fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationMercato NBA, ultime notizie su scambi e trattative Austin Rivers va ai Knicks con un triennale parzialmente garantito

Austin Rivers va ai Knicks con un triennale parzialmente garantito

di Michele Gibin

Austin Rivers ha trovato una nuova squadra dopo aver rinunciato all’ultimo anno di contratto con gli Houston Rockets, il figlio d’arte ha chiuso un accordo triennale da 10 milioni di dollari complessivi con i New York Knicks, di cui il solo primo anno sarà garantito.

I Knicks saranno la quinta squadra NBA in carriera per Rivers, una carriera iniziata a New Orleans e che ha vissuto i suoi anni migliori ai Los Angeles Clippers tra 2014 e 2018. Nelle ultime due stagioni, Austin Rivers è stato un pezzo importante delle rotazioni di coach Mike D’Antoni ai Rockets, alle spalle di James Harden, Chris Paul e Russell Westbrook.

La scorsa stagione Rivers ha chiuso con 8.8 punti e 2.6 assist di media a partita, e il 35% al tiro da tre punti.

Rivers raggiunge a New York una squadra che ha iniziato l’ennesimo percorso di rifondazione col nuovo presidente Leon Rose e con coach Tom Thibodeau. Le punte della squadra saranno Julius Randle e i giovani R.J. Barrett e Mitchell Robinson, con la scelta numero 8 all’ultimo draft Obi Toppin (Dayton) che avrà da subito spazio nelle rotazioni. Dal mercato sono arrivati giocatori di ruolo e veterani come Nerlens Noel, Alec Burks e Reggie Bullock, confermato così come Elfrid Payton.

Rose ha attuato un vero repulisti del roster, rinunciando alle team option sui contratti di Bobby Portis e Wayne Ellington, tagliando il veterano Taj Gibson e aggiungendo via trade l’ex Warriors e Hawks Omari Spellman.

I Knicks hanno mancato i questa free agency la firma eccellente: gli obiettivi Gordon Hayward (finito agli Charlotte Hornets) e Fred VanVleet (rimasto ai Raptors), e Bogdan Bogdanovi che resta “sospeso” tra Sacramento Kings e Atlanta Hawks. Neppure la pista di un ritorno a New York di Carmelo Anthony si è concretizzata, Melo ha preferito restare a Portland per un’altra stagione.

L’obiettivo di Leon Rose in questa free agency è stato dunque quello di salvare il prezioso spazio salariale e continuare a sviluppare il talento di Barrett, Robinson e del nuovo arrivato Toppin. I Knicks continueranno a cercare acquirenti per Julius Randle sul mercato.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi