Al Horford, i Celtics lavorano ad un'estensione triennale | Nba Passion
141098
post-template-default,single,single-post,postid-141098,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Al Horford, i Celtics lavorano ad un’estensione triennale

al horford

Al Horford, i Celtics lavorano ad un’estensione triennale

Al Horford, i Boston Celtics lavorano ad un’estensione triennale con l’ex Atlanta Hawks, come riportato da Steve Bulpett del Boston Herald.

I Celtics chiederanno al 33enne Horford di non esercitare l’opzione da 30 milioni di dollari sul suo ultimo anno di contratto per rinegoziare con i bianco-verdi un accordo più lungo, e meno pesante sul monte salari della squadra.

Horford avrà tempo sino a martedì per esercitare la sua player option. La scadenza sarà la prima delle sfide che in questa off-season la dirigenza dei Celtics dovrà affrontare: Kyrie Irving diventerà free agent a partire dal prossimo 30 giugno, e vi ancora ben poca chiarezza sulle intenzioni del campione NBA 2016 con la maglia dei Cleveland Cavaliers.

Al Horford, contratto più lungo per alleggerire il payroll dei Celtics

Non è ancora nota l’eventuale cifra del nuovo triennale per Al Horford, giocatore fondamentale per coach Brad Stevens, autore l’anno scorso di un’annata da 13.7 punti, 6.7 rimbalzi e 4.2 assist in 68 partite disputate e 29 minuti d’impiego, nonostante un persistente problema al ginocchio.

Un contratto più lungo e meglio distribuito per Horford aiuterebbe i Celtics, già impegnati per la prossima stagione – virtualmente – per oltre 100 milioni di dollari in salari, ai quali nei piani di Ainge dovrebbe aggiungersi il contratto al massimo salariale di Kyrie Irving.

L’incertezza sul futuro di Irving, unita all’indisponibilità di provarsi di Jayson Tatum, avrebbe nei giorni scorsi fatto naufragare per Boston ogni piano di trade per Anthony Davis dei New Orleans Pelicans. Con una trattativa “lampo”, i Los Angeles Lakers si sono assicurati le prestazioni dell’ex Kentucky spedendo in Louisiana Brandon Ingram, Lonzo Ball, Josh Hart ed un sostanzioso pacchetto di prime scelte.

Michele Gibin
pt.fadeaway@gmail.com

Contributor per NBAPassion.com

No Comments

Post A Comment