Home NBA, National Basketball AssociationNBA in Evidenza A un anno dalla morte, per ricordare Kobe Bryant ecco i 10 morsi del Black Mamba

A un anno dalla morte, per ricordare Kobe Bryant ecco i 10 morsi del Black Mamba

di Michele Gibin

Kobe Bryant moriva un anno fa, il 26 gennaio 2020 a soli 41 anni in un incidente aereo a Calabasas, Contea di Los Angeles, assieme alla figlia tredicenne Gianna Maria “Gigi” e ad altre 7 persone: John, Keri e Alyssa Altobelli, Sarah e Peyton Chester, Christina Mauser, ed il pilota d’elicottero Ara Zobayan.

I mesi che hanno seguito la morte di Kobe hanno travolto la NBA, che a marzo ha dovuto fare i conti con la pandemia e rinviare la stagione fino all’estate inoltrata, per settimane nel timore di non essere neppure in grado di riprendere e ruscire a incoronare un campione NBA per il 2020. Mentre la National Basketball Association cercava di rimettere assieme i pezzi gli appassionati di pallacanestro USA hanno utilizzato i lunghi mesi di restrizioni e mobilità ridotta per riscoprire, o per i più giovani per vedere per la prima volta in modo approfondito le prodezze sul campo del Kobe Byant giocatore, atleta straordinario e icona sportiva da leggenda.

The Last Dance ha dedicato un passaggio al futuro Black Mamba, nel 1998 al suo primo All-Star Game in carriera contro il suo idolo e ossessione Michael Jordan (ne sarebbero seguti altri due, con MJ giocatore degli Washington Wizards tra 2001 e 2003). La Hall of Fame del basket ha deciso di inserire postumo Kobe nella classe di eletti del 2020, assieme ai due avversari di mille battaglie Tim Duncan e Kevin Garnett. Il 24 febbraio la famiglia Lakers si strinse forte attorno a Vanessa, Natalia, Bianka e Capri in un memoriale tenuto allo Staples Center di Los Angeles da brividi, intenso e commovente con le parole di Vanessa, di Shaquille O’Neal, di Sabrina Ionescu, dell’amico ed ex agente Rob Pelinka. Di Michael Jordan.

In tutto il mondo e frutto di un amore profondo e del tutto spontaneo sono nati murales, tributi, campetti e omaggi a Kobe, a un certo punto pareva persino possibile che la NBA potesse adottare la silhouette del Black Mamba come suo nuovo logo. I suoi Los Angeles Lakers hanno saputo trasformare il dolore della perdita in motivazione extra per tornare a vincere, a 10 anni dall’ultimo trionfo, con LeBron James, Anthony Davis e coach Frank Vogel.

In occasione del primo anniversario della scomparsa di Kobe Bryant, NBAPassion.com ha raccolto 10 momenti, i 10 migliori “morsi del Mamba” di un campione straordinario e complesso, icona moderna oltre i limiti dello sport.

VIA! Kobe Bryant: i dieci morsi del Mamba

You may also like

Lascia un commento