Home NBA, National Basketball AssociationApprofondimenti NBA ai blocchi di partenza: le favorite e outsider per il titolo

NBA ai blocchi di partenza: le favorite e outsider per il titolo

di Mattia Picchialepri
nba 2023-24 squadre favorite titolo

Manca sempre meno all’inizio della nuova stagione NBA: analizziamo le possibili favorite e outsider per portarsi a casa il famigerato Larry O’Brien Trophy. Sarà un campionato particolare, con molti cambi di fronte, soprattutto da parte delle superstar. Inoltre, l’aggiunta dell’In-Season Tournament cambierà ancora le carte in tavola, aggiungendo impegni in più ad un calendario già molto fitto.

Tra i cambi di casacca più eloquenti, l’ultimo in ordine di tempo è quello che ha portato Damian Lillard ai Milwaukee Bucks, rendendo la franchigia del Winsconsin ancora più competitiva. Oltre a questo movimento, anche altre squadre hanno cambiato faccia, come i Phoenix Suns con Bradley Beal, oppure i Golden State Warriors con Chris Paul. Tra le 30 franchigie della NBA 2023-24, si possono selezionare 5 favorite e 5 outsider per la rincorsa al titolo.

Le favorite al titolo NBA, i Milwaukee Bucks: è caccia aperta

bucks-lillard-giannis-media-day

Per le favorite al titolo NBA 2023/24 non si può non partire dalla Eastern Conference, in particolare dai Milwaukee Bucks. La franchigia del Winsconsin si è già portata a casa un anello nella stagione 2020/21, con la finale vinta 4-2 contro i Phoenix Suns. È stato il secondo titolo della storia della franchigia, firmato Giannis Antetokounmpo. Il greco, scelto alla numero 15 al draft NBA 2013, ha portato uno sviluppo incredibile alla squadra, che ha trovato nel numero 34 un giocatore generazionale. Le cose, però, in Winsconsin, sono ancora più piccanti, soprattutto dopo l’ultimo movimento di mercato.

Alla corte di coach Adrian Griffin, infatti, è arrivato Damian Lillard, dopo un’estate tormentata alla ricerca di una nuova casa. Con l’arrivo del numero 0, Milwaukee si prende di diritto il titolo di favorita numero 1 al titolo NBA 2023/24: nonostante la partenza di Jrue Holiday, perno difensivo della squadra, i Bucks trovano un realizzatore instancabile, che può regalare un’altra figura a cui affidarsi in attacco, soprattutto a gioco rotto.

Oltre a questo, nonostante la trade per arrivare a Lillard ha privato, per forza di cose, Milwaukee di molti giocatori, la panchina dei Bucks convince ancora. Giocatori come Jae Crowder, Bobby Portis, Pat Connaughton e Cameron Payne possono permettere a coach Griffin di far ruotare il quintetto, andando ad esplorare diverse combinazioni in campo.

Milwaukee Bucks 2023-24, il possibile quintetto

Andando ad analizzare il quintetto dei Bucks, la franchigia del Winsconsin può contare su uno starting five tra i migliori della lega: già la coppia LillardAntetokounmpo alza vertiginosamente la quotazione dei primi 5, inoltre, la presenza di Middleton e Lopez rende il tutto ancora più pericoloso.

STARTING 5: Damian Lillard, Malik Beasley, Khris Middleton, Giannis Antetokounmpo, Brook Lopez

Le favorite al titolo NBA, i Boston Celtics: il miglior quintetto della lega

Rimanendo nella Eastern Conference, tra le squadre più rodate e pronte a dare la caccia al titolo non possono mancare i Boston Celtics. Il nome dei biancoverdi è imprescindibile tra le favorite al titolo NBA, soprattutto per la grande capacità del front office di saper costruire una squadra pronta in tutti i reparti. Quest’estate, Boston ha deciso di cambiare in cabina di regia e sotto le plance: nella off-season sono arrivati Jrue Holiday e Kristaps Porzingis, a sostituire Marcus Smart e Robert Williams III. Due movimenti importanti, che, però rinforzano ancor di più una squadra che, solo due anni fa, ha giocato le NBA Finals.

Con l’arrivo di Porzingis, coach Joe Mazzulla avrà un giocatore ben diverso da Robert Williams III: il lettone è un giocatore meno fisico, ma con una grande dote: il tiro da fuori. Si può pensare che, con la partenza di Williams, Boston perda la sicurezza di avere un “rim protector“, ma, in realtà, Porzingis nella scorsa stagione ha mantenuto una media maggiore di stoppate: 1.5 contro le 1.4 del neo giocatore dei Portland Trail Blazers. Inoltre, Boston ha approfittato della trade che ha coinvolto Damian Lillard per accaparrarsi Jrue Holiday, una guardia perfetta per lo stile di gioco dei Celtics.

L’ex giocatore dei Milwaukee Bucks, infatti, è una point guard dallo stampo prettamente difensivo, ma, nella corsa che ha portato al titolo la franchigia del Winsconsin, Holiday è stato un giocatore chiave della serie, soprattutto per la sua incredibile difesa su Booker. Quello che potrebbe mancare rispetto ai Bucks, è la profondità in panchina: Derrick White è uno dei migliori per il ruolo di sesto uomo, ma mancano altre alternative valide.

Boston Celtics 2023-24, il possibile quintetto

Andando ad analizzare il quintetto dei Boston Celtics, si può tranquillamente pensare che quello a disposizione di Joe Mazzulla è è uno dei migliori, se non il migliore, della lega. La grande completezza, sia in attacco che in difesa, che può offrire questo tipo di starting five la possono avere pochissime squadre in NBA.

STARTING 5: Jrue Holiday, Jaylen Brown, Jayson Tatum, Al Horford, Kristaps Porzingis

You may also like

Lascia un commento