

Supercoppa LBA 2019, le interviste della domenica

Romeo Sacchetti: “√ą stato un bel torneo, combattuto, ben giocato da noi e dalle altre contendenti. Il rammarico c’√® per i due finali, ma non posso rimproverare nulla ai miei ragazzi”. Su Matt Tiby: “E’ un gran bel giocatore, alla sua prima presenza in Italia: vediamo come si adatta alla fisicit√† del campionato, per ora ha gi√† dimostrato di essere un giocatore completo e duttile, due caratteristiche che prediligo in un lungo. Su Travis Diener: “Aveva un problema al piede, ma anche se al 100% non l’avrei mai rischiato. Gioved√¨ sar√† gi√† LBA, quindi meglio non farli giocare 2 partite in 2 giorni.”

Frank Vitucci: “Concludiamo discretamente il precampionato con questa vittoria, abbiamo ancora troppi alti e bassi nel corso dei 40 minuti, ma nonostante tutto ce la siamo giocata ad armi pari contro due squadre candidate ai playoffs anche l’anno prossimo. L’aggressivit√† e la difesa sono fondamentali per noi, soprattutto quest’anno: abbiamo ancora cali di concentrazione evidenti che dobbiamo assolutamente correggere.” Su Adrian Banks: “Lo volevo far riposare fin dall’inizio, ma ha voluto giocare lo stesso anche per onorare i tanti tifosi accorsi questo weekend a Bari. Darius Thompson? Ha un potenziale importante, ma non bisogna giudicarlo per queste due partite. Sta provando diverse soluzioni, √® un playmaker completo, che non vuole strafare e sa difendere pi√Ļ che discretamente.” Sul pubblico: “Abbiamo avuto una risposta importante, i tifosi si aspettano tanto da noi in questa stagione. √ą nostro obiettivo ripagarli al meglio, anche se non sar√† facile. Ora testa a Cant√Ļ e al campionato.”

Gianmarco Pozzecco in conferenza stampa dopo la premiazione e la festa finale del BS Sassari

Gianmarco Pozzecco: “Una vittoria pazzesca per come √® arrivata e per come i ragazzi hanno ¬†interpretato il finale. Faccio i miei complimenti a Venezia, societ√† dalla mentalit√† vincente e abituata a giocare questo tipo di gare. Devo ringraziare ogni mio giocatore, da Mclean a Michele Vitali, decisivo nei finali. Sui nuovi arrivi: si sono subito adattati bene, hanno compreso immediatamente il mio gioco e l’importanza di giocare per il Banco. Sulla coppia Jerrells-Mclean: “Ci hanno fatto fare un altro salto di qualit√†, soprattutto Jamel mi ha sorpreso. √ą arrivato da poco, ma ha subito capito cosa volevo da lui: impatto, energia, punti. Dedico questa vittoria alla Sardegna”. Nel finale una battuta su Gianluca Basile e sulla Nazionale: “Il Baso mi ha inviato un messaggio prima della semifinale, mi ha detto che sto esagerando ora (riferito all’incarico di coach della Nazionale sperimentale, ndr). Sta meglio lui di me, dopo la semifinale gli ho inviato una foto, lui mi ha risposto con il pescato del giorno.”

Walter De Raffaele: “Complimenti innanzitutto a Sassari e ai suoi sportivissimi tifosi. √ą un peccato non aver avuto in questo torneo un andamento regolare, soprattutto al tiro. Resta il fatto che, nonostante le diverse difficolt√† iniziale, abbiamo dimostrato di avere il pedigree per fare bene anche quest’anno e non solo per le due rimonte. Sull’espulsione di Austin Daye: “Oltre a perdere il nostro punto di riferimento offensivo, credo che con quella chiamata ci abbia perso lo spettacolo e chi √® venuto a vedere la gara. Austin √® uno dei migliori giocatori del panorama italiano, che garantisce spettacolo per ogni sua giocata. Non so perch√© sia stato espulso, chiedetelo agli arbitri. Tuttavia, con Udanoh e Mazzola fuori, sperando di averlo il prima possibile. Il pubblico di Bari pu√≤ essere soddisfatto, √® stata una manifestazione spettacolare e che ha fatto permesso al pubblico del Sud di apprezzare il grande basket, come spesso non accade in RS, tranne per Brindisi ovviamente.”

Supercoppa LBA

Supercoppa, la vittoria di Sassari

 

Curtis Jerrells (Banco di Sardegna Sassari): Come ti senti Curtis, 12 mesi dopo l’esperienza di Milano vinci la Supercoppa con Sassari? “Molto bene, ho subito accettato la chiamata di Sassari perch√© √® un buon ambiente, una buona societ√† dove rendere al meglio. Niente da recriminare per Milano, ma forse √® meglio per me aver cambiato aria. A me interessa solo il basket e giocare nelle migliori condizioni possibili. 13 punti ieri, 19 oggi e l’MVP della finale a completare un torneo fantastico: un ottimo modo per iniziare la stagione, vero? Sicuramente, siamo una grande squadra e il mio compito √® quello di uscire dalla panchina e segnare. Ma per me conta solo vincere e lo abbiamo fatto nel modo giusto (nel mezzo, piccolo siparietto con Jamel Mclean, ndr)”. Come √® lavorare con Pozzecco, dentro e fuori dal campo? “√ą un grande allenatore con una forte personalit√†. √ą un leader nato e questo non pu√≤ che spronarci ed aiutarci a rendere sempre al meglio.”

You may also like

Lascia un commento