fbpx
Home Lega Basket AAcqua S.Bernardo Cantù Virtus Bologna-Acqua S.Bernardo Cantù: il recap

Virtus Bologna-Acqua S.Bernardo Cantù: il recap

di Filippo Mellara

L’undicesima giornata del massimo campionato ha visto affrontarsi la Virtus Bologna-Acqua S.Bernardo Cantù, una sfida sicuramente giocata ad armi impari, e il risultato infatti ha confermato le aspettative esposte anche nella nostra preview del match.

Cantù si guadagna il premio coraggio, combattendo con il coltello coi denti tutta la partita, mantenendo la parità di punteggio fino al 25° minuto. Ciò nonostante la superiorità della squadra di casa emerge senza dubbi concludendo la gara su un punteggio di 89-70.

La squadra bolognese nel match Virtus Bologna-Acqua S.Bernardo Cantù dimostra ancora una volta la sua superiorità in questo campionato, toccando con questa vittoria, la 10 consecutiva. Marciano ancora imbattute le V nere ( il record di questa società risale ancora a 20 anni fa, quando vincevano 13 partite di fila, e nel quintetto titolare scendeva in campo Djordjevic, oggi capo allenatore della stessa).

Mostrano un miglioramento difensivo, riconosciuto dal coach stesso, ritrovando le performance di 4/5 giornate fa, quando a rimbalzo c’erano sempre almeno due maglie nere sul pallone, e la partita scendeva sul piano fisico nella metà campo difensiva, offrendo all’attacco avversario un pressing e una difesa alta non facile da superare.

Un’altra chiave del match per le V nere sono stati i veloci contropiedi che hanno messo in ginocchio gli ospiti, firmando parziali decisi nel momento di svolta della partita. La Virtus vanta giocatori che visioni di gioco non comuni in questo campionato, in primis la stella serba Milos Teodosic, capace di lanciare sempre i suoi in corse fino al ferro. Non è tutto merito del serbo, ma anche dell’ottimo lavoro condotto dal coach con questa squadra, che incide sull’importanza degli extra-pass come compare scritto sui tabellini a fine partita: 24 gli assist totali di questa formazione.

L’Acqua San Bernardo Cantù torna comunque a testa alta da Bologna, perché ha dimostrato di esserci ancora e di aver una squadra con tanta voglia di vincere. Portarsi a casa due punti da questa giornata sarebbe stato un  sogno per la squadra della Brianza, che comunque ci prova e per più di metà gara rimane attaccata alla partita. Lo fa con gli strumenti che più gli appartengono: in primis la fisicità e la voglia di buttarsi su ogni pallone: sono sempre almeno 3 i giocatori che vanno a rimbalzo per questa squadra, facendolo anche con un’energia ammirevole.

Nel primo tempo questa cattiveria agonistica basta per tenerli attaccati alla partita, insieme a delle buone percentuali al tiro. Ma la partita è lunga e Cantù soffre la pressione della squadra di casa, cominciando a concedere troppi errori banali, tra tiri sbagliati dal pitturato e palle perse per incomprensioni tra i giocatori stessi. Errori concessi a tutti, ma quando si gioca contro una squadra come la Virtus Bologna sono proprio questi a firmare l’esito della partita. Ottimo però l’impegno di questa squadra a coinvolgere ogni giocatore anche nella metà campo offensiva, saranno poi 5 i giocatori a concludere il match in doppia cifra. Ancora una volta però è un singolo momento della gara a costare la partita ai Brianzoli.

Virtus Bologna-Acqua S.Bernardo Cantù: il tabellino

Parziali singoli quarti: 21-21; 20-15; 28-13; 20-21.

Parziali progressivi: 21-21; 41-36; 69-49; 89-70.

Virtus Bologna: Gaines 3, Deri 2, Pajola 5, Baldi Rossi 5, Markovic 10, Ricci 2, Cournooh 6, Hunter 13, Weems 15, Nikolic, Teodosic 15, Gamble 13
Coach: Djordjevic

Acqua S. Bernardo Cantù: Young 11, Collins 6, Procida ne, Clark 17, La Torre 3, Hayes 10, Wilson 11, Burnell 10, Baparapè ne, Simioni, Yancarlos, Pecchia 2
Coach: Pancotto

Per gli altri recap dell’undicesima giornata di Lega Basket Serie A clicca qui.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi